Vuoi conoscere quale sarà la prossima asta di BTP in programma nel 2022? In questo post, in continuo aggiornamento, troverai tutte le informazioni sulle prossime emissioni di Buoni Poliennali del Tesoro. A prescindere da quella che à la durata del titolo emesso, potrai trovare tutte le ultime comunicazioni rilasciate dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

In particolare in questo articolo ci saranno aggiornamenti mensili su: prossima asta BTP a 10 anni, nuova emissione BTP a 5 anni, prossima asta BTP a 3 anni e, per quello che riguarda i titoli più lunghi, nuove emissioni BTP a 30 anni.

L’aggiornamento del post è periodico nel senso che riprende quelle che sono le comunicazioni presenti sul sito del MEF alla sezione Annuncio Emissione Titoli.

Pur essendo il calendario dei collocamenti dei nuovi BTP deciso a grandi linee all’inizio di ogni anno, i dettaglio sulle singole emissioni vengono resi noti solo alcuni giorni prima l’effettivo collocamento. In questo articolo sono indicate le linea guida relative al calendario aste BTP 2022 che sono demandate poi alle comunicazioni mensili del Tesoro.

Prossima asta BTP gennaio 2022

Aste BTP gennaio 2022

Quali saranno quindi le prossime emissioni BTP in programma nel mese di gennaio?

Dopo il collocamento di un nuovo BTP trentennale avvenuto ad inizio mese e l’emissione giorno 13 di nuove tranche di BTP a 3 anni e BTP a 7 anni, l’attenzione è ora rivolta ai collocamenti del BTP Short Term (nuova emissione) e dei BTP€i previsti per giorno 26 gennaio 2022.

In questo post sarà dato spazio alle caratteristiche dei due BTP€i mentre, per quello che riguarda il BTP Short Term ci limitiamo ad evidenziare che si tratta della nuova emissione annunciata a fine dicembre 2021 nell’ambito della presentazione delle linee guida sul debito pubblico. In quella circostanza, il Tesoro comunicò che già nel primo trimestre 2022 ci sarebbe stata una nuova emissione del BTP Short Term.

Non sono invece nuove emissioni le due aste di BTP€i che si terranno giorno 26 gennaio.

Nel primo caso si tratta dell’undicesima tranche del BTP€i 5 Anni identificato dal codice ISIN IT0005415416. La data di scadenza del BTP indicizzato all’inflazione europea è il 15/05/2026. Il titolo paga una cedola pari allo 0,65% come si può leggere nella tabella in basso.

Tipologia TitoloBTP€i 5 AnniBTP€i 30 Anni
Vita Residuain corso di emissione19 anni
Codice ISIN IT0005415416IT0004545890
Trancheundicesimatrentasei-esima
Emissione29/06/202015/09/2009
Scadenza15/05/202615/09/2041
Cedola Annuale0,65%2,55%
Data pagamento cedola15/05/202215/03/2022
Importo minimo offerta**
Importo massimo offerta**
Giorni Dietimi74135
Provv. Collocamento0,175%0,275%
% Imp. Asta Supplementare15%15%
Importo Asta Supplementare 15% Imp.Ass.15% Imp.Ass.
Asta BTP€i 26 gennaio 2022

Note:

*: importo minimo riferito ad entrambe le emissioni 750 milioni di euro, importo massimo riferito ad entrambe le emissioni 1 miliardo.

Il secondo BTP€i che verrà collocato nella prossima asta ha invece durata pari a 30 Anni. In collocamento andrà la 36esima tranche del titolo identificato dal codice ISIN IT0004545890. La data di scadenza è il 15/09/2041 mentre la cedola è pari al 2,55%. Vita residua del BTP€i è di 19 anni.

Per quanto riguarda l’ammontare, il Tesoro ha indicato la seguente forchetta riferita ad entrambe le emissioni: estremo inferiore 750 milioni di euro ed estremo superiore 1 miliardo di euro.

In precedenza, come detto, il Tesoro aveva proceduto con i collocamenti di nuove tranche di titoli di stato a 3 e 7 anni già in corso di emissione. Nel caso dell’asta del BTP a 3 anni, in collocamento andrà la terza tranche del codice ISIN IT0005474330. La data di scadenza del titolo è il 15/12/2024. Il Tesoro ha intenzione di mettere sul piatto un importo minimo pari a 3 miliardi e un importo massimo pari a 3,5 miliardi di euro.

Per quello che riguarda la prossima asta BTP a 7 anni, invece, in collocamento andrà la terza tranche del titolo identificato dal codice ISIN IT0005467482 in scadenza il 15/02/2029. In questo caso la cedola corrisposta è pari allo 0,45%. Ammontare minimo e ammontare massimo pari, rispettivamente, a 3 miliardi e a 3,5 miliardi.

Nella tabella seguente sono riportate tutte le caratteristiche dell’emissione BTP del 13 gennaio 2022.

Tipologia TitoloBTP a 3 anniBTP a 7 anni
Vita Residuain corso di emissionein corso di emissione
Codice ISIN IT0005467482IT0005467482
Trancheterzaterza
Emissione16/12/202115/11/2021
Scadenza15/12/202415/02/2029
Cedola Annuale0%0,45%
Data pagamento cedola15/06/202215/02/2022
Importo minimo offerta3 miliardi 3 miliardi
Importo massimo offerta3,5 miliardi3,5 miliardi
Giorni Dietimi3263
Provv. Collocamento0,10%0,15%
% Imp. Asta Supplementare20%20%
Importo Asta Supplementare 700 milioni 700 milioni
Asta BTP 13 gennaio 2022

La seconda asta del mese riguarda un BTP Short term e un BTPei e si terrà giorno 26 gennaio con comunicazione sulle specifiche il 21. Infine è prevista anche un’asta BTP di fine mese.

Giorno 28, come da calendario, andranno in collocamento titoli a medio a lungo termine. In questo caso la comunicazione è prevista per il 25 gennaio.

Ma torniamo ai programmi specifici per il primo trimestre del nuovo anno contenuti nelle Linee guida per la gestione del debito pubblico nel 2022. Nel periodo compreso tra gennaio e marzo, due saranno le nuove emissioni significative, una riguarda un BTP Short Term e l’altra un BTP a 5 anni con scadenza 01/04/2027. Il MEF è anche già fissato l’ammontare di questa emissione che è pari a 10 miliardi di euro.

Oltre a queste nuove emissioni, sempre nel primo trimestre 2022, è anche prevista l’offerta di nuove tranche di titoli che sono in corso di emissione. E’ in questo gruppo che è possibile trovare anche BTP a medio e lungo termine come il BTP emesso in data 01/11/2021 e scadenza 01/06/2032 (offre una cedola pari allo 0,95%) o il BTP emesso il 15/11/2021 e scadenza 15/02/2029 (offre una cedola pari allo 0,45%).

Le nuove emissioni e i collocamenti di nuove tranche di bond già emessi avverranno nel primo trimestre del nuovo anno ma non specificato in quale mese. Potrebbero avvenire a gennaio ma anche successivamente.

Emissioni BTP dicembre 2021

Calendario aste BTP dicembre 2021

Come da programma, la prossima emissione di BTP ci sarà giorno 14 dicembre 2021. A confermarlo è stato il MEF con comunicazione del 9 dicembre. Il collocamento del 14 sarà il penultimo dell’anno (per conoscere quando è prevista l’ultima emissione BTP del 2021 si vada alla parte finale di questo paragrafo).

Per quello che riguarda l’emissione del 14 dicembre, l’asta ha ad oggetto titoli a medio e lungo termine. Nello specifico in collocamento andrà un BTP triennale. Si tratta di una lunghezza molto particolare che interessa soprattutto chi è interessato ad investire nel breve periodo.

Quindi ricapitolando: la prossima emissione BTP a 3 anni ci sarà il 14 dicembre. In realtà si tratta di una nuova emissione essendo il titolo una prima tranche. Il codice ISIN del BTP triennale è in corso di emissione. La data di scadenza è il 15/12/2024. La cedola annua che il titolo riconosce è dello 0%. Molto stretto l’intervallo dell’ammontare che oscilla tra minimo di 34 miliardi di euro e un massimo di 3,5 miliardi.

Nella tab in basso sono indicate tutte le caratteristiche dell’emissione BTP a 3 anni in programma il 14 dicembre 2021.

Tipologia TitoloBTP a 3 anni
Vita Residuain corso di emissione
Codice ISIN da attribuire
Trancheprima
Emissione16/12/2021
Scadenza15/12/2024
Cedola Annuale0%
Data pagamento cedola15/06/2022
Importo minimo offerta3 miliardi
Importo massimo offerta3,5 miliardi
Giorni Dietimi0
Provv. Collocamento0,10%
% Imp. Asta Supplementare30%
Importo Asta Supplementare 1,05 miliardi
Asta BTP 14 dicembre 2021

Inizia un nuovo mese e, come di consueto, la nostra attenzione va al calendario delle emissioni di BTP. Come sempre non ci sono dettagli sulla tipologia di titoli di stato che verranno collocati nel corso del mese ma, utilizzando la comunicazione rilasciata dal Tesoro ad inizio anno è comunque possibile avere delle prime indicazioni sulle date delle prossime aste di BTP.

Come si può vedere dall’immagine in alto, la prima emissione ci sarà giorno 14 dicembre e sarà preceduta da una comunicazione ufficiale sulla tipologia di titoli in collocamento (durata, cedola e forchetta ammontare) che verrà rilasciata il 9 dicembre.

Una seconda emissione ci sarà poi giorno 30. La comunicazione sui dettagli dell’ultima asta BTP del 2021 è prevista per il 27 dicembre, dopo Santo Stefano.

