Anche nel nostro Paese inizia a prendere sempre più piede il crowdfunding come sistema di finanziamento e ciò offre possibilità di investimento davvero interessanti.

Grazie all’idea avuta dai fondatori di Re-Lender nel 2019 è nata una piattaforma per il crowdfunding immobiliare: un sistema per fare incontrare le piccole o medie imprese che cercano fondi per la realizzazione di progetti immobiliari e un vasto pubblico di potenziali finanziatori che possono investire anche cifre molto piccole.

Si tratta dunque di una potenzialità di investimento che può portare a rendimenti anche piuttosto interessanti e che punta tutto su progetti immobiliari che abbiano al loro nucleo l’attenzione alla sostenibilità.

Su Re-Lender non si troveranno immobili da costruire di sana pianta ma progetti di riconversione, di trasformazione di vecchie strutture in edifici sostenibili, innovativi, moderni e funzionali.

Quindi non si troveranno soltanto progetti di tipo residenziale ma anche ambiziose idee per la riconversione di complessi industriali e urbani che mirano a riportare alla collettività un nuovo valore.

Re Lender recensioni: come funziona

Vediamo adesso di analizzare la piattaforma di Re-Lender nel suo funzionamento da entrambi i lati: da quello dell’azienda che cerca fondi per un progetto di riqualificazione, e da quello dell’investitore che mira a fare dei profitti in questo ambito.

Se il tuo progetto immobiliare ha necessità di trovare fondi puoi presentare le tue idee al team di Re-Lender. Ti servirà ovviamente tutta la documentazione necessaria per valutare ogni aspetto della realizzazione e per calcolarne la rendita economica.

Dal punto di vista dell’investitore invece, Re-Lender ti offre l’opportunità di accedere ad investimenti immobiliari a cui non ti sarebbe possibile partecipare con cifre ridotte.

Infatti su questa piattaforma si troveranno progetti ambiziosi che offriranno rendite importanti e che, solitamente, richiederebbero partecipazioni finanziarie davvero rilevanti.

Con Re-Lender invece è possibile entrare nell’affare anche con un investimento minimo di 50 Euro. Ovviamente le rendite saranno poi proporzionate al capitale investito.

Le somme di investimento possono crescere senza alcun limite ma nel sistema Re-Lender hanno la particolarità di essere multipli di 50 Euro.

Se si vuole iniziare a investire con Re-Lender è necessario registrarsi nel sistema e trasferire dei fondi nel tuo account. Serviranno dunque alcune verifiche di identità e un IBAN di riferimento.

Il tuo account poi potrà essere caricato sia tramite IBAN, a mezzo bonifico o con Carta di Credito. Quando la tua identità sarà verificata e avrai a diposizione un capitale da investire nel tuo account, potrai iniziare a cercare nella piattaforma i progetti più interessanti su cui investire.

A tal fine su Re-Lender sono presenti delle schede che raccontano il progetto immobiliare e l’idea alla base dello stesso corredate con tutti i dati a sostegno del potenziale investitore: tempistica di finanziamento, percentuale di interesse garantita, tipologia di investimento, quanto capitale è stato raccolto al momento…

Tutto quello che ti serve sapere per capire la validità del progetto e le potenzialità di guadagno. Una volta selezionata la parte di capitale che vuoi investire dovrai solo attendere che il progetto concluda la raccolta fondi e aspettare i tuoi guadagni.

E’ infatti bene specificare che in questa forma di crowdfunding non c’è bisogno di aspettare che il progetto sia completamente realizzato per iniziare a guadagnare.

Non serve, ad esempio, che gli appartamenti che verranno costruiti al posto di una vecchia fabbrica vengano venduti. Il sistema di Re-Lender si basa appunto sul “lending crowfunding”, ovvero sul prestare del denaro.

Il prestito del denaro inizia a rendere i propri frutti nel momento in cui il progetto terminerà la sua raccolta fondi ed andrà avanti finché l’impresa utilizzerà il prestito.

Qualora il progetto non dovesse raggiungere il finanziamento necessario per fare partire i lavori, il tuo investimento ti verrà necessariamente restituito.

Re Lender come registrarsi

Come abbiamo accennato in precedenza per entrare a fare investimenti sulla piattaforma Re-Lender è necessario registrarsi al sistema.

