martedì, Novembre 29, 2022
Home ETF Migliori Broker ETF

Migliori Broker ETF

Quali sono i migliori broker ETF?

  1. eToro
  2. Trade Republic
  3. Freedom24
  4. Fineco
  5. Directa
  6. Scalable Capital

In questa guida troverai tutti i dettagli per scegliere i migliori broker ETF e iniziare ad investire.

Anche attraverso un comodo PAC.

E soprattutto troverai i trucchi per scegliere quello più adatto a te

Pronti?

Andiamo

Broker per investire in ETF: cosa sono?

Sono l’intermediario fra te e il tuo ETF.

Detta facile è il mezzo attraverso il quale mettere a mercato la tua operazione di investimento.

In questo caso, l’acquisto di ETF.

Naturalmente, per svolgere questa funzione ti richiederà commissioni che variano da broker a broker.

Non solo, ti metterà a disposizione diverse tipologie di conti e di ETF.

Insomma, ognuno presenterà le sue condizioni e sarai tu a dover scegliere, quali fra le tante possibilità, risponde meglio alle tue esigenza.

Al tuo livello di competenza e propensione al rischio.

Quindi come scegliere?

Qui troverai una ristretta selezione, dei migliori broker ETF.

Quelli che secondo noi propongono le migliori condizioni e posseggono tutte le autorizzazioni.

Suddivisi in due gruppi

  1. Broker ETF
  2. Broker per PAC su ETF

Vediamo tutto nel dettaglio.

Tipi di broker ETF e lista dei fattori da considerare

Una prima sommaria distinzione va fatta tenendo conto della tipologia di strumento con cui tradare gli ETF

  • Acquisto diretto
  • Acquisto di ETF frazionati
  • Trading su CFD ETF

Dunque, puoi fare una prima scrematura sulla base dello strumento che preferisci, tenendo conto dei costi e dei rischi che ciascuno comporta.

Questo è un trucco davvero semplice ma che funziona alla grande!

Sei un principiante?

I CFD potrebbero richiedere un profilo di rischio troppo elevato per le tue competenze. Escludi i broker che propongono solo questo strumento.

Allo stesso modo, potresti decidere di destinare agli ETF solo una parte del tuo capitale dedicato agli investimenti. Quindi la scelta dell’opzione frazionati potrebbe rivelarsi più adatta rispetto all’acquisto dell’intero.

Focalizza l’attenzione sui broker che ti forniscono questa opzione.

Infine potresti desiderare investire una quota al mese ogni mese.

In questo caso fare un PAC si rivelerebbe il modo migliore per procedere.

Scegli i broker specializzati in questa modalità.

Tieni presente che di norma i grandi broker propongono tutte le tipologie.

Ma alcuni sono specializzati.

Accertati che il broker scelto offra lo strumento che desideri.

Detto questo vi sono anche altri filtri che possono essere applicati, restringendo via via il campo a quello più adatto alle tue esigenze.

Insomma, scegliere non è semplice.

Troppe variabili con cui fare i conti.

Eccoti allora una breve lista dei fattori principali che devi sempre tenere presente quando scegli il tuo broker di fiducia.

Lista dei fattori da considerare

  • le commissioni di trading
  • la regolamentazione
  • i mercati disponibili
  • le piattaforme

Vediamoli nel dettaglio

Le commissioni

Quando si acquistano ETF, sia interi che frazionati, in modo diretto hai 2 diversi tipi di commissione

  1. la commissione di gestione da parte dell’emittente. Si tratta dei costi relativi a gestione ed amministrazione. Vengono addebitati annualmente e, di norma, sono molto inferiori a quelle degli altri fondi comuni. Questo perché sono gestiti passivamente (replicando l’andamento del sottostante, senza cercare di “battere il mercato”). Vanno pagate per tutto l’arco temporale in cui si detiene l’ETF.
  2. la commissione di intermediazione applicata dal broker. In realtà quasi tutti, ormai, hanno zero commissioni sul trading ETF. Diversamente viene applicata solo sul trading a pronti. Il trucco in questo caso, è scegliere broker con commissioni zero e fare solo operazioni in acquisto.

Per quanto riguarda i CFD, invece sei soggetto alla sola commissione di intermediazione decisa direttamente dal broker. Ma puoi effettuare un’operatività sia in acquisto che in vendita allo scoperto.

Riassumendo.

Quando si parla di commissioni, devi considerare che puoi effettuare un trading a commissioni zero ma sarai soggetto a quelle di gestione.

Se tradi CFD su ETF ti verranno addebitate le sole commissioni di intermediazioni. Che varieranno da broker a broker.

La regolamentazione

Dettaglio, questo tutt’altro che trascurabile.

