Parcheggiare i soldi sul conto corrente e lasciarli lì a impigrirsi potrebbe non essere una mossa saggia perché, come ben saprai, il denaro si svaluta e con l’inflazione che galoppa meglio pensare a capire dove sia meglio investire. Ovviamente non tutti sono propensi a investimenti rischiosi (dove si potrebbe guadagnare di più, certo, ma anche dove si potrebbe perdere molto), per cui se sei un risparmiatore che preferisce investire tenendo un basso profilo, potrebbe farti comodo sapere che ci sono ancora dei conti deposito dove puoi depositare del denaro e avere anche dei rendimenti, seppur bassi. Le soluzioni non sono numerose e spesso alcune banche preferiscono dirottarti su altri lidi: in questo articolo invece vogliamo proporti una panoramica sui migliori conti deposito del 2022, aggiornandolo mese per mese, appena arriveranno soluzioni più interessanti a discapito di altre.

Migliori conti deposito 2022 vincolati e non: le offerte più vantaggiose

Immaginando di voler investire 20.000 euro per almeno 2 anni (24 mesi), il simulatore online ConfrontaConti.it suggerisce alcuni conti deposito molto interessanti. Il primo è il Conto Progetto di Banca Progetto: si tratta di un deposito libero (e quindi senza vincoli) che garantisce su quella somma e tempistica di vincolo, una cifra vicina ai 330 euro (tasso lordo dell’1,25%). Si parla di guadagno netto, quindi esentasse. Le spese da sostenere, infatti, sarebbero il bollo e le tasse applicate.

Un’altra soluzione interessante è il conto deposito libero a interessi anticipati di Banca Privata Leasing, che offre un tasso di interesse lordo dell’1,10%. Su quella somma, vincolata a 24 mesi, il rendimento netto sarebbe di 245 euro circa.

Ipotizzando di voler investire 10.000 euro in 12 mesi almeno, il comparatore di Facile.it suggerisce come soluzione Banca Widiba. Grazie alla possibilità di offrire degli interessi attivi sulla somma depositata, a fine anno potrai avere un guadagno netto di 24 euro (tasso lordo 0,4%). Minore il rendimento offerto dalla seconda proposta, ovvero WeBank: sempre grazie agli interessi attivi, a fine anno potrai guadagnare 18,50 euro (tasso lordo 0,1%) per 12 mesi di deposito.

Alternative al conto deposito 2022

Tra le migliori alternative al conto deposito restano diverse strade. Innanzitutto, in base al livello di fiducia che hai con la tua banca e soprattutto con chi ci lavora, puoi sentire un consulente finanziario per capire quale strada potrebbe essere più conveniente prendere per te.

Una seconda alternativa suggerita è data dai buoni fruttiferi postali: si tratta di un investimento di basso profilo con un rendimento molto basso, la cui tempistica varia in base alla tipologia di buono scelto. Qui puoi trovare una panoramica totale su questa tipologia di prodotto (i rendimenti sono rimasti invariati).

La terza proposta che suggeriamo è quella di un servizio di consulenza finanziaria indipendente, vale a dire Moneyfarm, che abbiamo trattato a più riprese sul nostro sito per dare al lettore il ventaglio più ampio possibile di conoscenze su questo strumento. Non è affatto un conto deposito, quindi non è da aspettarsi uno strumento a rendimento basso e a capitale garantito. Nonostante il capitale sia sempre al sicuro in caso di fallimento, chi sceglie Moneyfarm sa perfettamente di stare investendo sui mercati finanziari, e quindi sa che non avrà il capitale garantito. Può essere però un investimento prudente: sarà necessario scegliere all’inizio il profilo di rischio che più si aggrada e, eventualmente, modificarlo nel corso del tempo. Le oscillazioni potranno essere più o meno ampie in base al livello di rischio scelto. Inoltre, per investire in Moneyfarm, è necessario un capitale minimo da 5.000 euro. Qui in basso trovi una serie di approfondimenti che abbiamo curato per RisparmiOggi su Moneyfarm al fine di farlo conoscere sotto ogni suo aspetto.