Quindi in base alle indicazioni contenute nel calendario emissione 2021, nel mese di dicembre ci saranno due aste di BTP. Un finale d’anno soft.

Emissioni BTP novembre 2021

Calendario Aste BTP novembre 2021

La terza e ultima asta BTP di novembre è in programma per martedì 30, ultimo giorno del mese. Come comunicato dal METF il 25 novembre, l’ultima emissione di titoli di stato italiani del mese corrente riguarderà un titolo a 5 anni e uno a 10 anni. Inoltre è anche previsto il collocamento di un CCTeu con durata settennale.

La notizia della nuova emissione di un BTP a 10 anni è molto positiva per i risparmiatori che sono interessati a questa scadenza. In realtà, però, si tratta di una nuova tranche, la terza, del titolo identificato dal codice ISIN IT0005466013.

Vediamo di seguito i dettagli della prossima asta BTP in programma il 30 novembre 2021. Per quello che riguarda il titolo settennale, si tratta della nona tranche del BTP identificato dal codice ISIN IT0005454241. Il bond ha scadenza 1/8/2026 e una cedola annuale dello 0%. Per questa emissione l’ammontare minimo offerto dal Tesoro è pari a 1,5 miliardi di euro, quello massimo a 2 miliardi di euro.

Molto più interessante per i risparmiatori di lungo periodo è l’emissione della terza tranche del BTP a 10 anni in programma sempre il 30 novembre 2021. In questo caso la data di scadenza del titolo è il 1/6/2032. L’emissione paga una cedola annuale dello 0,95%. L’importo minimo offerto è pari a 1,75 miliardi di euro mentre quello massimo ammonta a 2,25 miliardi di euro. Data di pagamento cedola 1/6/2022.

Per conoscere tutte le caratteristiche della prossima asta BTP di novembre (ultima del mese) si può fare riferimento al grafico in basso.

Tipologia TitoloBTP a 5 anniBTP a 10 anni
Vita Residuain corso di emissionein corso di emissione
Codice ISIN IT0005454241IT0005466013
Tranchenonaterza
Emissione01/08/202101/11/2021
Scadenza01/08/202601/06/2032
Cedola Annuale0%0,95%
Data pagamento cedola01/02/202201/06/2022
Importo minimo offerta1,5 miliardi 1,75 miliardi
Importo massimo offerta2 miliardi2,25 miliardi
Giorni Dietimi1231
Provv. Collocamento0,15%0,20%
% Imp. Asta Supplementare20%20%
Importo Asta Supplementare 400 milioni 450 milioni
Asta BTP 30 novembre 2021

La seconda asta di titoli di stato in programma per il mese di novembre si terrà giorno 25. La comunicazione è stata rilasciata dal MEF il 22. In collocamento andrà la 18esima tranche del BTP€i 10 Anni identificato dal codice ISIN IT0005387052. La data di scadenza del titolo indicizzato all’inflazione europea è il 15 maggio 2030.

Il BTP indicizzato all’inflazione dell’area Euro paga una cedola dello 0,40%. L’ammontare minimo offerto dal Tesoro per questa tranche sarà pari a 750 milioni di euro mentre quello massimo a 1 miliardo di euro.

Tipologia TitoloBTP€i 10 Anni
Vita Residuain corso di emissione
Codice ISIN IT0005387052
Tranchediciottesima
Emissione15/05/2019
Scadenza15/05/2030
Cedola Annuale0,40%
Data pagamento cedola15/05/2022
Importo minimo offerta750 milioni di euro
Importo massimo offerta1 miliardo
Giorni Dietimi14
Provv. Collocamento0,175%
% Imp. Asta Supplementare15%
Importo Asta Supplementare 150 milioni
Asta BTP€i 10 Anni 25 novembre 2021

Oltre al BTP€i 10 Anni, sempre giorno 25 ci sarà anche il collocamento della nona tranche del BTP Short Term scadenza 30/1/2024.

Giorno 11 novembre si è tenuta la prima emissione di titoli a medio e lungo termine del mese di novembre. La relativa comunicazione era stata rilasciata dal Tesoro giorno 8 novembre proprio mentre era in corso il collocamento del BTP Futura 2033. In asta sono andati titoli a 3 anni e a 7 anni.

Nel caso del titolo triennale si tratta della 7ima tranche del BTP identificato dal codice ISIN IT0005452989. La data di scadenza del prossima emissione del BTP a 3 anni è il 15/08/2024. Cedola dello 0%, l’ammontare minimo che verrà messo in collocamento dal Tesoro è pari a 1,5 miliardi di euro mentre quello massimo a 2 miliardi di euro.

Oltre al BTP a 3 anni, il prossimo 11 novembre andrà in collocamento anche la prima tranche del nuovo BTP a 7 anni (codice ISIN ancora da attribuire). Il titolo settennale ha scadenza 15/02/2029 e paga una cedola dello 0,45%.

Il Tesoro per questa lunghezza offrirà un importo minimo pari a 3,25 miliardi e un ammontare massimo pari a 3,75 miliardi di euro.

Nella tabella seguente sono indicate le caratteristiche delle due prossime emissioni di BTP.

Tipologia TitoloBTP a 3 anniBTP a 7 anni
Vita Residuain corso di emissionein corso di emissione
Codice ISIN IT0005452989da attribuire
Tranchesettimaprima
Emissione15/07/202115/11/2021
Scadenza15/08/202415/02/2029
Cedola Annuale0%0,45%
Data pagamento cedola15/02/202215/02/2022
Importo minimo offerta1,25 miliardi 3,25 miliardi
Importo massimo offerta2 miliardi3,75 miliardi
Giorni Dietimi920
Provv. Collocamento0,10%0,15%
% Imp. Asta Supplementare20%30%
Importo Asta Supplementare 400 milioni 1,125 miliardi
Asta BTP 11 ottobre 2021

ATTENZIONE >>> Con comunicazione dell’8 novembre, il Tesoro ha già reso noto che in considerazione delle ampie disponibilità di cassa non verranno emessi titoli con scadenza superiore ai 10 anni.

Emissioni BTP ottobre 2021

BTP ottobre 2021

ATTENZIONE >>> Il Tesoro ha annunciato l’emissione di un nuovo BTP Futura in collocamento dall’8 novembre 2021. Clicca qui per conoscere le caratteristiche del titolo riservato ai risparmiatori retail.

La terza e ultima asta BTP di ottobre si terrà 28 ottobre 2021. In collocamento andranno un BTP a 5 anni e uno a 10 anni (decennale). Inoltre è prevista anche l’emissione di un CCTeu a 7 anni.

Per quello che riguarda il BTP quinquennale, si tratta in realtà di un titolo in corso di emissione. Specificatamente si tratta della settima tranche del BTP a 5 anni identificato dal codice ISIN IT0005454241. La data di scadenza del titolo è l’1 agosto 2026. Il Tesoro ha fissato in 1,5 miliardi di euro l’ammontare minimo dell’emissione e in 2 miliardi quello massimo.

Giorno 28 ottobre sarà anche la data della prossima asta BTP a 10 anni. In questo caso di tratta di una nuova emissione (il codice ISIN è quindi da attribuire). La data di scadenza del nuovo BTP decennale è l’1 giugno 2032 mentre la cedola annua riconosciuta agli investitori ammonta allo 0,95%. Molto consistente il quantitativo offerto con l’ammontare minimo che è pari a 3,25 miliardi e quello massimo a 3,75 miliardi di euro.

Nella tabella in basso sono indicate la caratteristiche delle due emissioni.

Tipologia TitoloBTP a 5 anniBTP a 10 anni
Vita Residuain corso di emissionein corso di emissione
Codice ISIN IT0005454241da attribuire
Tranchesettimaprima
Emissione01/08/202101/11/2021
Scadenza01/08/202601/06/2032
Cedola Annuale0%0,95%
Data pagamento cedola01/02/202201/12/2021
Importo minimo offerta1,5 miliardi 3,25 miliardi
Importo massimo offerta2 miliardi3,75 miliardi
Giorni Dietimi920
Provv. Collocamento0,15%0,20%
% Imp. Asta Supplementare20%30%
Importo Asta Supplementare 400 milioni 1,125 miliardi
Asta BTP 28 ottobre 2021

La seconda asta BTP di ottobre è in programma per il 26. In collocamento andranno un BTP€i 30 Anni a 30 anni e un BTP Short Term. Le caratteristiche dell’emissione sono state annunciate giorno 21 ottobre.

Per quello che riguarda il BTP€i 30 Anni trentennale si tratta della sesta tranche del titolo identificato dal codice ISIN IT0005436701. La data di scadenza dell’emissione è il 15 maggio 2051 mentre la cedola ammonta allo 0,15%.

L’ammontare minimo che verrà offerto dal Tesoro è pari a 500 milioni di euro mentre quello massimo ammonta a 750 milioni di euro. La tabella in basso riassume tutte le caratteristiche dell’emissione. Chi fosse interessato ad investire nei BTP indicizzati all’inflazione europea può leggere la nuova guida su come funzionano i BTP€i.

Tipologia TitoloBTP€i 30 Anni
Vita Residuain corso di emis.
Codice ISIN IT0005436701
Tranchesesta
Emissione15/11/2020
Scadenza15/05/2051
Cedola Annuale0,15%
Data pagamento cedola15/11/2021
Importo minimo offerta500 milioni
Importo massimo offerta750 milioni
Giorni Dietimi166
Provv. Collocamento0,375%
% Imp. Asta Supplementare15%
Importo Asta Supplementare 112,500
Asta BTP 26 ottobre 2021

Ricordiamo che dopo la seconda emissione è prevista anche una terza emissione che si terrà il 28 ottobre con precedente comunicazione sui dettagli in uscita il 25 ottobre. L’ultima asta in programma per il mese di ottobre sarà a medio e lungo termine.