La procedura è molto semplice, intuitiva e veloce anche se poi saranno necessarie delle verifiche che servono all’identificazione e al mantenimento della sicurezza di tutto il sistema.

Tutto avverrà in maniera del tutto gratuita, non ci sono commissioni o spese nascoste. Dovrai semplicemente caricare un documento di identità e aspettare le verifiche.

Vediamo qui di seguito, punto per punto, le fasi necessarie per la registrazione di un nuovo utente alla piattaforma Re-Lender:

  • Per prima cosa è necessario cliccare sul tasto “registrati” e compilare il modulo con i tuoi dati.
  • A questo punto il sistema invierà una mail di conferma alla tua casella di posta elettronica, in modo che tu possa confermare il tuo indirizzo mail.
  • Sarà necessario inserire nel tuo account un documento d’identità valido, con immagine sia del fronte che del retro dello stesso. La patente di guida non è un documento valido a tal fine, sono necessari o la carta d’identità o il passaporto.
  • In 24/48 ore lavorative riceverai una mail di conferma di attivazione del tuo profilo. Durante questo periodo verranno svolti tutti i controlli necessari di sicurezza.
  • A questo punto non rimane che fare il primo versamento sul tuo account per renderlo pienamente attivo. Dopo il primo bonifico potrai anche decidere di pagare direttamente con carta di credito.

Re Lender quanto si può guadagnare

Siamo infatti arrivati a parlare dell’argomento che maggiormente interessa gli investitori: il guadagno. Le stime di guadagno grazie alla piattaforma di Re-Lender sono comprese tra l’8% e il 12%.

Ovviamente tutto dipende dal capitale investito e dal tasso di rischio del progetto, ma è bene specificare che ogni questione economica è ben specificata nel contratto che dovrai firmare ogni volta che vorrai partecipare ad un progetto.

Ogni dettaglio dell’investimento, con Re-Lender, è messo ben in chiaro in modo da non creare incomprensioni. Non esistono costi nascosti o “frasi misteriose scritte in piccolo”.

Con questo sistema di investimento è facile anche pagare le tasse sulle possibili plusvalenze generate dai rendimenti, visto che Re-Lender andrà ad operare come sostituto d’imposta.

Ovvero: la piattaforma stessa applicherà una ritenuta fiscale del 26% come da legge di riferimento per quanto riguarda gli utili di investimento.

Re Lender rischi

Iniziamo con il dire che la piattaforma Re-Lender è del tutto sicura e affidabile poiché i capitali che andrai a caricare sul tuo account saranno posizionati sull’istituto di pagamento PayArea che è un banca riconosciuta dalla Banca di Spagna ad operare nel nostro Paese.

I tuoi soldi saranno dunque sempre nella tua piena disponibilità e verranno utilizzati soltanto per gli investimenti da te selezionati. Non ci saranno mai altri utilizzi del denaro sul tuo account effettuato da altri soggetti.

I rischi su Re-Lender sono legati soltanto agli investimenti che si andranno a fare, come in ogni tipologia di investimento. I progetti possono non arrivare alla chiusura della raccolta fondi o rendere meno del previsto.

Ovviamente esiste anche il rischio che l’impresa che avvia il progetto possa fallire e non sia in grado di ripagare il debito contratto con la piattaforma.

In questi casi Re-Lender darà il via ad una procedura di recupero del credito ma la piattaforma non può garantire la restituzione completa o parziale del denaro degli investitori.

Re Lender opinioni

Re-Lender sta ottenendo grandi successi sul mercato degli immobili e le opinioni che si possono leggere nei vari forum sono quasi sempre totalmente positive.

Piace molto l’idea di fondo: la possibilità di investire in progetti che si adoperino nel recupero del territorio utilizzando molta attenzione alle realtà presenti e alla sostenibilità.

Ovviamente è particolarmente gradita anche le potenzialità degli investimenti che non prevedono commissioni per chi presta e con dei rendimenti che risultano molto interessanti.

La possibilità di partire con investimenti molto bassi, 50 Euro è il taglio minimo, è vista come propedeutica ad investimenti ben più congrui.

Unica pecca del sistema che viene sottolineata da molti utenti è che ci siano davvero pochi progetti disponibili per l’investimento. Per garantire la sicurezza dell’investimento i canoni di Re-Lender sono molto stringenti e ne consegue una varietà piuttosto ristretta di alternative di investimento.