I migliori broker ETF , oltre alle autorizzazioni e regolamentazioni, deve garantire importanti protezioni del conto

  1. segregazione del conto. Questo significa che i fondi da te depositati vengono custoditi in conto separato, diverso da quello utilizzato dal broker per la sua gestione. ,
  2. garanzia di deposito. Questo dispositivo di protezione ti garantisce che in caso di fallimento del broker, verrai risarcito.
  3. protezione dal saldo negativo. Consente che le tue operazioni si chiudano automaticamente ad una certa soglia di perdita, impedendo al tuo conto di scendere sotto zero.

Un’ultima precisazione, prima di passare al prossimo punto.

Gli ETF sono tutti prodotti regolamentati con un’emittente, le società di gestione specializzate, e sono ben regolati dalle autorità di mercato.

Al contrario i CFD su ETF, sebbene legali e autorizzati, non sono regolamentati. Quindi ogni broker ha una sua offerta e le specifiche di contratto sono tutte diverse.

I mercati disponibili

Il mercato degli ETF è enorme.

E hai a disposizione una scelta vastissima di prodotti con cui sbizzarrirti.

Circa 8000, secondo alcune stime.

E vanno da ETF valutari, ETF azionari, ETF su materie prime, ETF su criptovalute, ETF su obbligazioni, ecc., a ETF basati su fattori come la crescita verde, l’intelligenza artificiale, ecc.

Gli ETF azionari sono più numerosi e forniscono esposizione a praticamente ogni settore.

Ovviamente ogni broker ha una sua offerta.

Sia dal punto di vista numerico che del mercato che coprono.

Un trucco è scegliere sempre broker la cui offerta non solo è ampia, ma copre tutti i mercati più importanti.

La piattaforma

E’ l’ambiente in cui ti interroghi sull’andamento dei prezzi e fai analisi prima di decidere.

E per poter operare in serenità è necessario che sia facile, accogliente e intuitiva.

Non tutti i broker, però offrono le stesse opportunità.

Un elemento importante che deve fare la differenza, al momento della tua scelta è l’opportunità di accedere a a strumenti di graficazione, indicatori tecnici e layuot del grafico chiari ed intuitivi.

Per poter analizzare il grafico con cura e approfonditamente.

Il plus è la possibilità anche, di accedere alle notizie per un analisi fondamentale approfondita e completa.

Un broker che possieda una piattaforma che risponde a questi requisiti è sicuramente un candidato ad essere fra i migliori broker ETF.

Naturalmente gli intermediari di cui andremo a parleremo qui di seguito, posseggono tutte queste caratteristiche.

Quali sono i migliori broker ETF? La lista

Ed eccoci al dunque.

I migliori broker ETF sono

  • eToro
  • Trade Republic
  • Freedom24

Analizziamoli uno alla volta per capire quale fa al caso tuo.

eToro

etoro nuovo logo

Popolarissimo a livello mondiale, famoso per offrire il social e copy trading anche su ETF, sebbene nasca come broker CFD, offre un servizio molto interessante su questi strumenti.

145 sono gli ETF offerti, fra cui  iShares, Vanguard, PIMCO, Invesco, Xtrackers, SPDR, MSCI, Horizons.

La sua piattaforma è beginner e user friendly.

Il che lo rende particolarmente adatto anche ai principianti.

Inoltre per poter acquistare la leva è x1.

Nel caso volessi accedere ad un leveraggio maggiore, mette a disposizione una vasta gamma di CFD su ETF.

Le commissioni di intermediazione sono 0.

Se sei principiante oppure vuoi usufruire della funzionalità social e copy trading, cerchi bassi costi, questo broker è sicuramente la scelta giusta.

Trade Republic

logo trade republic

Broker tedesco, da poco sbarcato sul mercato italiano, è un’ottima scelta per chi vuole iniziare ad investire sugli ETF , anche frazionati.

Il conto a commissioni 0 è molto vantaggioso.

Infatti non prevede costi di tenuta conto, di custodia e mantenimento dei titoli, né costi dovuti ad inattività.

Sulla piattaforma, molto semplice ed intuitiva, puoi investire in ben 1500 ETF, Sia italiani che internazionali.

Impossibile non trovare il tuo preferito!

E se il tuo obiettivo è il PAC ( Piano di Accumulo) sei nel posto giusto. Trade Republic ti permette di creare gratuitamente dei piani di investimento ricorrenti e automatici. Con pagamenti che puoi pre-impostare.

Infine, la sua piattaforma di ultima generazione lo rende accessibile a tutti, compresi i beginners.

Freedom24

Broker famoso per le IPO, da poco tempo è sulla piazza anche per quanto riguarda il mercato degli ETF con ben 1100 exchange traded fund.

Tra cui  iShares, Vanguard, BlackRock (e molte altri), solo per citare i più famosi.

La piattaforma web e su app mobile, è intuitiva e possiede tutti i tools necessari per effettuare qualsiasi analisi di buon livello.

Le informazioni aggiornate sul conto, gli strumenti analitici e un potente sistema di trading, ti permettono di operare in completa sicurezza e comodamente. Ovunque ti trovi.

Aprire un conto è veloce e conveniente.

E potrai effettuare le ricariche istantanee con carta di credito o bonifico bancario a costo 0.

Ma se vuoi iniziare un PAC?

Migliori broker per PAC su ETF

Oltre al già citato Trade Republic puoi avvalerti dei servizi di

  • Fineco
  • Directa
  • Scalable Capital

Fineco

Italiano, è un broker storico.

Il suo piano Replay permette di investire in modo ricorrente e automatico su moltissimi ETF.

Il suo funzionamento è semplice: basterà scegliere all’inizio su quali ETF investire e quale importo mensile per ognuno di essi.

Con un costo fisso di 2,95 euro al mese per ETF, non è esattamente economico. Ma offre la possibilità di sospendere per i mesi in cui non si effettuano operazioni.

La piattaforma è davvero semplice da utilizzare.

E il servizio clienti è di altissima qualità.

In linea di massima risulta essere davvero interessante se si pensa ad investimenti piuttosto sostanziosi. Diversamente, in caso di somme più contenute, potrebbe rivelarsi piuttosto oneroso.

Directa

Questo broker è particolarmente adatto per detenere a medio-lungo termine gli ETF.

Il conto di trading, infatti è a zero spese. E vale sia per l’apertura che per il mantenimento e la chiusura.

Così come sono a zero spese molti ETF.

L’unico limite consiste nel fatto che l’offerta è circoscritta alla Borsa italiana e Xetra.

Un limite non da poco in considerazione del fatto che borse come quella di Londra ed Euronext, dove si concentrano le maggiori negoziazioni su ETF, sono escluse.

Tuttavia ciò risulta accettabile alla luce dei costi moto contenuti.

Infine, le piattaforme proprietarie sono user friendly e molto pratiche da utilizzare.

Scalable Capital

E’ il broker per i PAC su ETF per eccellenza.

Infatti con Scalable è possibile costruire dei piani di risparmio senza commissioni a partire da 1 euro. 

E automatizzando i tuoi investimenti a costo zero.

Anche Il conto è a zero spese.

Non ci sono costi per l‘apertura, il mantenimento o la chiusura e non sono previsti nemmeno costi per la custodia degli ETF.

Con queste caratteristiche, ça va sans dire, è ideale per investire nel medio-lungo periodo, e massimizzare i benefici dell’interesse composto in un arco temporale di diversi anni.

Miglior robo Advisor ETF: Moneyfarm

Fino a questo momento abbiamo parlato di soluzioni che ti permettono di investire in exchange traded fund in completa autonomia.

Ma se questa non fosse la tua scelta?

Puoi optare per un consulente finanziario, meglio se indipendente.

Oppure il mondo degli investimenti mette a disposizione un’alternativa: il robo advisor.

Professionisti online che coniugano risorse tecnologiche ( come algoritmi) e umane.

Il risultato è una consulenza ibrida, più efficiente e meno costosa.

Il migliore a disposizione per gli investitori italiani è Moneyfarm

E si occupa sia della strategia di investimento che di effettuare i ribilanciamenti necessari per tutta la sua durata.

Il conto è senza costi e le commissioni  (1% – 0,75% – 0,5% – 0,4%)  variano a seconda dei capitali investiti.

E’ la soluzione ideale se vuoi delegare la gestione attiva dei tuoi ETF.

Perché scegliere con attenzione i broker ETF? Le conclusioni

Che si tratti di trading o di investimenti su ETF la scelta del broker è fondamentale.

E deve sempre tenere presenti molte variabili: autorizzazioni, controlli , sicurezza, costi, sede e molto altro.

Ma nella scelta dei migliori broker ETF le variabili in gioco hanno un peso decisamente diverso.

Questo perché nella negoziazione degli exchange traded fund si adottano strategie operative legate all’investimento.

Ciò implica un’operatività molto ridotta rispetto, ad esempio al trading intraday.

Quindi, in un’ottica di lungo periodo variabili come

  • sicurezza del broker
  • servizio di assistenza
  • costi generali di tenuta dei conti e di deposito

assumono una rilevanza decisamente maggiore.

Per questo motivo è sulla base di questi parametri che devi operare la scelta.

Detto questo, vale la pena rimarcare che i 6 broker presentati, sono quelli che fra tutti rispondono a quei criteri necessari per permetterti di operare nel modo migliore e con la massima sicurezza.

Buon trading!