La prima asta BTP in programma il mese di ottobre si è tenuta giorno 13 come ribadito da comunicazione del MEF rilasciata venerdì 8. Nel review del Tesoro sono indicati i tipi di titoli di stato in emissione nonchè l’ammontare massimo del collocamento.

In asta giorno 13 andranno un BTP a 3 anni, uno a 7 anni e un titolo di stato a lunghissimo termine: il BTP a 30 anni.

Vediamo nel dettaglio quelle che sono le caratteristiche principali delle tre prossime aste BTP.

Per quello che riguarda il BTP triennale si tratta della quinta tranche del titolo identificato dal codice ISIN IT0005452989. La data di scadenza del BTP a 3 anni è il 15/08/2024. Il titolo prevede una cedola annuale dello 0%. L’ammontare minimo dell’emissione è pari a 2,5 miliardi di euro, quello massimo a 3 miliardi di euro.

In collocamento sempre il 13 ottobre 2021 ci sarà anche la nona tranche del BTP a 7 anni identificato dal codice ISIN IT0005445306. In questo caso la cedola annuale prevista è dello 0,5% mentre la data di scadenza è il 15 luglio 2028. Consistente l’ammontare dell’emissione che è compreso tra un minimo di 1,5 miliardi e un massimo di 2 miliardi.

Per finire giorno 12 sarà anche la data della prossima emissione di un BTP a 30 anni. Si tratta dell’ottava tranche del titolo identificato dal codice ISIN IT0005425233. La data di scadenza del BTP trentennale è l’1 settembre 2051. Il titolo paga una cedola annuale dell’1,7 per cento. L’ammontare minimo dell’emissione è 1 miliardo, mentre quello massimo è 1,5 miliardi.

Tipologia TitoloBTP a 3 anniBTP a 7 anniBTP a 30 anni
Vita Residuain corso di emis.in corso di emis.in corso di emis.
Codice ISIN IT0005452989IT0005445306IT0005425233
Tranchequintanonaottava
Emissione15/07/202117/05/202101/09/2020
Scadenza15/08/202415/07/202801/09/2051
Cedola Annuale0,0%0,50%1,7%
Data pagamento cedola15/02/202215/01/202201/03/2022
Importo minimo offerta2,5 miliardi1,5 miliardi1 miliardo
Importo massimo offerta3 miliardi 2 miliardi 1,5 miliardi
Giorni Dietimi619244
Provv. Collocamento0,10%0,15%0,35%
% Imp. Asta Supplementare20% 20%20%
Importo Asta Supplementare 600 milioni400 milioni300 milioni
Asta BTP 13 ottobre 2021

Come si può dedurre dai dati sopra riportati le prossime emissioni BTP in programma ad ottobre 2021 saranno concentrate a metà mese (la prima), quindi vuoto, e poi due altri collocamenti per la fine del mese.

La domanda che i risparmiatori si pongono è se nel mese di ottobre ci sarà o meno una (o anche più) delle tre nuove emissioni di titoli di stato che il Tesoro ha annunciato per quarto trimestre 2021.

A fine settembre, infatti, il Ministero dell’Economia e delle Finanze aveva reso noto che gli ultimi tre mesi del 2021 ci sarebbe state le seguenti tre nuove emissioni:

  • Un nuovo BTP a 3 anni in scadenza 15 dicembre 2024 (ammontare minimo dell’intero collocamento 9 miliardi di euro)
  • Un nuovo BTP a 7 anni in scadenza il 15 febbraio 2029 (ammontare minino dell’intera emissione 10 miliardi di euro)
  • Un nuovo BTP a 10 anni in scadenza l’1 giugno 2023 (ammontare minimo dell’intera emissione 10 miliardi di euro).

AVVERTENZA>>> Come puntualizzato dal MEF, l’intera emissione è valore che circolante dello specifico titolo dovrà necessariamente raggiungere per poter poi essere sostituito da una nuova emissione che ha la stessa scadenza.

Emissioni BTP settembre 2021

BTP settembre 2021

La prossima asta BTP medio e lungo termine di settembre si terrà giorno 29 e sarà l’ultima del mese in corso.

In collocamento andranno due BTP e un CCTeu. I due BTP avranno durata pari a 5 anni e 10 anni. Il titolo decennale può essere l’ideale per chi punta ad allunare il suo portafoglio andando sul sicuro con i titoli di stato.

Il BTP a 5 anni in collocamento mercoledì prossimo è la quinta tranche del Buono identificato dal codice ISIN IT0005454241. L’emissione non prevede il pagamento di una cedola annuale. La data di scadenza è l’1/8/2028. L’ammontare minimo che il Tesoro offrirà per questa lunghezza è pari a 1,5 miliardi di euro, quello massimo a 2 miliardi di euro.

Il vero appuntamento del 29 settembre, però, è con la nuova emissione del BTP a 10 anni. Nello specifico si tratta della sesta tranche del decennale in corso di emissione identificato dal codice ISIN IT0005449969. La cedola annuale prevista da questo BTP è dello 0,95% mentre la scadenza è l’1/12/2031.

Il Tesoro ha indicato in 2 miliardi l’ammontare minimo offerto mentre quello massimo è pari a 2,5 miliardi. Come risulta dal foglio informativo la data di pagamento della cedola annuale è l’1/12/2021.

Tipologia TitoloBTP a 5 anniBTP 10 Anni
Vira Residuain corso di emissionein corso di emissione
Codice ISIN IT0005454241IT0005449969
TrancheQuintaSesta
Emissione01/08/202101/06/2021
Scadenza01/08/202601/12/2031
Cedola Annuale0,00%0,95%
Tasso Annualizzato
Spread
Tasso cedolare semestrale
Data pagamento cedola01/02/202201/12/2021
Importo minimo offerta1,5 miliardi2 miliardi
Importo massimo offerta2 miliardi2,5 miliardi
Giorni Dietimi61122
Provv. Collocamento0,15%0,20%
% Imp. Asta Supplementare20%20%
Importo Asta Supplementare 400 milioni 500,00
Asta BTP 29 settembre 2021

La seconda emissione BTP di settembre è prevista per giorno 24. In emissione andranno un BTP€i a 10 anni e un BTP Short Term scadenza 30 gennaio 2024. Non sono invece previste emissioni standard di Buoni del Tesoro Poliennali.

Tra i due titoli, l’attenzione dei risparmiatori potrebbe essere rivolta soprattutto al BTP a 10 anni indicizzato all’inflazione europea. Si tratta della 16esima tranche del titolo in corso di emissione identificato dal codice ISIN IT0005387052. Il BTP€i decennale in emissione il prossimo 21 settembre, riconosce una cedola annuale dello 0,4%. Per questo titolo, il Tesoro ha previsto un importo minimo offerto pari a 750 milioni di euro e un ammontare massimo pari a 1 miliardo.

Per il collocamento del titolo di stato sarà usato il meccanismo dell’asta marginale con determinazione discrezionale del prezzo di aggiudicazione.

La presentazione delle domande da parte del pubblico va effettuata entro il 23 settembre mentre per le domande in asta c’è tempo fino alle ore 11 del 24 settembre, giorno dell’emissione.

La tabella in basso contiene tutte le caratteristiche del BTP€i a 10 anni ISIN IT0005387052 in collocamento il 24/09.

Asta BTP€i a 10 anni 24 settembre 2021

Ricordiamo che a chiudere il mese ci penserà poi la terza comunicazione in programma il 24 settembre. La relativa asta, la terza del mese, si terrà il 29 settembre.

La prima emissione BTP di settembre si terrà giorno 14 settembre come confermato dalla comunicazione MEF del 9 settembre. L’emissione sarà di tipo medio e lungo termine. Nello specifico in collocamento andranno 3 titoli di stato con durata pari a: 3 anni, 7 anni e 30 anni.

Il titolo triennale è in realtà la quinta tranche del BTP in corso di emissione indicato con il codice ISIN IT0005452989. La data di scadenza del BTP a 3 anni in collocamento il 14 settembre è il 15/08/2024. Essendo un bond a breve termine non è prevista alcuna cedola (0%). Fissato il range di emissione: ammontare minimo è pari a 1,5 miliardi di euro, ammontare massimo a 2 miliardi di euro.

La seconda emissione in agenda il 14 settembre riguarda la settima tranche del BTP a 7 anni indicato dal codice ISIN IT0005445306. Anche in questo caso il risparmiatore avrà a che fare con un titolo in corso di emissione. La data di scadenza del prossimo BTP settennale è il 15/07/2028. In questo caso è prevista la presenza di una cedola che è pari allo 0,5%. L’ammontare massimo dell’emissione è di 2 miliardi mentre quello minimo è di 1,5 miliardi di euro.

I risparmiatori che si stanno chiedendo quando sarà la prossima asta BTP a 30 anni, hanno finalmente una risposta. Tra le emissioni in agenda il 14 settembre 2021, infatti, ve ne è una che riguarda un titolo trentennale. Nel dettaglio si tratta della sesta tranche del BTP identificato dal codice ISIN IT0005425233. La data di scadenza del BTP a 30 anni in asta a metà settembre è il 01/03/2023. La cedola prevista come remunerazione del risparmiatore è pari all’1,7 per cento. Ammontare minimo offerto pari a 1,25 miliardi mentre l’estremo massimo di emissione è pari a 1,75 miliardi di euro.

Emissioni BTP agosto 2021

Asta BTP agosto 2021

L’ultima asta BTP di agosto si terrà giorno 31. In collocamento andranno un BTP a 5 anni e uno a 10 anni. Ad annunciare la nuova emissione è stato il Tesoro con comunicazione del 26 agosto.

