Sei sei un investitore alla ricerca di informazioni sulle obbligazioni Intesa San Paolo di prossima emissione, questo articolo potrebbe fare al tuo caso. Mettendoci nei panni dei nostri lettori, ci siamo chiesti quali argomenti potrebbero essere più interessanti per chi è solito investire in obbligazioni bancarie emesse da un istituto molto prestigioso come Intesa SanPaolo.

Il tema delle nuove emissioni è, dal nostro punto di vista, non solo interessante ma anche fondamentale se l’obiettivo è quello di diversificare i propri risparmi destinando una quota del capitale ai miglior bond in circolazione.

Questo articolo si sviluppa in due parti. Nella prima sono riportate tutte le nuove emissioni di obbligazioni Intesa SanPaolo. Per ogni bond collocato sul mercato dalla banca guidata da Messina, sono riportate le informazioni salienti a partire dal codice ISIN (indispensabile per l’identificazione del titolo), fino all’ammontare emesso, alla cedola riconosciuta ai risparmiatori e al prezzo di collocamento.

Nella seconda parte, invece, ci occuperemo di argomenti più generali e delle opinioni sulle obbligazioni Intesa Sanpaolo. Due le domande alle quali proveremo a dare una risposta: dove è possibile comprare i bond emessi da questa banca e, soprattutto, a chi si rivolgono i bond Intesa SP.

Auguriamo una buona lettura a tutti gli investitori che ci seguono!

Nuove emissioni obbligazioni Intesa Sanpaolo 2022

Prosegue il 2022 all’insegna delle nuove emissioni obbligazionarie per Intesa Sanpaolo. A metà settembre la banca guidata da Messina ha collocato un bond decennale subordinato in Sterline per un ammontare pari a 350 milioni di GBP. Il titolo presenta cedola semestrale e un rendimento che si dovrebbe attestare attorno al 9%. Molto forte la domanda che si è attestata a 950 milioni di sterline.

In precedenza a metà luglio Intesa Sanpaolo aveva emesso nuove obbligazioni bancarie in dollari. Il nuovo titolo presenta una durata iniziale pari a 2 anni con scadenza 13 luglio 2024 e offre una cedola annuale lorda del 4,3%. Per conoscere tutti i dettagli di questa nuova emissione, è sufficiente consultare il paragrafo corrispondente.

In precedenza, giorno 23 marzo, la banca guidata da Messina ha collocato obbligazioni perpetue di tipo At1 per oltre 1 miliardo di euro. Il collocamento è avvenuto presso investitori istituzionali. Molto forte la domanda che è stata pari a oltre 3 miliardi di euro.

L’emissione presenta un taglio minimo di 200mila euro e sarà scambiata alla Borsa del Lussemburgo. I bookrunners del collocamento sono stati BNP Paribas, BofA, Citi, IMI, Morgan Stanley, Deutsche Bank e UBS.

Nuove obbligazioni Intesa Sanpaolo in Sterline: caratteristiche

Le nuove obbligazioni Intesa Sanpaolo in Sterline sono di tipo subordinate, sotto classe Lower Tier II. La data di scadenza del nuovo bond è il 20 settembre 2032 (la durata è quindi decennale). Il rendimento atteso dovrebbe essere pari attorno all’8,54%. Le obbligazioni, infatti, si sono collocate in area 545 punti sopra il rendimento del Gilt decennale. Vantaggio di questo tipo di bond è il meccanismo di blocco delle cedole, tipico dei subordinati privilegiati. Un elemento di rischio è invece il cambio tra Euro e Sterlina.

LEGGI ANCHE >>> Bond Intesa Sanpaolo in GBP: rendimento pazzesco per il nuovo Lower Tier II. Perchè è “privilegiato”?

Nuove obbligazioni Intesa Sanpaolo in dollari Usa ISIN XS2499922834: caratteristiche

La nuova emissione Intesa Sanpaolo denominata in dollari Usa ha avuto un ammontare pari a 200 milioni di euro. Molto forte la risposta del mercato anche alla luce del forte tasso di interesse corrisposto dal titolo. L’alta cedola (4,30% che considerando la tassazione sulle obbligazioni si riduce al 3,182%, un livello comunque molto interessante), ha però un prezzo che è rappresentato dal rischio cambio (stiamo infatti parlando di bond denominati in dollari).

Nel caso in cui l’Euro si dovesse rafforzare nel cambio con il dollaro, il sottoscrittore dovrebbe fare i conti con una perdita in conto capitale. Il valore delle cedole annuali e del capitale rimborsato alla scadenza, subirebbe una riduzione se espresso in Euro. Per ora il rischia cambio non c’è (Eur/Usd viaggia sulla parità) ma tutto potrebbe cambiare in poco tempo.

Per quello che riguarda le altre caratteristiche, ricordiamo che Intesa Sanpaolo gode di giudizi “investment grade” tra le principali agenzie di rating internazionale. Nel dettaglio:

  • BBB per S&P
  • BBB per Fitch
  • Baa1 per Moody’s.

Nuove obbligazioni subordinate perpetue Intesa Sanpaolo di tipo At1: caratteristiche

Il nuovo bond subordinato di tipo At1 collocato da Intesa Sanpaolo presenta rendimento del 6,375%, oltre 1 punto percentuale in più rispetto alla precedente emissione di uno strumento simile che era stata effettuata dalla banca italiana nel 2020. Come hanno messo in evidenza alcuni analisti, il rendimento è schizzato in alto a causa della guerra in atto in Ucraina. Le nuove obbligazioni presentano cedola semestrale variabile.

