A causa dell’emergenza del Coronavirus, la maggior parte del popolo italiano è stata costretta a trascorrere gran parte della giornata chiusa in casa. La cosa, oltre a non essere affatto piacevole, ha comportato un maggiore consumo di luce e di gas. Questo ha portato molte persone a riflettere sull’importanza di risparmiare sui consumi domestici. Sapere come risparmiare sulla bolletta risulta fondamentale affinché non si paghi un eccessivo consumo di luce e gas.

Ecco alcune dritte che possono esserti estremamente utili su questo argomento.

Come risparmiare sulla bolletta: compilazione corretta dei dati

risparmiare sulla bolletta compilazione dati

Prima cosa da valutare, per risparmiare soldi sui consumi energetici, consiste nel controllare se i dati inseriti sono giusti. A volte, infatti, alcuni errori di distrazione, alquanto banali, possono comportare un aumento sui costi. In altre occasioni, poi, il codice in bolletta potrebbe non coincidere con quello presente sul contatore.

LEGGI ANCHE – Dove mettere i risparmi

Calcolo dei consumi, lettura della bolletta elettrica e scelta conseguente del fornitore

Se hai come intento primario quello di alleggerire i costi in bolletta, devi leggere dettagliatamente le informazioni sulla bolletta, comprenderne il significato, fare una cernita dei fornitori e valutare quello che ti propone la tariffa più interessante, in base alle tue effettive esigenze. Considera sempre le fasce orarie e la tipologia di tariffa. In occasione del coronavirus, la vita di tanti italiani (e non solo) è drasticamente cambiata e lo smart working, in termini di consumi energetici domestici, è un costo con cui occorre confrontarsi. Soltanto se sei in grado di comprendere bene i consumi stimati, ti puoi rendere conto se la cifra che vai a pagare è proporzionata o meno.

A fronte di eventuali discrepanze, le probabilità che qualcosa non quadri sono piuttosto elevate. Costi, valori e voci sono sempre presentate nella maniera più ordinata possibile. Se alcuni parametri sono fissi, tipo lo Stato, i servizi, il fornitore e la distribuzione, occorre constatare che il consumo invece è variabile. Questo tipo di discorso è valevole anche in riferimento a come risparmiare sulla bolletta del gas e a come risparmiare sulla bolletta del telefono.

LEGGI ANCHE – Come risparmiare sul carburante auto e non consumare troppo

Come risparmiare sulla bolletta: optare per una tariffa monoraria

come risparmiare sulla bolletta con tariffa monoraria

In una fase storica, dove per forza di cose sei obbligato a rimanere chiuso in casa, tra telelavoro e ferie obbligate, le mura domestiche vengono vissute in maniera radicalmente opposta rispetto al passato. Per questo motivo, alla tariffa bioraria, è meglio preferire quella monoraria, per il semplice motivo che buona parte dei consumi energetici saranno diurni. Le cose sono decisamente diverse sia per chi lavora in ufficio che per le famiglie, sia che si sfruttino i dispositivi tecnologici per ragioni professionali che quelli di entertainment per motivazioni di svago. Con la tariffa monoraria i costi sono sostanzialmente bloccati, perché non sei tenuto a porti il problema se fare la lavatrice di giorno o di sera o a che ora accendere il riscaldamento.

LEGGI ANCHE – Come investire i risparmi oggi

Lampadine a LED

In un lasso di tempo, dove stare a casa è purtroppo una scelta forzata, è bene non cadere nella tentazione di tenere la luce accesa. Altrimenti, il salasso sarà logica conseguenza. Fare affidamento sulle lampadine a LED è scelta intelligente. Il motivo? Sono decisamente più efficienti rispetto alle lampadine tradizionali ad incandescenza.

Tinteggiare le pareti con colori chiari

Forse è giunto il momento di tinteggiare nuovamente le pareti di casa. Prediligere i colori chiari si conferma una decisione sensata, nell’ottica di risparmiare sulla bolletta, visto che la luce viene riflessa e si risparmia energia elettrica.

LEGGI ANCHE – Acquistare online vino, olio e acqua senza uscire di casa: la guida

Come risparmiare sulle bollette: utilizzo intelligente degli elettrodomestici e dei dispositivi tecnologici

come risparmiare sulle bollette elettrodomestici

Che gli elettrodomestici diano un valido supporto nelle mansioni di casa, è evidente. Occorre, tuttavia, saperli scegliere bene, se intendi verificare come risparmiare sulla bolletta. Se sei costretto a trascorrere gran parte della tua giornata chiuso all’interno delle quattro mura domestiche, i consumi energetici potrebbero schizzare alle stelle, se non presti attenzione alle scelte. Gli elettrodomestici incidono in media sul 75% dei costi in bolletta. Ergo, per spendere di meno, è bene investire un po’ di più in fase iniziale, puntando su classi energetiche come la A, la A+ e la A++.

Lavatrici, lavastoviglie, frigoriferi in classe A si confermano efficaci dispositivi casalinghi, in grado di offrire prestazioni eccellenti e massimo rispetto dell’ambiente. E in più, non gravano poi tanto sull’economia familiare. Leggi perciò sempre le etichette.

La lavatrice va sempre, nei limiti del possibile, utilizzata nelle ore notturne, visto che la tariffa è agevolata. La cosa è chiaramente fattibile, solo se vivi in una casa indipendente. Solo in questo caso puoi infatti programmare i cicli di lavaggio. Per ciò che concerne il prelavaggio, se lo scopo principale è risparmiare in bolletta, è opportuno evitarlo. In termini energetici, oltre che idrici, è davvero dispendioso. Sempre in relazione all’impiego della lavatrice, è scelta saggia stare alla larga dai lavaggi bollenti. Optare per un programma di 60 gradi piuttosto che per uno di 90, ti consente di risparmiare grosso modo il 30%.

LEGGI ANCHE – Luce e gas: aumenti in bolletta da ottobre, le percentuali

Acquistare una lavastoviglie di classe energetica A++, vuol dire risparmiare mediamente 60 euro annui sulla bolletta elettrica, rispetto ad un modello tradizionale. Ti consiglio sempre di procedere con cicli di lavaggio a pieno carico e di abbandonare l’idea dell’asciugatura con aria calda. Basta lasciare lo sportello aperto per spendere il 40% in meno.

I dispositivi hi-tech, specie per via di componenti tecnici che richiedono molta energia, come ad esempio i display in alta definizione o i super-processori, consumano davvero molto. Lo stesso dicasi per la lavatrice, la lavastoviglie, il forno, l’aspirapolvere ed il televisore. Perciò, ricordati di utilizzarli con criterio. Ad uso ultimato, spegnili del tutto. Non con il telecomando, ma togliendo la presa. Solo in questo modo, spendere di meno non diventa una mera utopia.

LEGGI ANCHE – Come fare la spesa rapidamente e risparmiare: i consigli

Conclusioni

Ora sai come risparmiare sulla bolletta. Tenendo conto di questi accorgimenti, le probabilità di dover fronteggiare spese impreviste saranno ridotte ai minimi termini.