Quali sono le migliori carte di debito attualmente in circolazione? È necessario orientarsi in un mondo popolato da numerose offerte, soprattutto quando vuoi risparmiare o cerchi determinate tipologie di prodotti, ovvero carte di debito che possano offrirti dei servizi interessanti. Come abbiamo fatto per le carte di credito, andiamo quindi a stilare una panoramica sulle migliori carte di debito del 2022, realizzando un articolo guida che ci occuperemo di aggiornare periodicamente con le migliori offerte in circolazione.

Migliori carte di debito a canone zero

migliori carte di debito a canone zero

Quali sono le migliori carte di debito a canone zero, ovvero che non prevedono costi di rilascio o di gestione? Andiamo a valutarle di seguito, specificando alcune caratteristiche importanti, come le eventuali commissioni su prelievi e operazioni e altre specifiche.

  • Carta Hype: esistono tre tipologie di carta Hype. Quella a canone zero è una carta virtuale pensata per gestire spese e pagamenti direttamente dal tuo smartphone. Sono consentiti prelievi fino a 250 euro al mese, indifferentemente dallo sportello bancario a cui ti rivolgi e inoltre puoi alimentare il tuo conto fino a 15.000 euro all’anno. Altra caratteristica interessante è il cashback, che ti permetterà di ottenere fino al 10% dagli acquisti effettuati online.

Carte Hype a confronto

55555
  • Iban italiano
  • Circuito Mastercard
  • Canone mensile 9,90 € (Premium)
  • Plafond illimitato
Leggi la Recensione oppure Vai al sito →
55555
  • Iban italiano
  • Carta di debito Mastercard inclusa
  • Canone mensile 2,90 € (Business)
  • Bonifici gratuiti
Leggi la Recensione oppure Vai al sito →
55555
  • ✔️ IBAN italiano
  • ✔️ Circuito Mastercard
  • ✔️ Canone gratis
  • ✔️ Versione business
Leggi la Recensione oppure Vai al sito →
  • Carta di debito Flowe: Flowe è un conto sostenibile decisamente innovativo, che dispone di una carta in legno che proviene da foreste gestite responsabilmente. Inoltre, alla richiesta, ti sarà dedicato anche un albero grazie alla collaborazione con ZeroCo2. Ovviamente, per averla, servirà aprire il relativo conto, scegliendo il piano più adatto alle tue esigenze e scaricando l’app su cui potrai gestire molteplici funzioni.

  • Carta BBVA Debit: si tratta di una carta di debito rivolta a chi ha già aperto un conto base presso BBVA. È una carta a canone zero, quindi non bisognerà versare spese per il rilascio o per la gestione. Prevista una commissione di 2 euro per prelievi di contanti in valute diverse dall’Euro presso gli sportelli automatici. Sono previsti limiti di utilizzo: per i prelievi il massimo giornaliero consentito ammonta a 600 euro, mentre per quanto riguarda la spesa, il limite giornaliero è fissato a 2.000 euro.
  • Carta di debito Mastercard di ING: è la carta di debito contactless rilasciata in caso di apertura del Conto Corrente Arancio di ING, che consente di effettuare prelievi e acquisti online, con notifiche in tempo reale per garantire la sicurezza dei movimenti. Anche questa è una carta a canone zero: è previsto un esborso di 10 euro nell’eventualità richiedi la riemissione della carta. Prevista anche una commissione di 0,75 euro per i prelievi di contanti presso gli sportelli automatici in Italia e in Europa (2 euro fuori UE), ma se attivi Zero Vincoli sul Conto Corrente Arancio questa commissione è azzerata.
  • EasyPlus: è la carta di debito rilasciata ai titolari di conto corrente Easy Crédit Agricole Online. Anch’essa viene rilasciata a canone zero, ma è applicata una commissione (2,10 euro, 3,10 euro per i Paesi fuori Euro) sui prelievi effettuati presso sportelli bancari che non siano della stessa banca. La carta presenta anche la modalità contactless, con limite massimo a 25 euro per operazione.
  • Widiba Debit: per avere questa carta è necessario essere titolari di conto corrente Widiba. La carta è rilasciata gratuitamente in questo caso. La commissione sui prelievi in Italia è nei Paesi EU è azzerata se il contante prelevato è inferiore a 100 euro, mentre è di 1 euro se superiore. Sui prelievi effettuati nei Paesi fuori UE la commissione sarà di 2 euro. Presente la modalità contactless (massimo 25 euro a operazione), mentre il limite di prelievo giornaliero ammonta a 1.550 euro.