Nel caso del BTP quinquennale si tratta della terza tranche del titolo con codice ISIN IT0005454241. La data di scadenza di questo titolo è l’1 agosto 2026. Non è prevista alcuna cedola. Il Tesoro ha fissato l’ammontare minimo in 2 miliardi di euro e quello massimo in 2,5 miliardi di euro.

La prossima asta BTP a 10 anni, invece, riguarderà l’emissione della quarta tranche del titolo con codice ISIN IT0005449969. Il titolo presenta scadenza 1 dicembre 2031 e cedola dello 0,95%. In questo caso l’importo minimo è pari a 2,75 miliardi e quello massimo 3,25 miliardi.

Nella tabella in basso sono riassunte le caratteristiche dei due BTP in asta giorno 31 agosto 2021.

Asta BTP 31 agosto 2021

Oltre ai 2 BTP, in asta il 31 agosto andrà anche un CCTeu 7 Anni. Si tratta della quarta tranche del titolo identificato con codice ISIN IT0005451361.

Dopo un silenzio durato per tutte le prime tre settimane di agosto, giorno 23 il Tesoro ha finalmente fornito un aggiornamento sulla prossima asta BTP. L’appuntamento sarà per giorno 26 agosto quando è previsto il collocamento di un BTP Short Term scadenza 30 gennaio 2024 e di un BTP€i 5 Anni.

Per quello che riguarda il secondo titolo si tratta della nona emissione del bond indicizzato all’inflazione europea identificato dal codice ISIN IT0005415416. La data di scadenza del BTP€i è il 15 5 2026. Il titolo paga una cedola annuale dello 0,65%. Il Tesoro ha fissato l’ammontare minimo offerto in 750 milioni di euro mentre il range massimo è di 1 miliardo di euro.

Nello specchietto in basso sono indicate tutte le caratteristiche della prossima asta BTP€i.

Asta BTP€i 26 agosto 2021

Quale è il programma delle emissioni di BTP nel mese di agosto 2021? Con l’inizio del nuovo mese, l’attenzione dei risparmiatori è già rivolta al calendario delle nuove aste di titoli di stato. Come sempre avviene all’inizio di ogni nuovo mese, non è ancora disponibile il calendario completo delle prossime emissioni ma bisogna accontentarsi delle informazioni desumibili dal programma di massima comunicato a fine 2020.

E’ dal calendario delle emissioni di titoli di stato che è possibile individuare le date calde di agosto.

ATTENZIONE >>> A differenza dei mesi scorsi anche il calendario generale ha subito un aggiornamento. Con comunicazione rilasciata a fine luglio (vedi i paragrafi in basso), il Tesoro ha annullato la prossima asta di BTP vale a dire quella che, secondo il calendario emissioni, era prevista per giorno 12 agosto con comunicazione il giorno 9 agosto. Alla luce di questo aggiornamento, la prossima asta BTP diventerà quella in programma giorno 26 agosto quando in collocamento andranno un CTZ e un BTP€i, i cui rispettivi ammontare saranno resi noti il 23 agosto.

Nuova asta di BTP anche a fine agosto (31) quando è previsto il collocamento di titoli a medio e lungo termine. La comunicazione sull’ammontare e le caratteristiche dell’asta BTP di fine agosto arriverà giorno 26.

Ricapitolando, ecco di seguito quali saranno le prossime aste BTP di agosto 2021:

  • Emissione del 12 agosto medio e lungo termine: annullata
  • Emissione del 26 agosto CTZ e BTP€i: confermata
  • Emissione del 31 agosto medio e lungo termine: confermata

A seguire tutti gli aggiornamenti.

Emissioni BTP luglio 2021

Aste BTP luglio 2021

Quando sarà la nuova asta BTP di luglio 2021? Il 26 luglio è arrivata comunicazione dal MEF sui dettagli della nuova emissione BTP in programma a fine mese ossia giovedì 29 luglio.

Per quella data è previsto il collocamento di un BTP a 5 anni e di un BTP a 10 anni (oltre che di un CCTeu a 7 anni).

Il BTP a 5 anni in collocamento è una prima tranche (codice ISIN ancora da assegnare). Il titolo ha scadenza 1 agosto 2026 e non paga alcuna cedola. Il MEF conta di collocare BTP quinquennali per un ammontare compreso tra minimo pari a 4 miliardi e un massimo pari a 4,5 miliardi.

Sempre per lo stesso giorno è prevista anche la prossima asta di BTP a 10 anni. In collocamento andrà la seconda tranche del titolo identificato dal codice ISIN IT0005449969. La data di scadenza dell’emissione è l’1 dicembre 2031 mentre la cedola annuale è dello 0,95%. L’importo minimo offerto dal Tesoro è pari a 2,5 miliardi mentre quello massimo ammonta a 3 miliardi. Tutte le altre informazioni nella tabella in basso.

Asta BTP 29 luglio 2021

In precedenza giorno 22 il MEF ha reso noto che il 2 agosto sarà effettuata un’operazione di rimborso parziale a scadenza avente ad oggetto il BTP 1 agosto 2021 (codice ISIN IT0004009673) per un importo pari a 5,42 euro miliardi di euro. L’operazione, ha precisato il Tesoro, sarà effettuata usando le risorse disponibili sul Fondo di ammortamento dei titoli di Stato.

A seguito del rimborso del BTP e in considerazione dell’ampia disponibilità di cassa connessa a questa operazione, non ci sarà la prossima asta BTP€i in programma per il 27 luglio 2021. La modifica al calendario delle aste non riguarda solo il mese di luglio ma anche il prossimo mese di agosto. La nuova emissione di BPP a medio e lungo termine prevista per il giorno 12 agosto 2021 è stata infatti annullata.

Alla luce di questo aggiornamento, nell’ultima settimana di luglio, si terranno solo: l’asta di BTP Short Term del 27 luglio e l’asta di medio e lungo termine del 29 luglio.

In relazione all’emissione del BTP Short Term in programma il 27 luglio, il MEF ha già fissato le condizioni. Si tratta del primo titolo di questa tipologia con durata pari a 30 anni (scadenza 30 gennaio 2024). Il titolo in emissione il 27 non avrà cedola, come tipico di questi bond. (qui tutte le caratteristiche del BTP Short Term).

Per quanto riguarda invece l’emissione di BTP del 29 luglio, la comunicazione ci sarà lunedì 26. Per ora si sa solo che l’asta sarà a medio e lungo termine.

La prima comunicazione rilasciata dal MEF per il mese di luglio è stata effettuata giovedì 8 e riguarda il collocamento di titoli di stato in programma giorno 13. In asta andranno BTP a medio e lungo termine.

Nel dettaglio la prossima asta BTP prevede il collocamento di un BTP a 3 anni, un titolo a 7 anni e uno a 15 anni. E’ presente, quindi, anche u BTP a breve termine.

Vediamo nel dettaglio tutte le caratteristiche della prossima asta BTP di inizio luglio.

Per quello che riguarda il BTP a 3 anni, in asta andrà la prima tranche di un titolo con codice ISIS da assegnare e scadenza 15 agosto 2024. L’importo minimo offerto dal Tesoro per questa scadenza è pari a 4 miliardi mentre l’ammontare massimo è di 4,5 miliardi. Il MEF ha precisato che, per questa emissione, la prima cedola corta per questo BTP avrà tasso lordo pari a 0,000000% corrispondente ad un periodo di 31 giorni su un
semestre di 181. La scadenza delle cedole successive è fissata il 15 febbraio e il 15 agosto di ogni anno.

Come già detto, accanto a questa emissione corta, ve ne saranno due più lunghe sempre giorno 13 luglio. I risparmiatori che vogliono conoscere i dettagli non devono far altro che leggere dopo la tabella in basso.

Asta BTP 13 luglio 2021

Nel caso della nuova emissione del titolo a 7 anni, si tratta invece della quinta tranche del titolo identificato dal codice ISIN IT0005445306. La data di scadenza del BTP settennale è il 15 luglio 2028. In questo caso è presente una cedola annuale che è pari allo 0,5%. L’ammontare minimo del collocamento è stato fissato a 2,25 miliardi mentre quello massimo a 2,75 miliardi di euro.

Per finire sempre giorno 13 luglio si terrà anche l’asta di BTP a 15 anni. Il titolo in collocamento è identificato dal codice ISIN IT0005433195. Si tratta di una quarta emissione con scadenza 1 marzo 2037. Anche in questo caso è presente una cedola annuale che ammonta allo 0,95%. Il MEF ha fissato come ammontare minimo 1,25 miliardi di euro e come ammontare massimo 1,75 miliardi di euro.

La successiva asta di titoli di stato si terrà giorno 27 luglio e riguarderà una nuova emissione di CTZ – BTP€i. In questo caso la data dell’annuncio dovrebbe essere il 22 luglio.

Ultima emissione di titoli di stato del mese di luglio, si terrà il 29 e riguarderà il collocamento di titoli a medio e lungo termine (durata non ancora nota). In tal caso la comunicazione su ammontare e caratteristiche della nuova emissione di BTP si terrà giorno 26 luglio.

Emissioni BTP giugno 2021

Aste BTP giugno 2021

La prossima asta BTP è in programma alla fine di giugno. In collocamento andranno titoli a medio e lungo termine. Nel dettaglio si tratta di un’asta a 5 anni e due nuove emissioni a 10 anni. La data della prossima asta è 30 giugno con pubblicazione del regolamento il successivo 2 luglio.

