16.3 C
Rome
lunedì, Maggio 10, 2021
Home Obbligazioni Obbligazioni bancarie

Obbligazioni bancarie

In questa sezione troverai tutte le ultime notizie sulle obbligazioni bancarie. Nella quasi totalità dei casi, le news presenti riguardano le nuove emissioni di bond da parte delle banche italiane.

Essendo il tema della sezione i nuovi collocamenti, è necessario avere delle solide basi per decidere se investire o no i proprio risparmi nei bond bancari.

Se vuoi approfondire l’aspetto teorico, il punto di partenza è il report su cosa sono e come funzionano le obbligazioni, primo capitolo della Guida alle Obbligazioni.

Solo dopo aver maturato una conoscenza generale dell’argomento, puoi prendere in considerazione la possibilità di investire in obbligazioni bancarie.

Prima di ogni decisione su come far fruttare i tuoi risparmi, due indicazioni che ti consentiranno di inquadrare meglio le news presenti in questa categoria del sito. Cosa sono e come funzionano i bond bancari? Spesso di tende a dare per scontata la risposta a queste domande ma senza conoscenza dell’argomento non potrai investire in modo consapevole i tuoi risparmi sulle obbligazioni bancarie.

Cosa sono le obbligazioni bancarie

Le obbligazioni bancarie sono titoli di credito emessi dalle banche e piazzate presso i piccoli risparmiatori (pubblico retail) oppure presso grandi fondi di investimento (i cosiddetti istituzionali).

A prescindere alla tipologia di pubblico a cui i bond bancari sono rivolti, la ratio dell’operazione è sempre la stessa. Le obbligazioni sono prestiti concessi dal risparmiatore alla banca emittente e usate da quest’ultima per sostenere il suo sviluppo oppure per rafforzare il suo patrimonio. Le obbligazioni bancarie stanno agli istituti bancari come le obbligazioni societarie stanno alle società.

Come funzionano le obbligazioni bancarie

Il meccanismo di funzionamento delle obbligazioni bancarie è abbastanza semplice da cogliere, perlomeno lato investitore. A differenza dei BOT, e quindi come tutti gli altri tipi di bond, i prestiti obbligazionari bancari, staccano una cedola che può essere a tasso fisso o a tasso variabile (a seconda del tipo di emissione).

La cedola è una parte del rendimento a cui si affianca una seconda parte che è costituita dalla differenza tra il prezzo di rimborso e quello di acquisto.

Il rendimento è al lordo. Se vuoi calcolare il rendimento lordo, devi tenere conto della tassazione che, nel caso delle obbligazioni bancarie, è del 26%.

Funzionamento obbligazioni bancarie esempio

Per aiutarti a capire come funzionano le obbligazioni bancarie non c’è cosa migliore di un esempio di aiuto.

Ammettiamo che una certa banca quotata su Borsa Italiana emetta un prestito obbligazionario con scadenza a 5 anni, tasso fisso e cedola annua del 6%.

Considerando che il rimborso del bond emesso avviene a 100, se decidi di comprare obbligazioni avrai un rendimento annuo lordo che è pari al 6% della cedola più 100-94/5 ossia 6,2%.

Come detto in precedenza questo è il rendimento netto e quindi, per valutare l’operazione, dovrai considerare la tassazione al 26%.

Obbligazioni bancarie tipologie

Ci sono tanti tipi di bond bancari sui quali puoi investire. In questa sezione troverai notizie e aggiornamenti sulle nuove emissioni obbligazionarie delle banche delle seguenti tipologie:

  • Obbligazioni bancarie senior: sono le più sicure visto che ti viene garantito un rimborso antecedente a quello degli altri obbligazionisti nel caso in cui la banca dovesse fallire.
  • Obbligazioni bancarie Lower Tier II: in caso di fallimento della banca emittente ti vengono rimborsate dopo i bond senior. Tra i risparmiatori i bond Lowe Tier II sono quelli più diffusi.
  • Obbligazioni bancarie Lower Tier III: in caso di default dell’emittente sono pagate dopo le senirt e le LT2
  • Obbligazioni bancarie Upper Tier II: titoli da alto rendimento e alto rischio: vengono pagati solo dopo gli altri bond in caso di fallimento dell’emittente
  • Obbligazioni bancarie Upper Tier I: non hanno scadenza e la loro cedola aumento di anno in anno. Profilo di rischio alto a fronte di rendimenti molto forti

Accanto a questi tipi di obbligazioni bancarie, ci sono poi i co.co.bond e le obbligazioni convertibili ossia titoli che, alla scadenza, vengono convertiti in azioni dallo stesso emittente.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});