comprare btp conviene o no

Conviene comprare BTP oggi o no? Quali sono le principali opinioni degli analisti in merito e come si stanno muovendo le principali agenzie di rating nei confronti del nostro Paese? Andiamo a vedere quali sono le ultime a riguardo, anche alla luce di quanto accaduto negli scorsi mesi e a fronte di alcune previsioni per i prossimi mesi.

Comprare BTP conviene? Agenzie discordanti sull’Italia

comprare btp conviene o no

L’Agenzia Standard & Poor’s ha confermato il rating BBB dei titoli di Stato italiani con un outlook stabile, lodando le prudenti manovre fiscali del governo Meloni, avvertendo tuttavia dei rischi di una minore crescita economica a causa delle mancate riforme legate al PNRR. Al contempo, Goldman Sachs ha però consigliato di vendere i BTP, prevedendo uno spread a 235 punti base a fine anno a causa del Quantitative Tightening della BCE e della maggiore attenzione rivolta dalla Commissione europea in merito alle riforme necessarie per i prestiti concessi al nostro Paese.

Inoltre, è plausibile che la BCE alzi i tassi di interesse a maggio (c’è incertezza se il rialzo sarà di 25 o di 50 pb), e ciò potrebbe ripetersi anche nei mesi successivi di giugno e forse luglio, con il tasso di inflazione che a marzo resta al 6,9%. Ciò potrebbe avere un impatto negativo sul mercato obbligazionario, soprattutto sui BTP, poiché un costo del denaro più alto può sollevare preoccupazioni e timori sulla sostenibilità del debito pubblico.

LEGGI ANCHE >>> BTP previsioni 2023: quali rendimenti attendersi dai titoli di stato italiani?

Acquistare titoli di Stato oggi: i fattori esterni

Insomma, si registrano previsioni contrastanti riguardo alla stretta della BCE e ai differenziali di rendimento. Secondo Goldman Sachs, potremo assistere a un amento del differenziale di rendimento di mezzo punto percentuale entro la fine dell’anno, ma ci sono motivi per non guardare tutto nero. Innanzitutto, il prezzo del gas è sceso e sotto l’aspetto del petrolio, le quotazioni del Brent sembrano contribuire alla graduale disinflazione in corso.

Inoltre, c’è da considerare quanto accaduto negli ultimi mesi sotto l’aspetto bancario, con il fallimento di alcune banche americane e la crisi di Credit Suisse, di cui la BCE potrebbe tenere conto, soffermandosi sul trend di scenari avversi agli istituti di credito. Altre crisi bancarie in Europa, tuttavia, potrebbero influenzare la restrizione monetaria della BCE. In generale, però, un allentamento della stretta sarebbe una buona notizia per i titoli di Stato italiani.

LEGGI ANCHE >>> Banche più sicure secondo la BCE: la classifica

Comprare BTP oggi conviene: conclusioni

Concludendo con uno sguardo più generale se oggi conviene acquistare BTP o meno, è importante considerare la pianificazione finanziaria e il profilo rischio-rendimento quando si sceglie di investire in titoli di Stato a diverse scadenze.

I titoli con scadenze più brevi sono meno sensibili ai tassi di interesse reali, e ciò significa che un rialzo dei tassi produce una perdita meno accentuata rispetto ai titoli con scadenze più lunghe. Pertanto, la scelta di puntare sui BTP e la loro scadenza deve essere basata su una valutazione attenta dei fattori di rischio e rendimento, nonché sulla pianificazione finanziaria a lungo termine dell’investitore.