Per quello che riguarda il BTP a 5 anni, in collocamento andrà il titolo identificato dal codice ISIN IT0005437147. Si tratta della nona tranche del BTP quinquennale scadenza 9 aprile 2026. Non è stata fissata alcuna cedola annuale mentre il range di emissione è fissato tra un ammontare minimo pari a 2,5 miliardi di euro e un ammontare massimo pari a 3 miliardi di euro.

Come dicevamo prima in emissione sempre giorno 30 giugno andranno anche due BTP a 10 anni. Il primo, identificato dal codice ISIN IT0005403396, ha vita residua di 9 anni; il secondo, identificato dal codice ISIN IT0005422891, ha vita residua di 10 anni. Nel primo caso si tratta di una undicesima tranche mentre nel secondo avremo a che fare con una dodicesima tranche.

Asta BTP 30 giugno 2021

La cedola riconosciuta dal primo BTP a 10 anni è pari allo 0,9% mentre quella del secondo decennale è pari allo 0,95%.

Per quello che riguarda l’ammontare minimo e quello massimo, essi sono identici e compresi tra 1 e 1,5 miliardi di euro.

Ricapitolando: la prossima asta BTP in Italia è in programma giorno 30 giugno. In collocamento un titolo a 5 anni e due BTP a 10 anni. In tutti e tre i casi si tratta di nuove tranche.

La terza comunicazione rilasciata dal MEF a giugno, ha riguardato la nuova emissione di un BTP short term e di un BTP€i 30 Anni. Entrambi i titoli verranno collocati giorno 25 giugno 2021.

Più nel dettaglio la nuova emissione BTP short term interessa il titolo con codice ISIN IT0005440679. Si tratta della settimana tranche con data di scadenza 29 novembre 2022. Il titolo non riconoscere alcuna cedola.

Per quanto riguarda la nuova emissione del BTP€i 30 Anni, il collocamento riguarda il titolo con codice ISIN IT0005436701 e scadenza 15 maggio 2051. Il bond riconosce una cedola dello 0,51%. L’importo minimo del collocamento è stato fissato a 750 milioni di euro, quello massimo a 1 miliardo di euro.

Nella tabella in basso sono riportate le caratteristiche della nuova emissione BTP Short term e BTP€i 30 Anni in programma il 25 giugno 2021.

Asta BTP 25 giugno 2021

La seconda comunicazione del MEF relativa al mese di giugno ha interessato solo gli specialisti in titoli di stato. Il 15 giugno, il Tesoro ha comunicato che il giorno dopo ci sarebbe stata l’emissione dei seguenti titoli di stato mediante il meccanismo automatico di negoziazione:

  • BTP a 10 anni codice ISIN IT0005365165 (14esima tranche)
  • BTP a 30 anni codice ISIN IT0001278511 (42esima tranche)

La prima comunicazione del Tesoro relativa al mese di giugno, ha invece riguardato l’emissione sindacata di un nuovo BTP benchmark a 10 anni con scadenza primo dicembre 2031. IL MEF ha reso noto giorno 7 giugno di aver affidato a un team di banche composto da BNP Paribas, Crédit Agricole, Goldman Sachs Bank Europe, HSBC Continental Europe e Intesa Sanpaolo il mandato per l’emissione sindacata.

Contemporaneamente, il MEF ha anche fornito i dettagli sulla prossima asta di BTP in programma il 10 giugno. In collocamento andranno un BTP a 3 anni, uno a 7 anni e un titolo con durata 20 anni.

Asta BTP 10 giugno 2021

Il BTP a 3 anni in collocamento è identificato dal codice ISIN IT0005439275. Si tratta della settima tranche del titolo in scadenza il 15 aprile 2024. Il titolo non corrisponde alcuna cedola. L’importo minimo previsto per l’emissione è pari a 3 miliardi di euro, quello massimo a 3,5 miliardi di euro.

Durante la prossima asta BTP verrà anche collocato un titolo a 7 anni. Si tratta della terza tranche del BTP settennale identificato dal codice ISIN IT0005445306. In questo caso la cedola è pari allo 0,5% mentre la data di scadenza è il 15 luglio 2028.

Per finire, giorno 10 giugno 2021 sarà anche la data della prossima asta BTP a 20 anni. In collocamento andrà la quarta tranche del titolo identificato dal codice ISIN IT0005421703. La data di scadenza dell’emissione è l’1 marzo 2041 mentre la cedola riconosciuta ai risparmiatori ammonta all’1,8 per cento. L’ammontare minimo offerto è pari a 1,25 miliardi di euro, quello massimo a 1,75 miliardi di euro.

Il regolamento delle sottoscrizioni delle nuove emissioni BTP in programma il 10 giugno, verrà pubblicato giorno 15 giugno.

Per quello che riguarda la parte restante del mese, nelle settimane successive non è previsto nulla mentre il 22 giugno è prevista una comunicazione sulla nuova emissione di CTZ e BTPei che si dovrebbe tenere il 25 giugno.

Per fine mese, poi, è prevista una nuova asta BTP medio e lungo termine con comunicazione giorno 25 e collocamento presso i risparmiatori il 30 giugno.

Su RisparmiOggi tutti gli aggiornamenti sulla prossima asta BTP anche nel mese di giugno.

Emissioni BTP maggio 2021

Aste BTP maggio 2021

Quali saranno le nuove emissioni di BTP previste aper maggio 2021? Quale sarà la durata dei titoli in asta? Per rispondere a queste domande non devi far altro che seguire gli aggiornamenti contenuti in questo paragrafo.

Come si può vedere dall’immagine in alto nel mese di maggio ci saranno tre aste di BTP. La prima si è tenuta il 13 maggio; la seconda si è tenuta il maggio (con comunicazione giorno 21 maggio) e la terza si terrà il 28 maggio con comunicazione il 25 maggio.

Iniziamo l’esame delle prossime aste BTP di maggio, partendo da quella più imminente che si terrà il prossimo 28 maggio.

Alla luce della comunicazione rilasciata dal Tesoro il 25 maggio, il prossimo venerdì saranno collocati un BTP a 5 anni e un titolo a 10 anni. Molto interesse c’è soprattutto per la prossima emissione del BTP a 10 anni della quale, nei prossimi righi, metteremo in evidenza le caratteristiche. Oltre ai due BTP, nell’ambito del nuovo collocamento, è anche prevista l’emissione di un CCTeu a 5 anni.

La prossima asta BTP quinquennale, riguarda l’emissione della settima tranche del titolo identificato dal codice ISIN IT0005437147. La data di scadenza del BTP a 5 anni in collocamento il 28 maggio è il primo aprile 2026. Non è prevista cedola. L’ammontare minimo offerto sarà pari a 2,5 miliardi di euro, quello massimo a 3 miliardi di euro.

Ci sarà poi la nuova emissione di un BTP a 10 anni. Si tratta della sesta tranche del titolo identificato con codice ISIN IT0005436693. La data di scadenza è l’1/8/2031 mentre la cedola pagata dal decennale è pari a 0,60%. Per questo titolo, l’ammontare minimo offerto è pari a 1,5 miliardi mentre quello massimo a 2 miliardi.

Nella tabella in basso sono indicate le caratteristiche dei due titoli in asta il 28 maggio:

Asta BTP 28 maggio 2021

Ricordiamo che il meccanismo di collocamento utilizzato per i titoli di cui sopra sarà quello dell’asta marginale con determinazione discrezionale del prezzo di aggiudicazione e della quantità emessa all’interno dei predetti intervalli di emissione.

In precedenza, invece, giorno 26 maggio erano andati un collocamento i seguenti titoli di stato: BTP Short Term e BTP€i a 10 anni. In quella circostanza non c’è stata l’emissione di alcun BTP.

Ecco i dettagli del collocamento del 26 maggio.

  • BTP€i 10 Anni: 14esima tranche e codice ISIN IT0005387052. Scadenza 15 maggio 2030 e cedola annuale dello 0,4 per cento. L’importo minimo offerto è pari a 750 milioni di euro mentre l’ammontare massimo offerto per questo titoli indicizzato all’inflazione è pari a 1,25 miliardi.
  • Quinta tranche BTP Short Term codice ISIN: IT0005440679. Scadenza 29 novembre 2022. Cedola 0%. L’importo minimo della nuova emissione è pari a 3 miliardi, quello massimo a 3,5 miliardi.

Per la prossima asta BTP di maggio, le date da ricordare sono:

  • Presentazione domande in asta entro le ore 11,00 del 26 maggio 2021
  • Regolamento sottoscrizioni il 28 maggio 2021

Nella prima asta di maggio verranno emessi BTP a breve, medio e lungo termine. Più nel dettaglio ad essere collocati saranno un BTP a 3 anni, uno a 10 anni e uno trentennale.

Nel caso del BTP triennale, si tratta della quinta tranche del titolo in corso di emissione con codice ISIN IT0005439275. La data di scadenza di questo BTP a 3 anni è il 15 aprile 2024. Il titolo non prevede cedola annuale. L’ammontare massimo previsto per questa emissione è pari a 3 miliardi di euro, quello minimo a 2,5 miliardi di euro.

Ad interessare i risparmiatori che investono in titoli di stato non sarà però la nuova emissione del bond a 3 anni ma bensì la prossima asta BTP a 10 e BTP a 30 anni che, come anticipato, si terranno entrambe giorno 13 maggio.

Nel caso dell’asta del BTP decennale si tratta di una nuova emissione. In collocamento andrà la prima tranche del titolo con scadenza 15/7/2028. Trattandosi di una prima emissione, il codice ISIN non è stato ancora assegnato. La cedola annuale che sarà riconosciuta da questo BTP è dello 0,5%. Per quello che riguarda l’ammontare dell’emissione, il range è stato fissato tra 4 e 4,5 miliardi di euro.

