Quali sono le migliori obbligazioni da comprare nel 2021? Considerando quelli che sono i tempi attuali, una domanda simile è in grado di mandare in tilt anche gli investitori più esperti. Questo avviene perchè a causa delle politiche monetarie molto espansive delle banche centrali, investire in obbligazioni non è più conveniente come una volta.

Giusto per fare un esempio e sgombrare così il campo da ogni equivoco: nel mese di dicembre 2020 il BTP decennale aveva un rendimento di appena lo 0,6% netto. Un tasso molto basso che, per forza di cose, non può che portare alla pigrizia finanziaria. E’ proprio a causa dei bassi rendimenti offerti che molti risparmiatori preferiscono lasciar perdere i bond e puntare su altri titoli per investire anche perchè c’è anche la variabile Covid19 da tenere in considerazione. Insomma il sentiment del mercato obbligazionario è tutto tranne che attraente. Questa situazione è talmente estremizzata che viene da chiedersi se davvero conviene comprare obbligazioni nel 2021.

Ci sono obbligazioni da comprare nel 2021?

Noi non siamo nessuno per dire che questa scelta sia giusta o sbagliata, quello che però possiamo fare è ricordare che, nonostante tutto, ci sono obbligazioni interessanti su cui investire nel 2021. E quando diciamo “interessanti” intendiamo obbligazioni che ti possono aiutare a far fruttare i risparmi.

Alla domanda su quali sono le migliori obbligazioni da comprare nel 2021, si può rispondere in due modi: facendo i “nomi delle obbligazioni” oppure indicando le tipologie di bond all’interno delle quali si possono trovare le occasioni più interessanti. Optiamo per la seconda strada (inutile fare nomi in un contesto ad alta volatilità come quello attuale) indicando tre differenti tipologie di bond che si prestano nell’anno appena iniziato ad essere inserite in un portafoglio diversificato (ovviamente non in posizione maggioritaria).

  • le fallen angels
  • le obbligazioni convertibili
  • le obbligazioni inflaction linked

Nei paragrafi successivi spiegheremo perchè investire in queste tipologie di obbligazioni potrebbe essere conveniente alla luce di quello che è i contesto attuale di riferimento.

Come avrai certamente notato dalla short list sopra riportata non ci sono titoli di stato tradizionali tra le obbligazioni da comprare nel 2021. A prescindere da quella che è l’autorità emittente, quindi, i bond sovrani standard non attirano. I primi due tipi di bond inseriti nell’elenco fanno parte dell’universo eterogeneo delle obbligazioni societarie (clicca qui per sapere cosa sono e quali sono i vantaggi) mentre il terzo, il più delle volte, è riconducibile a Stati ma si presenta molto più competitivo rispetto ai titoli di stato tradizionali.

Chi emette i primi due tipi di bond, paga agli investitori, cioè agli acquirenti, gli interessi maturati periodicamente. Inoltre, alla scadenza di ciascun bond corporate è anche previsto il pagamento del capitale spettante. I risparmiatori ossia vengono rimborsati per l’acquisto effettuato, una volta giunti alla data di scadenza di questo strumento finanziario.

Il rimborso delle obbligazioni societarie viene effettuato sulla base del valore nominale (quindi quello teorico, e non quello reale che può essere condizionato da vari fattori).

Quali obbligazioni comprare nel 2021? Previsioni

Il contesto di riferimento è il primo elemento da tenere in considerazione quando si è alla ricerca delle migliori obbligazioni da acquistare. Verso la fine del 2020, come sempre avviene nelle fasi di passaggio verso l’anno nuovo, numerosi analisti hanno pubblicato report con le previsioni 2021 per il mercato azionario.

L’opinione prevalente è che i titoli di stato continueranno ad avere un appeal quasi nullo in un contesto generale in cui, in caso di aggravamento della pandemia di covid19, ci potrebbe immediatamente essere una vera e propria fuga verso gli investimenti più sicuri a costo di sacrificare i rendimenti. Le previsioni sulle obbligazioni 2021, quindi, cambiano a seconda della variabile coronavirus.

Non tutti i segmenti del mercato obbligazionario, però, si potrebbero muovere nella stessa direzione. Ai rendimenti risicati della carta emessa dagli Stati potrebbero infatti corrispondere rendimenti più interessanti da parte delle società. Bond corporate, quindi, certamente da tenere in considerazione ma sempre prestando massima attenzione a solidità e prospettive dell’emittente poichè il rischio insolvenza, a causa del covid19, è molto alto soprattutto in alcuni settori.

I gestori sembrano preferire le obbligazioni estere a partire da quelle cinesi. Meno appeal per il debito dei paesi sviluppati.

Per quello che riguarda il rapporto con le altre asset class, è ipotizzabile che gli investitori continuino a cercare sicurezza nel mercato del reddito fisso. In tal senso le obbligazioni potrebbero essere un porto sicuro anche nel 2021 vista la loro capacità di meglio gestire la volatilità salvando il capitale.