L’At1 è callable ossia richiamabile da parte dello stesso emittente a partire dal 30 marzo 2028 e, a partire dal quel momento, ad ogni scadenza della cedola. Il coupon resta fisso fino alla data di reset che è fissata per il 30 settembre 2028.

Il regolamento prevede che nel caso in cui l’indice di solvibilità di Intesa SP, il Cet 1 ratio transitorio, dovesse registrare un ribasso sotto al 5,125%, si attiverebbe, in automatico, un trigger event. Alla fine del 2021, questo dato si collocava ampiamente sopra, al 14,5%.

A differenza di altri strumenti di debito di tipo ibrido, le obbligazioni Additional Tier 1 non vengono mai convertite in capitale.

Obbligazioni Intesa Sanpaolo tasso fisso in franchi svizzeri ISIN XS2445142867

Il 2022 di Intesa Sanpaolo si è aperto con ben 3 nuove emissioni molto interessanti. I tre titoli collocati ad inizio anno sono molto particolari. Si tratta, infatti, di obbligazioni a tasso fisso in franchi svizzeri e di due obbligazioni Intesa Sanpaolo denominate in dollari.

Di seguito riportiamo le caratteristiche delle obbligazioni Intesa Sanpaolo di prossima emissione, adottando come riferimento il codice ISIN (per capire come funziona questo indicatore rimandiamo alla nostra guida su come funzionano le obbligazioni).

La prima nuova emissione di bond Intesa Sanpaolo di cui ci occuperemo è a tasso fisso (a proposito, ecco le migliori obbligazioni tasso fisso 2022) ed è denominata in Franchi Svizzeri. Il codice ISIN identificativo è XS2445142867.

Si tratta di un bond di durata 6 anni (data di scadenza 21/2/2028) che prevede il pagamento di cedole annuali fisse lorde pari all’1,05%. La quotazione di questo bond collezione avviene direttamente sul mercato MOT e su EuroTLX. Il prezzo corrente è 99,73. Il rimborso avviene alla pari mentre il taglio minimo per comprare questo bond è di 2000 franchi svizzeri.

LEGGI ANCHE >>> Bond perpetuo Intesa Sanpaolo At1

Obbligazioni Intesa SanPaolo in dollari Usa ISIN XS2444704758 / ISIN ISIN XS2444707850

Nuove obbligazioni in dollari Usa per Intesa Sanpaolo. La banca guidata da Messina ha collocato due nuovi bond a tasso fisso denominati in valuta americana sempre nell’ambito della Tipologia di Prodotto Collezione.

Le caratteristiche delle due obbligazioni sono molto diverse. La prima (ISIN XS2444704758) ha durata pari a 5 anni, e prevede il pagamento di cedole annuali fisse lorde del 2,80%. Il prezzo di quotazione corrente è 99,6. La seconda (ISIN XS2444707850) ha durata pari a 8 anni e prevede cedole annuali lorde crescenti, secondo il meccanismo Step Up/Down, dal 2,00% al 4,40% (2.80% – 2.80% – 3.60% – 3.60% le cedole intermedie). Prezzo dello strumento 99,63%.

Chi vuole comprare le due nuove obbligazioni Intesa Sanpaolo denominate in Dollari Usa dovrà sostenere un investimento di almeno 2000 dollari (taglio minimo).

Grazie alle tre nuove emissioni di obbligazioni Intesa Sanpaolo, l’offerta di bond quotati direttamente sui mercati si amplia ancora di più. Gli investitori che vogliono inserire questo tipologia di prodotto nei loro portafogli, hanno a disposizione ben 59 obbligazioni della serie Collezione. Grazie ad un’offerta così ampia è possibile inoltre scegliere tra ben 6 differenti valute e molteplici strutture cedolari.

Le tre nuove obbligazioni Intesa Sanpaolo serie Collezione, si affiancano a due altre emissioni messe a segno nella parte finale dell’anno. Ovvero:

  • Bond Intesa Sanpaolo Tasso Fisso in dollari Usa ISIN XS2407748016 (emissioni novembre 2021)
  • Bond Intesa Sanpaolo Tasso Fisso in dollari Usa ISIN XS2395954998 (emissione ottobre 2021).

Dove comprare le obbligazioni Intesa Sanpaolo

Dove si possono comprare le nuove obbligazioni Intesa Sanpaolo? Tutti i bond emessi dalla banca possono essere acquistati su MOT e su EuroTLX di Borsa Italiana. Le obbligazioni possono essere anche comprate (e rivendute prima della scadenza) rivolgendosi alla propria banca o al proprio intermediario.

Sia l’acquisto che il pagamento degli interessi e il rimborso del capitale vengono effettuati nella valuta di emissione il che significa attenzione al fattore cambio.

Obbligazioni Intesa Sanpaolo opinioni: a chi convengono?

Concludiamo questo report dedicato alle obbligazioni Intesa Sanpaolo con le opinioni. A chi sono rivolti i bond emessi dalla banca italiana? Alla luce della nostra esperienza il prodotto è indicato ad investitori che presentano un orizzonte temporale in linea con quella che è la durata delle specifiche nuove emissioni.

Chi compra azioni Intesa Sanpaolo ha conoscenze dei meccanismi della finanza e degli investimenti ma soprattutto è più spinto ad inserire in portafogli strumenti che sono basati sul rimborso del nominale a scadenza.