Il prossimo 13 maggio ci sarà anche una nuova emissione di BTP a 30 anni. In collocamento andrà la quarta trance del titolo identificato dal codice ISIN IT0005425233. La cedola del BTP a 30 in collocamento il 13 maggio è pari all’1,7%. La data di scadenza del BTP trentennale è l’1/9/2051. L’ammontare minimo offerto è pari a 1,25 miliardi di euro, mentre quello massimo a 1,75 miliardi di euro.

Nell’immagine seguente sono riportati tutti i dettagli della prossima asta BTP in programma il 13 maggio.

Tornando al programma delle emissioni di BTP previste nel mese di maggio, segnaliamo che la seconda emissione riguarda BTP indicizzati all’inflazione. Per quello che riguarda l’ultima emissione BTP del mese, invece, il calendario del Tesoro fa riferimento generico al medio e lungo termine.

Emissioni BTP aprile 2021

Aste BTP aprile 2021

Quale sarà la prossima asta BTP in programma ad aprile 2021? Il nuovo collocamento annunciato dal Tesoro riguarda l’emissione di un BTP a 5 anni e due BTP a 10 anni a cui sarà affiancato anche il collocamento di un CCTeu con durata pari a 5 anni. La data della prossima asta di BTP è il 29 aprile 2021. Non è necessario essere degli esperti investitori per capire che il collocamento in programma giovedì prossimo sarà l’ultimo del mese di aprile.

Se vuoi investire in BTP partecipando alle prossime aste del Tesoro, il collocamento del 29 aprile sarà la tua ultima occasione valida.

Per aiutarti a conoscere più da vicino le caratteristiche della prossima asta BTP a 10 anni (ben due i titoli in collocamento) e della prossima emissione del titolo di stato a 5 anni, riassumiamo di seguito le principali caratteristiche dei titoli.

Per quello che riguarda il BTP a 5 anni si tratta della quinta tranche del titolo identificato dal codice ISIN IT0005437147. La scadenza del titolo di stato quinquennale in emissione il 29 aprile è fissata per l’1 aprile 2026. Trattandosi di un BTP di breve durata, non è prevista cedola annuale.

L’importo minimo offerto dal Tesoro per questa emissione è di 2,25 miliardi di euro mentre l’offerta massima ammonta a 2,75 miliardi di euro.

Come già accennato in precedenza, la prossima asta BTP a 10 anni di aprile è in realtà doppia. In collocamento andranno due titoli decennali che sono già in corso di emisssione.

Nel dettaglio:

  • quarta tranche del BTP a 10 anni identificato dal codice ISIN IT0005436693
  • decina tranche del BTP decennale identificato dal codice ISIN IT0005422891

Nel primo caso la cedola è dello 0,9% mentre nel secondo caso è dello 0,6%. Le date di scadenza non sono coincidenti: il titolo IT0005436693 scade l’1 agosto 2031 mentre ISIN IT0005422891 scade l’1 aprile 2031.

Diversi anche i quantitativi offerti: nel primo caso, infatti, il range è compreso tra 2 e 2,25 miliardi di euro mentre nel secondo caso tra 1,5 e 2 miliardi di euro.

Nella tabella in basso sono riportate le caratteristiche della prossima emissione BTP a 10 anni in programma il 20 aprile.

Prossima asta BTP a 10 anni 29 aprile 2021

Informazioni sulle scadenze per partecipare al collocamento:

  • Prenotazione da parte del pubblico entro il 28 aprile 2021
  • Presentazione domande in asta entro le ore 11,00 del 29 aprile 2021
  • Presentazione domande asta supplementare entro le ore 15,30 del 30 aprile 2021
  • Regolamento sottoscrizioni il 3 maggio 2021

In precedenza il Tesoro aveva annunciato e portato a termine l’emissione di un BTP Short Term e di due BTP€i indicizzati all’inflazione rispettivamente a 5 e a 30 anni.

L’attesa è soprattutto per l’emissione del nuovo BTP Short Term in scadenza il 29 novembre 2022. Ad essere collocato nella nuova asta sarà la terza tranche del titolo identificato con il codice ISIN IT0005440679. Come tipico di questi titoli di stato non è prevista alcuna cedola. Secondo quanto comunicato dal Tesoro, l’importo minimo della prossima emissione di BTP Short Term in programma per il 27 aprile è pari a 3,25 miliardi mentre l’offerta massima ammonta a 3,75 miliardi.

Come già detto in precedenza, nell’asta di BTP di fine aprile è previsto anche il collocamento di due titoli indicizzati all’inflazione.

Si tratta della settima tranche del BTP€i durata 5 anni identificato dal codice ISIN IT0005415416 e della seconda tranche del BTP€i durata 30 anni identificato dal codice ISIN IT0005436701.

Per quello che riguarda il titolo a scadenza più corta, la cedola offerta è dello 0,65% mentre la cada di scadenza è il 15 maggio 2026. Per questo BTP indicizzato all’inflazione l’importo minimo che il Tesoro metterà in asta è pari a 500 milioni di euro mentre quello massimo a 1 miliardo di euro.

Nella prossima asta BTP in programma il 27 aprile, è anche previsto il collocamento di un BTP€i durata 30 anni (data di scadenza 15 maggio 2051). In questo caso la cedola annuale è dello 0,15% mentre l’importo minimo offerto ammonta a 500 milioni di euro e quello massimo a 750 milioni di euro.

In tutti e tre i casi, il meccanismo di collocamento usato sarà quello dell’asta marginale con determinazione discrezionale del prezzo di aggiudicazione.

Nella tabella in basso sono riportate le caratteristiche dei titoli che verranno collocati nella prossima asta BTP di aprile 2021.

Asta BTP 27 aprile 2021

Nuova emissione BTP 13 aprile 2021

L’emissione di tre titoli di stato a medio e lungo termine ed è stato calendarizzato per giorno 13 aprile. In collocamento andranno un BTP a 3 anni, un BTP a 10 anni e uno a 15 anni.

Il BTP a 3 anni in asta il prossimo mercoledì è la terza tranche del titolo identificato dal codice ISIN IT0005439275. La scadenza del BTP triennale in asta il 13 aprile è il 15/4/2024. Il titolo non prevede alcuna cedola annuale. La forbice sull’ammontare del collocamento è compreso tra un minimo di 3,5 miliardi e un massimo di 4 miliardi.

Giorno 13 aprile 2021 ci sarà anche l’appuntamento con la prossima asta BTP a 10 anni. In collocamento andrà la quindicesima tranche del titolo con codice ISIN IT0005170839 e scadenza 1/6/2026. Il titolo in collocamento corrisponde una cedola annuale dell’1,6%. L’ammontare minimo dell’emissione è stato fissato a 1 miliardo mentre quello massimo a 1,75 miliardi. La vita residua di questo titoli di stato a 10 anni è di 5 anni.

Sempre lo stesso giorno è prevista anche la prossima asta BTP a 15 anni. Andiamo quindi su una scadenza ancora più lunga rispetto alle precedenti. In collocamento ci sarà la seconda tranche del titolo identificato dal codice ISIN IT0005433195 e scadenza 1/3/2037 (stesso anno di scadenza della terza emissione del BTP Futura). In questo caso l’ammontare minimo offerto dal Tesoro è pari a 1,5 miliardi mentre quello massimo a 2 miliardi.

Asta BTP 13 aprile 2021

Giorno 13 aprile non ci sarà invece la prevista asta di BTP a 7 anni. Il MEF ha precisato che l’operazione di collocamento del titolo settennale prevista per lo stesso giorno non avrà luogo in ragione della recente emissione sindacata (vedi paragrafo in basso).

Dopo l’asta in programma il 13 aprile, ce ne saranno altre nel mese corrente? Come si può vedere dall’immagine a inizio paragrafo, il Tesoro punta a tenere due diverse aste di titoli di stato nel mese di aprile. La prima è appunto quella di metà mese mentre la seconda dovrebbe esserci alla fine di aprile quando dovrebbe andare in collocamento un BTPei mentre non ci sono indicazioni sulle scadenze degli altri titoli che verranno collocati.

Nell’asta di fine aprile ci sarà un BTP a 10 anni? Oppure andranno in collocamento titoli a scadenza più lunga? Ci saranno BTP a 5 anni?

Emissione sindacata BTP a 50 anni

A inizio aprile il Tesoro aveva annunciato l’emissione sindacata di un BTP a 50 anni a cui sarà affiancata la riapertura del BTP a 7 anni scadenza 15 marzo 2028. L’annuncio sulla nuova emissione sindacata è arrivato il 6 aprile.

Il MEF ha reso noto di aver affidato a Barclays Bank, BofA, Jp Morgan, Société Générale e UniCredit il mandato per procedere ad un’emissione dual tranche mediante sindacato del seguente titolo:

  • BTP a 50 anni scadenza 1 marzo 2072

Contestualmente il MEF ha anche stabilito la riapertura del collocamento del seguente titolo:

  • BTP a 7 anni – scadenza 15 marzo 2028 e cedola 0,25% identificato con codice ISIN IT0005433690).

Emissioni BTP marzo 2021

Aste BTP marzo 2021

IL MEF ha comunicato i dettagli della prossima asta BTP prevista per il 30 marzo 2021. Si tratta dell’ultimo collocamento del mese corrente. In asta andranno un BTP a 5 anni e uno a 10 anni oltre ad un CCTeu di durata pari a 5 anni.

