Risparmiare sulle spese di gestione del conto corrente potrebbe essere una buona idea in questo periodo. Può dunque essere opportuno consultare i principali simulatori online per trovare il conto corrente più adatto alle tue esigenze. Sarà sufficiente inserire alcuni dati per le proposte più accattivanti proposte dagli istituti di credito questo mese. Le offerte si rinnovano periodicamente: noi rinnoviamo il nostro appuntamento mensile proponendo alcuni tra i migliori conti correnti zero spese del momento.

LEGGI ANCHE – Miglior conto corrente febbraio 2021: proposte del mese

I migliori conti correnti di maggio 2020

Iniziamo dalle proposte suggerite dal comparatore ConfrontaConti.it. Supponendo di avere un saldo medio anno di 15.000 euro da voler mettere su un C/C, il primo conto proposto ti offre perfino un ricavo netto sulle somme depositate. Stiamo parlando del conto WeBank, che azzera tutte le spese di gestione (anche l’imposta di bollo), annullando i costi del canone del conto e delle eventuali carte associate e offrendo invece un tasso di interesse a regime lordo dello 0,10% sulle somme tenute sul conto. In base al nostro esempio (saldo medio da 15.000 euro annui) i ricavi netti sarebbero di 0,74 euro. Poca roba, certo, ma oggi sono in pochi (e non sempre) i conti correnti che offrono un rendimento sulle somme in giacenza.

Altro conto molto interessante e a zero spese è il Conto Illimity. Nessun costo di gestione, nessuna spesa di canone, nessuna imposta di bollo. Di contro avrai la possibilità di effettuare prelievi gratuiti presso gli ATM di tutto il mondo, commissionare bonifici istantanei illimitati e avere anche una carta di credito gratuitamente e a zero spese.

LEGGI ANCHE – Aprire un conto aziendale: quali documenti servono?

Il miglior conto corrente per giovani di maggio 2020

Spostandoci sul comparatore SosTariffe.it, abbiamo cercato il miglior conto corrente per giovani. La prima soluzione che ci è stata proposta è quella del conto Widiba, l’offerta “del momento” perché offre anche un rendimento dell’1,80% sulle somme vincolate a 6 mesi. Per il primo anno il canone è gratuito per i nuovi clienti e non sono quindi previsti costi fissi. Se poi sei un lavoratore dipendente e opti per l’accredito dello stipendio direttamente sul conto, allora il costo del canone annuo sarà azzerato per sempre. Se decidi di associare al conto una carta prepagata, sappi che dovrai pagare un canone annuo di 10 euro, che sono raddoppiati a 20 euro se scegli di prendere anche la carta di credito. Dunque, il conto Widiba offerto questo mese è interessante perché offre un rendimento su eventuali somme vincolate e perché per almeno il primo anno il canone è gratuito, ma restano comunque vigenti alcuni costi da sostenere per servizi correlati (come le carte, ad esempio, ma anche i prelievi all’estero su cui è applicata una commissione di 2 euro). Per leggere una recensione approfondita e aggiornata sul conto corrente online Widiba, ti invitiamo a cliccare qui.

Sempre per i clienti giovani non possiamo non citare il conto corrente N26: a parte la comodità di aprire un conto in soli 10 minuti, facendo tutto online e addirittura tramite un semplice selfie, il conto N26 è un conto a zero spese, visto che offre prelievi gratuiti non solo in tutta Italia, ma anche nei Paesi dell’area Euro.

LEGGI ANCHE – Aprire un conto in Svizzera: rischi e vantaggi

Il miglior conto corrente online a zero spese con bancomat

Passando a un altro simulatore online, Facile.it, abbiamo cercato un conto corrente online a zero spese comprensivo di Bancomat (ma non di carta credito) e ovviamente con possibilità di operare online tramite internet banking. Oltre alle proposte che abbiamo citato in precedenza, ti sarà utile conoscere un altro inedito suggerimento, che corrisponde al Conto Crédit Agricole Online. Oltre a beneficiare di prelievi e bonifici gratuiti, ti potrà interessare anche il core della promozione del momento, ovvero un bonus di 100 euro accreditato direttamente sul conto. Per ottenere questo bonus dovrai aprire questo conto corrente entro il 30 giugno 2020 e scegliere tra accreditare la pensione o lo stipendio, oppure fare almeno 2 bonifici da 2.500 euro e attivare la carta di debito.