Programmare un piano risparmio mensile rappresenta un’ottima soluzione per dedicare una minima parte delle proprie entrate a un bacino finanziario personale da cui attingere, nel caso di spese urgenti, non programmate e straordinarie. Il fattore tempo è determinante per implementare un piano di risparmio, perché a fronte di un accantonamento di importi anche non elevati, e che in ogni caso che non incidono in modo sensibile sul budget mensile, risulta indispensabile versare con costanza e continuità le risorse nel fondi dedicato, preferibilmente separato rispetto a quello dedicato alle spese ordinarie.

Perché strutturare un piano risparmio mensile

strutturare piano risparmio mensile

Premesso che il piano di risparmio può essere mensile, settimanale oppure possa prevedere una regolarità differente, sono diverse le opzioni per creare un piccolo salvadanaio che, col passare del tempo, si arricchisce sempre di più, per consentire una maggiore tranquillità, pensando al futuro. Le opzioni per un piano di risparmio, quindi, sono relative a una gestione interamente fai da te, oppure all’adesione a uno dei tanti strumenti di accumulo e risparmio forniti da istituti bancari e assicurativi.

LEGGI ANCHE – Re-Lender: recensioni e opinioni piattaforma crowdfunding immobiliare

Piano di risparmio: quanto costa?

piano di risparmio quanto costa

Le banche e le Società di Gestione del Risparmio propongono ai propri clienti diverse soluzioni, connesse all’adesione a piani di risparmio e investimento. Tali strumenti di accumulo prevedono, in base al profilo di rischio del titolare, la sottoscrizione a uno o più bacini di investimento, costituiti da obbligazioni, azioni, fondi immobiliari e una serie di altri prodotti finanziari.

Il piano di accumulo, in questo caso, è rappresentato dal versamento mensile di una quota, con importi minimi in funzione del contratto proposto e che ammontano anche solo a 50 o 100 euro, detratti direttamente dal saldo del conto corrente bancario.

Il costo del piano di risparmio, in questi casi, è connesso alla commissione dovuta alla banca o alla Società di Gestione del Risparmio, oltre alle ritenute fiscali applicate sui guadagni, se riconosciuti, nella misura del 26%, oltre all’imposta di bollo trimestrale sul dossier titoli.

In ogni caso, sono molte le banche, sia nelle sedi fisiche, sia online, che propongono piani di risparmio con un portafoglio diversificato, allo scopo di ripartire i rischi connessi all’investimento e massimizzare i guadagni.

Nella maggior parte dei casi il capitale è svincolabile in qualsiasi momento, nell’eventualità in cui il titolare dovesse usufruirne per esigenze personali o familiari.

TI POTREBBE INTERESSARE – Piano accumulo capitale come funziona e costi. Guida per scegliere i migliori PAC

Organizzare un piano risparmio mensile fai da te

organizzare piano di risparmio mensile fai da te

Per risparmiare denaro ogni mese, non è necessario avere una busta paga elevata, nel senso che anche un importo base, pari ad esempio a 50 euro, se moltiplicato per 12, 24 oppure anche un periodo più lungo consente di mettere da parte un bel gruzzolo.

L’elemento indispensabile, invece, è legato alla costanza personale e alla capacità di tenere separati i fondi dedicati al piano di risparmio mensile da quelli utilizzati per le spese correnti e ordinarie.

Solo in questo modo il piano di risparmio mensile fai da te avrà la possibilità di evidenziare tutti i suoi lati positivi, derivanti dall’assenza di commissioni di gestione e dall’ammontare accantonato, senza alcun vincolo minimo.

Per implementare un piano di accumulo fai da te è necessario conoscere i prodotti bancari, come i conti deposito, quel tanto che basta per amministrare il proprio salvadanaio con una discreta consapevolezza.

Molte famiglie, per gestire il budget familiare senza sorprese e con maggiore tranquillità, organizzano anche un piano di risparmio settimanale, in particolare quando i pagamenti per le prestazioni lavorative hanno cadenza settimanale e, di conseguenza, calendarizzare le uscite ogni 7 giorni risulta più facile.

Utilizzando un foglio elettronico, è anche raccomandabile predisporre un piano di risparmio annuale, che includa progetti di lungo respiro e comprenda spese straordinarie programmate.