Entrambi i BTP in asta il 30 marzo sono tranche di emissioni in corso. In particolare nel caso della prossima asta BTP a 5 anni, in collocamento andrà la terza tranche del titolo di stato identificato con il codice ISIN IT0005437147. Il titolo ha scadenza 1/4/2026 e prevede una cedola dello 0%. Il MEF ha precisato che l’ammontare minimo offerto sarà pari a 3,5 miliardi mentre quello massimo a 4 miliardi.

Il secondo titolo in collocamento giorno 30 marzo è il BTP a 10 anni scadenza 1/8/2031. Si tratta della seconda tranche del titolo con codice ISIN IT0005436693. In questo caso la cedola è presente ed è pari allo 0,6%. Per quello che riguarda la prossima asta BTP a 10 anni, l’ammontare minimo offerto sarà pari a 2,5 miliardi euro mentre l’estremo alto dell’offerta è pari a 3 miliardi di euro.

Asta BTP 5 e 10 anni 30 marzo 2021

Ricordiamo che prima dell’asta BTP di fine mese, il MEF aveva collocato il primo BTP Short Term e di un BTP€i 10 anni, entrambi offerti agli investitori giorno 25 marzo.

Per quello che riguarda il BTP Short Term, in emissione andrà la prima tranche del titolo scadenza 29 novembre 2022. Il codice ISIN del titolo, che non paga cedole annuali, non è stato reso noto. Per tutte le caratteristiche e per conoscere il funzionamento del titolo che prende il posto dei CTZ, invitiamo a leggere l’articolo sulla prima emissione BTP Short Term.

La forchetta dell’emissione è stata fissata tra 3,5 miliardi e un massimo di 4 miliardi.

Accanto al primo BTP short Term, l’asta in programma il 25 marzo riguarderà anche l’emissione della 12esima tranche del BTP€i a 10 anni identificato dal codice ISIN IT0005387052. Il titolo indicizzato all’inflazione paga una cedola annuale dello 0,4%. L’ammontare minimo dell’offerta è pari a 750 milioni di euro mentre il tetto massimo è stato fissato dal MEF a 1,25 miliardi di euro.

Il regolamento della prossima asta BTP in programma il 25 marzo, sarà pubblicato il 30 marzo.

Concambio titoli di stato e emissione BTP scadenza 1 aprile 2031

In precedenza, giorno 17 marzo era stato effettuato un concambio rivolto agli specialisti in titoli di Stato. L’operazione è stata condotta attraverso il sistema telematico di negoziazione.

Il concambio ha riguardato l’emissione del BTP scadenza 1 aprile 2031, cedola 0,9% e codice ISIN IT0005422891 contro questi 4 titoli:

  • BTP€i scadenza 15 09 2021, cedola 2,1%>>>Codice ISIN: IT0004604671
  • BTP scadenza 01 08 2021, cedola 3,75%>>>Codice ISIN: IT0004009673
  • CTZ scadenza 29 11 2021>>>Codice ISIN: IT0005388928
  • BTP scadenza 01 11 2021, cedola 0,35%>>>Codice ISIN: IT0005216491

In merito al concambio di titoli di stato con emissione di un nuovo BTP a 10 anni con scadenza 1 aprile 2031, il MEF ha precisato che l’importo nominale emesso del titolo non potrà essere superiore ai 2,5 miliardi di euro.

Nuova emissione BTP 11 marzo 2021

Finalmente c’è una risposta alla domanda su quando sarà la prossima asta di BTP. Oggi 8 marzo, il Tesoro ha infatti reso noti i dettagli delle nuove emissioni dei BTP in programma giovedì 11 marzo. In collocamento andranno un BTP a 3 anni e un BTP a 7 anni.

La nuova emissione del BTP a 3 anni (codice ISIN da attribuire) avrà data di scadenza 15 aprile 2024. Si tratta della prima tranche del nuove titoli di stato triennale. L’ammontare minimo che il MEF metterà in asta è pari a 4,5 miliardi di euro mentre l’ammontare massimo è pari a 5 miliardi di euro.

Accanto al titolo a 3 anni, la prossima asta BTP in programma l’11 marzo vedrà anche l’emissione di un titolo a 7 anni identificato con il codice ISIN IT0005433690. In questo caso si tratta della quinta tranche del BTP a 7 anni. Il titolo offre una cedola dello 0,25% mentre la data di scadenza è il 15 marzo 2028. L’ammontare offerto per la nuova emissione del BTP a 7 anni è compreso nel range tra 2,5 e 3 miliardi di euro.

Nella tabella in basso sono riportati i dettagli della prossima asta BTP dell’11 marzo 2021.

Emissione BTP 11 marzo 2021

Come si può vedere dalla tabella, non ci sarà la nuova emissione del BTP con scadenza superiore a 10 anni. Lo stesso MEF ha precisato che a seguito della recente emissione del BTP del primo BTP green, l’asta di titoli di stato con scadenza superiore a 10 anni in programma lo stesso giorno dell’emissione del BTP a 3 anni e del BTP a 7 anni non avrà luogo.

Tirando quindi le somme: la nuova asta di BTP ci sarà l’11 marzo 2021 e riguarderà il collocamento di titoli ordinari a 3 e a 7 anni.

Tra aste di BTP e collocamento del primo BTP green, quindi, marzo conferma di essere un mese ricco di emissioni. Come sempre, appena disponibili, forniremo gli aggiornamenti sulla prossima asta di BTP.

Emissioni BTP febbraio 2021

Quale sarà la prossima asta BTP in programma a febbraio 2021? Giorno 22 febbraio, il Tesoro ha comunicato i dettagli di quella che si candida ad essere come l’ultima emissione di titoli di stato a medio e lungo termine di febbraio. Il nuovo collocamento si terrà giorno 25 febbraio 2021 e riguarderà un BTP a 5 anni.

Per rispondere alla domanda iniziale, quindi, la prossima asta BTP di febbraio riguarderà la prima tranche di un BTP scadenza a 5 anni (la data di scadenza precisa è l’1 aprile 2026). Il codice ISIN del nuovo BTP non è stato ancora attribuito mentre sono stati fissati ammontare minimo (pari a 4,5 miliardi) e ammontare massimo (5 miliardi di euro). Il BTP a 5 anni in asta il 25 febbraio ha una cedola NULLA (0%).

Oltre al BTP quinquennale, il 25 febbraio sarò anche collocato un CCTeu a 5 anni (tredicesima tranche) identificato con il codice ISIN IT0005399230.

IL MEF ha anche precisato che asta dei titoli BTP 10 Anni prevista per lo stesso giorno non ci sarà a causa della recente emissione del nuovo benchmark BTP a 10 anni.

Per lo stesso motivo, nei giorni precedenti, era stata annullata l’asta di BTP€i che, stando a precedenti comunicazioni, sarebbe dovuto andare in collocamento giorno 23 febbraio 2021. Il Tesoro, invece, con comunicazione del 18 febbraio aveva annullato la prossima asta BTP€i alla luce dell’avvenuto collocamento del nuovo benchmark BTP€i a 30 anni avvenuto nei giorni precedenti (per i dettagli prosegui nella lettura del paragrafo).

Alla luce dell’annullamento del collocamento del BTP€i, giorno 23 febbraio sarà collocato solo un CTZ scadenza 28 settembre 2022. Il titolo a 24 mesi è identificato con codice ISIN IT0005422487. L’importo minimo offerto è pari a 2 miliardi di euro, quello minimo a 2,5 miliardi.

Giorno 15 febbraio, il Tesoro ha annunciato l’emissione dual tranche di un nuovo BTP decennale benchmark con scadenza 01 agosto 2031 e di un nuovo BTP a 30 anni indicizzato all’inflazione dell’area dell’euro con scadenza 15 maggio 2051.

Il mandato per l’emissione sindacata dei nuovi BTP è stato affidato a Citigroup Global Markets Europe AG, Deutsche Bank A.G, Goldman Sachs Bank Europe SE, Monte dei Paschi di Siena Capital Services Banca per le Imprese S.p.A e Nomura Financial Products Europe GmbH.

Importante ricordare che il successivo annuncio dei titoli e dei quantitativi in offerta nelle aste previste per martedì 23 e giovedì 25 febbraio 2021, verrà definito alla luce proprio dell’esito del collocamento sindacato di cui sopra.

L’emissione annunciata giorno 15 si è poi tenuta giorno 16 febbraio. Stando alle prime informazioni la domanda complessiva per i due benchmark sarebbe andata oltre i 130 miliardi di euro così distribuiti: 110 miliardi sul BTP decennale e 24 miliardi sul BTp-i a 30 anni. Il BTP a 10 anni viene offerto con uno spread di 4 punti base mentre quello a 30 anni indicizzato all’inflazione con uno spread di 22 punti base (spread calcolato rispetto al precedente benchmark sulla stessa lunghezza).

In precedenza, giorno 8 febbraio, dopo la chiusura della borsa di Milano, il Tesoro ha reso noto che la prossima asta BTP di febbraio si terrà giovedì 11. In collocamento andranno un BTP a 3 anni, uno a 7 anni e un titolo di stato di lunga durata (20 anni).

In tutti e tre i casi il regolamento è previsto per giorno 15 febbraio. In tutti e tre i casi di tratta di BTP che sono in corso di emissione. Ecco i dettagli della prossima asta di febbraio.

Il BTP triennale è identificato dal codice ISIN IT0005424251. Il titolo ha scadenza 15 gennaio 2024 e offre una cedola annua dello 0%. L’importo minimo offerto è pari a 2,5 miliardi di euro mentre l’importo massimo è pari a 3 miliardi di euro.

Il BTP a 7 anni in emissione l’11 febbraio 2021, invece, è identificato con il codice ISIN IT0005433690. Si tratta della terza tranche del titolo emesso il 18 gennaio 2021. La data di scadenza del BTP settennale è il 15 marzo 2028 mentre la cedola annua è pari allo 0,25%. L’ammontare minimo del collocamento è pari a 3,5 miliardi di euro mentre l’estremo massimo delle forchetta è pari a 4 miliardi di euro.