In generale il comparto delle obbligazioni high yield sembrerebbe manifestare segni di stanchezza soprattutto per quello che riguarda i titoli emessi dai paesi emergenti e per quelli che sono legati al petrolio. E’ questo un effetto del crollo della domanda globale di oil.

Ultima piccola sulle previsioni obbligazioni 2021: governativi area euro stabili o addirittura al minimo, qualcosa di meglio per la carta Usa.

Poichè, alla luce del contesto di riferimento, non giro non sembra esserci granchè, è alle nicchie che è necessario guardare.

Fallen Angels

Tra le migliori obbligazioni da comprare nel 2021 ci sono le Fallen Angels. Letteralmente “angeli caduti”, si tratta di bond che sono emessi da società tradizionalmente solide ma che stanno attraversando un periodo di difficoltà, peggiorando la loro posizione nel rating.

Il rating è uno strumento che serve a classificare le imprese valutandone la solvibilità, quindi la loro affidabilità (leggi qui se vuoi sapere come conoscere il rating delle obbligazioni).

Le obbligazioni Fallen Angels offrono maggiori rendimenti rispetto alle obbligazioni tradizionali.

Inoltre, rappresentano un investimento abbastanza sicuro. Sebbene, ovviamente, esista comunque la possibilità che la società che le emette risulti insolvente in futuro: ciò si tradurrebbe in una perdita del capitale investito da parte degli acquirenti di tali obbligazioni.

Però è abbastanza improbabile che questo accada nel corso del loro periodo di validità.

Infatti tali società, avendo già subito un declassamento, difficilmente verranno declassate ulteriormente, almeno nel breve periodo. Di solito, dopo un declassamento mantengono la loro posizione di rating per un periodo di tempo piuttosto lungo.

Bond inflation linked

I bond inflation linked sono obbligazioni che pagano interessi in rapporto all’inflazione. L’inflazione è l’aumento prolungato generale del livello medio dei prezzi di beni e servizi in un certo periodo di tempo, che comporta una diminuzione del potere di acquisto di una moneta.

Vale la pena acquistarli in un contesto di prezzi in crescita.

Sono asset che possono essere considerati tra le obbligazioni migliori da comprare attualmente. Per quale motivo? Perché in base a ciò che sostengono gli esperti, le attuali politiche monetarie molto espansive delle banche centrali potranno far aumentare l’inflazione. Su questo punto c’è una convergenza molto forte tra i vari analisti tanto che lo scenario rialzista sull’inflazione può essere considerato acquisito.

In più va considerato che, alla scadenza di queste obbligazioni, il patrimonio investito risulterà protetto rispetto alla svalutazione monetaria che potrebbe verificarsi. Il che è un altro aspetto positivo degno di nota.

Le obbligazioni inflation linked sono emesse soprattutto (ma non solo) da Stati ma non hanno nulla a che fare con i titoli sovrani tradizionali.

Obbligazioni convertibili

Le obbligazioni convertibili, anche note come convertible bonds, hanno un tasso di interesse fisso, e possono essere convertite in azioni.

Tali azioni ricevute in cambio delle obbligazioni, possono essere emesse sia dal rispettivo soggetto che ha emesso i convertible bond che da altri soggetti.

La conversione è volontaria: spetta all’investitore decidere se effettuarla. Se opta di non farlo, riceverà il denaro spettante (il rimborso del capitale) alla scadenza di ciascuna obbligazione comprata.

In pratica sono obbligazioni che si comportano come le altre, ma offrono una opportunità in più. Se vuoi conoscerle più da vicino ti rinviamo alla guida alle obbligazioni convertibili.

Perché vale la pena inserire questo asset tra le migliori azioni da comprare nel 2021? Perché sebbene siano più volatili delle obbligazioni tradizionali, sono meno rischiose delle azioni.

Dunque rappresentano una via di mezzo tra azioni e obbligazioni. E la loro volatilità simile a quella delle azioni potrebbe costituire un prezioso vantaggio, in quanto potrebbe consentire guadagni maggiori rispetto ad altre tipologie di obbligazioni.

Se le borse salgono, le obbligazioni convertibili aumentano il loro valore. Se invece le borse scendono, il loro valore non diminuirà eccessivamente. Anche perché alla scadenza, come per ogni tipo di obbligazione, è previsto il già citato rimborso del capitale. A meno che, nel mentre sono ancora valide, non si decida di convertirle in azioni.

Migliori obbligazioni da comprare nel 2021: opinioni finali

Tirando quindi le somme: in un contesto caratterizzato da tassi di interesse bassi, trovare le migliori obbligazioni da comprare nel 2021 diventa difficile. Le tipologie indicate, però, sono da tenere in considerazione perchè rispetto ad altri tipi di bond offrono qualcosa in più. Certo il livello di rischio è più alto ma, perdonate il gioco di parole, non è altissimo. Ci sono bond molto più rischiosi ma ve ne sono anche di più sicuri.

Tutto dipende da che tipo di investitore sei e anche dalla somma che hai a disposizione.

Se i tipi di obbligazioni indicati non ti soddisfano, consulta anche le altre risorse del sito. Eccone alcune selezionate per te: