Nel caso tu fossi il titolare di un’azienda, di una ditta o di un semplice esercizio commerciale, dovrai aprire un conto corrente aziendale. Aprire un conto corrente di questo tipo è un’operazione piuttosto semplice e ti occorreranno solamente alcuni documenti da presentare, utili ai fini del contratto. In questo articolo ci occuperemo di capire quali sono.

Differenza conto corrente privato e aziendale

conto corrente aziendale e privato differenze

Per quanto il funzionamento di un conto corrente privato sia ovviamente simile a quello di uno aziendale, sussistono alcune differenze. Di seguito le principali:

  • Il conto aziendale presenta costi di gestione ridotti rispetto a quelli previsti per un conto personale, considerando il gran numero di operazioni svolte. Per questo motivo i conti aziendali spesso offrono alla clientela dei servizi all inclusive senza limiti in tal senso.
  • Nel conto aziendale, ogni operazione verrà effettuata a nome dell’azienda, anziché del titolare del conto.
  • Esistono sistemi ad hoc per il pagamento degli stipendi.
  • È prevista una gestione semplificata degli incassi per il conto aziendale. L’esempio standard è la possibilità di accreditare quelli che sono gli incassi provenienti dal POS direttamente sui conti correnti.
  • Il conto aziendale permette un accesso a servizi assicurativi e finanziamenti più agevolato rispetto al conto personale.

Apertura conto corrente online per aziende

Aprire un conto corrente aziendale prevede una serie di passi da compiere. Uno di questi è sicuramente quello di presentare un piano aziendale. In altre parole dovrai comunicare alla banca i nomi dei soggetti che saranno autorizzati a compiere operazioni sul conto, e sopratutto quali tipologie di operazioni tali soggetti potranno effettuare. Potrai quindi concedere una parziale o totale libertà operativa. Il piano aziendale sarà valido solamente nel momento in cui tutti gli individui coinvolti avranno posto la loro firma.

LEGGI ANCHE – Chiudere un conto corrente: cosa bisogna sapere, la guida

Documenti necessari per aprire conto corrente aziendale

conto corrente aziendale documenti

Comprese le principali differenze tra un conto aziendale ed uno privato, ora vedremo quali sono i documenti necessari che dovrai presentare al momento dell’apertura. Tra i principali troviamo:

  • Partita IVA e codice fiscale rilasciati dall’Agenzia delle Entrate.
  • Visura camerale nel caso delle imprese.
  • Documento d’identità in corso di validità. Solitamente vengono ritenuti validi oltre la carta d’identità, anche il passaporto e la patente, purché siano intestati al rappresentante legale.
  • Dati personali, dati aziendali e recapiti.

In alcune situazioni potrebbero essere richiesti ulteriori documenti, ad esempio in merito alla normativa antiriciclaggio.

LEGGI ANCHE – C/C dedicato ai professionisti: come orientarsi

Aprire conto corrente aziendale all’estero

conto corrente aziendale all'estero

Aprire un conto corrente aziendale all’estero, è ovviamente del tutto legale, ma è consigliabile rivolgersi ad un professionista in grado di seguire tutta la procedura. Il motivo è molto semplice: ogni paese ha delle sue normative specifiche che regolamentano le operazione bancarie tra stati differenti, quindi si potrebbe incorrere in alcune problematiche.

È opportuno inoltre specificare che l’apertura di un conto corrente aziendale all’estero, non esime certamente dal dover dichiarare quelli che sono i propri redditi al Fisco. In linea di massima l’apertura di un conto è possibile in qualsiasi Paese europeo. Un’eccezione a questa regola è stata data pero dalla Gran Bretagna, che ha ristretto questa possibilità ai soli cittadini residenti.