Oltre a questi due titoli a breve e media durata, ve ne è un terzo a lunga durata che sarà il protagonista della prossima asta.

Si tratta del BTP a 20 anni (seconda tranche) identificato dal codice ISIN IT0005421703. La data di scadenza del titolo è l’1 marzo 2041 mentre la cedola offerta ammonta all’1,8%. Il Tesoro offrirà titoli di questo tipo per un ammontare minimo pari a 1,5 miliardi di euro e un ammontare massimo pari a 2 miliardi.

Nella tabella seguente sono riportate tutte le caratteristiche della nuova emissione di BTP in programma l’11 febbraio:

Asta BTP 11 febbraio 2021: le nuove emissioni

In merito alle anticipazioni sui possibili nuovi collocamenti nella seconda parte del mese di febbraio, si precisa che nel programma trimestrale di emissione di titoli di stato si faceva riferimento ad emissioni di BTP a 3 anni, a 5 anni e a 7 anni.

Attenzione perchè nel documento Linee Guida per la gestione del debito pubblico per il 2021, si cita anche la possibile emissione del nuovo titolo BTP Short Term con scadenza compresa tra i 18 mesi e i 30 mesi. Poichè a gennaio questo nuovo titolo non è stato emesso, nulla esclude che possa essere collocato a febbraio nell’ambito di quella che sarebbe a tutti gli effetti la prima emissione del BTP short term.

Emissioni BTP gennaio 2021

Ci sarà un’asta BTP anche alla fine di gennaio 2021. Il Tesoro ha infatti comunicato i dettagli del collocamento di due nuovi titoli di stato che avverrà giorno 28 gennaio.

La prossima asta BTP vedrà come protagonisti un BTP a 5 anni e un BTP a 10 anni. In entrambi i casi si tratta di nuove tranche.

Nel dettaglio il 28 gennaio 2021 andrà in asta la nona tranche del BTP quinquennale codice ISIN IT0005419848 emesso l’1 agosto 2020. La data di scadenza del titolo è l’1 febbraio 2026. Il BTP a 5 anni offre una cedola annuale dello 0,5%. Il MEF ha precisato che l’ammontare nominale dell’emissione è compresa nella forchetta tra i 3 e i 3,5 miliardi di euro.

Nell’immagine in basso sono riportate le caratteristiche della nuova emissione di BTP a 5 anni scadenza 1 febbraio 2026.

Oltre al titolo a 5 anni, lo stesso giorno sarà anche collocato un BTP decennale. La prossima asta BTP a 10 anni riguarda la settima tranche del titolo identificato dal codice ISIN IT0005422891. Il Ministero dell’Economia e delle Finanza ha precisato che la data di emissione del BTP a 10 anni è l’1 ottobre 2020 mentre la cedola annuale ammonta allo 0,90%. La data di scadenza del titolo decennale è fissata per l’1 aprire 2021 (stessa data di pagamento della cedola).

In relazione all’ammontare dell’emissione, il Tesoro ha collocato la forbice tra 3,25 e 3,75 miliardi di euro (importo asta supplementare 750 milioni di euro).

Nell’immagine in basso sono riportate le caratteristiche della nuova emissione di BTP a 10 anni scadenza 1 aprile 2031.

Oltre ai due BTP, sempre lo stesso giorno andrà in asta anche un CCTeu scadenza 15 aprile 2026.

Attenzione perchè, a causa della crisi politica italiane, la prossima asta BTP in programma a fine gennaio potrebbe registrare un leggero aumento dei rendimenti.

Prossima asta BTP€I 26 gennaio 2021

La precedente asta BTP in programma a gennaio si è tenuta giorno 26 gennaio e ha riguardato un titolo indicizzato all’inflazione di durata pari a 5 anni.

Si è trattato della prima asta BTP€I del 2021. Il titolo che è stato emesso dal Tesoro ha codice ISIN IT0005415416 e cedola annuale dello 0,65%. In emissione è andata la quinta tranche del titolo con scadenza 15 maggio 2026. L’importo minimo dell’offerta è pari a 750 milioni, quello massimo a 1 miliardo.

Il regolamento del BTP€I scadenza 15 maggio 2026 verrà pubblicato giorno 28 gennaio. Assieme alla prossima asta BTP€I è anche avvenuto il collocamento di un CTZ a 24 mesi.

Nell’immagine in basso sono riportate le caratteristiche dei titoli della prossima asta BTP del 26 gennaio.

BTP specialisti in asta il 21 gennaio 2021

La prossima asta BTP è riservata solo ad investitori specialisti in titoli di stato. Ad annunciare i dettagli del collocamento è stato il MEF con comunicazione del 20 gennaio. L’asta riservata agli specialisti si terrà il 21 gennaio e riguarda tre diversi titoli che saranno offerti mediante il sistema telematico di negoziazione.

I tre titoli della prossima asta sono:

  • BTP dicembre 2026: quindicesima tranche, Codice ISIN IT0005210650 e cedola dell’1,25%
  • BTP aprile 2030: diciassettesima tranche, Codice ISIN IT0005383309 e cedola dell’1,35%
  • BTP dicembre 2028: sedicesima tranche, Codice ISIN IT0005340929 e cedola del 2,8%.

Il regolamento dell’emissione di BTP del 21 gennaio riservata agli specialisti sarà reso noto il 25 gennaio.

Prima asta BTP gennaio 2021

Annunciati il 11 gennaio 2021 i dettagli della prima asta BTP di gennaio 2021. La nuova emissione si terrà giovedì 14.

In asta ci saranno tre diversi titoli di stato: un BTP a 3 anni, uno con durata settennale e anche un titolo con scadenza a 30 anni.

Per quello che riguarda il BTP a 3 anni, in collocamento andrà la settima tranche del titolo in scadenza il 15 gennaio 2024. Il codice ISIN della nuova emissione è: IT0005424251. La cedola pagata dal titolo è pari allo 0%. L’ammontare minimo offerto dal Tesoro per questa scadenza è pari a 2,25 miliardi di euro mentre l’ammontare massimo ammonta a 2,75 miliardi.

Giorno 14 gennaio si terrà anche la prossima asta di BTP a 7 anni. La nuova emissione riguarda la prima tranche del titolo con scadenza 15 gennaio 2028 identificato con codice ISIN IT0005433690.

Il nuovo BTP settennale paga una cedola dello 0,25%. L’importo minimo che il Tesoro metterà in asta per questa scadenza è pari a 4 miliardi mentre quello massimo ammonta a 4,5 miliardi di euro.

Sempre nello stesso giorno ci sarà anche la prossima asta BTP a 30 anni. La nuova emissione è la seconda tranche del titolo di stato con scadenza 1 settembre 2051. La cedola annuale pagata dal BTP a 30 anni è pari all’1,70%. Per identificare il titolo, il codice ISIN di riferimento è: IT0005425233. Per questa scadenza, l’ammontare minimo che sarò offerto dal Tesoro giorno 14 gennaio è pari a 1,5 miliardi. 2 miliardi, invece, l’estremo alto dalla forchetta.

Per quello che riguarda le date significative della prossima asta BTP del 14 gennaio esse sono:

  • prenotazione da parte del pubblico il 13 gennaio
  • presentazione domande in asta entro le ore 11,00 del 14 gennaio
  • presentazione domande asta supplementare entro le 15,30 del 15 gennaio
  • regolamento sottoscrizioni 18 gennaio 2021

Nella tabella in alto sono riportate le caratteristiche della prossima asta BTP in programma giovedì 14.

Nuova emissione BTP a 15 anni a gennaio 2021

Emissione sindacata di un nuovo BTP a 15 anni: è stato questo il primo annuncio del nuovo anno in materia di BTP da parte del Tesoro. IL MEF, tramite comunicato, ha reso noto di aver affidato ad un pool di banche formato da Barclays Bank, Hsbc, Morgan Stanley, Societe Generale e UniCredit il mandato per il collocamento sindacato di un nuovo BTP benchmark a 15 anni con scadenza al 01/03/2037. La transazione è stata effettuata il 5 gennaio. La nuova emissione, rivolta sola ad investitori istituzionali (esclusi quindi i piccolo risparmiatori), ha portato al collocamento di BTP a 15 anni per un ammontare pari a 10 miliardi di euro.

Il titolo ha godimento 12 gennaio 2021 e presenta una cedola dello 0,95%. Il prezzo di collocamento è stato pari a 99,409 che corrisponde a un rendimento lordo annuo all’emissione dello 0,992%. Il regolamento dell’operazione è fissato per il 12 gennaio 2021.

Poichè l’emissione era riservata ad investitori istituzionali, l’attenzione degli investitori retail continua quindi ad essere rivolta alla prossima asta BTP gennaio 2021 rivolta a loro.

Come sempre non ci sono ancora comunicazioni precise sui giorni del collocamento e sulla tipologia di titoli in asta ma, comunque, non mancano le prime indicazioni.

Dal calendario emissioni titoli di stato 2021, infatti, è già possibile ottenere una serie di indicazioni della prossima asta BTP pur senza specifiche.

Giorno 14 gennaio è prevista un’asta medio e lungo termine (tipologia emissioni non specificata). Il 26, invece, si dovrebbe tenere un’asta di BTP indicizzati all’inflazione. Il 28 è invece prevista un’altra asta a medio e lungo termine.

Senza andare troppo in là nel mese, bisognerà attendere l’11 gennaio per avere la comunicazione sui dettagli/caratteristiche della prossima asta BTP in programma il 14.