Banca Sella va incontro ai commercianti e in vista dell’introduzione delle sanzioni per chi rifiuta pagamenti via Pos, tende una mano verso i commercianti, gli esercenti e i titolari delle attività commerciali che si lamentano delle elevate transazioni da pagare quando i clienti pagano con le carte, anche a fronte di bassi pagamenti, azzerando le commissioni per le micro-transazioni. L’Istituto ha così deciso da un lato di aiutare i commercianti, dall’altra di promuovere i pagamenti digitali e così anche le micro-transazioni, al fine di abituare i consumatori a metodi di pagamento che escludono il contante.

Banca Sella azzera le commissioni sulle microtransazioni (fino a 10 euro)

Infatti, come si legge in una nota pubblicata dallo stesso Istituto, la campagna è promossa “per favorire l’utilizzo dei pagamenti digitali anche nelle micro-transazioni tramite Pos, azzerando le relative commissioni per tutto il 2022, e potenziare la rete di accettazione degli esercenti fisici”. La spinta, oltre che dalle sanzioni in vigore dal 30 giugno 2022 e dall’obbligo di Pos (dal 2014), è determinata anche da una crescita dei pagamenti digitali nel nostro Paese (sempre indietro rispetto ad altri in Europa), con 327 miliardi di euro toccati a fine 2021, ovvero un +22% rispetto all’anno precedente.

Conti online a confronto

55555
  • Iban italiano
  • Circuito Mastercard
  • Canone mensile 9,90 € (Premium)
  • Plafond illimitato
Leggi la Recensione oppure Vai al sito →
55555
  • Iban italiano
  • Carta di debito Mastercard inclusa
  • Canone mensile 2,90 € (Business)
  • Bonifici gratuiti
Leggi la Recensione oppure Vai al sito →
55555
  • Help Center
  • Prelievi gratis (fino a 4/6 operazioni)
  • Costi 1,5 €/m (Start) o 5 €/m (Premium)
  • Gestione online
Leggi la Recensione oppure Vai al sito →

Molti commercianti lamentano spesso il costo delle commissioni per i pagamenti via Pos (qui puoi consultare i Pos attualmente in offerta), anche per le microtransazioni e per questo motivo, gli esercenti che sottoscriveranno un nuovo contratto entro il 30 giugno 2022, avranno diritto a commissioni gratuite fino alla fine del 2022 sulle transazioni di pagamento elettroniche (anche contactless e wereable) fino a un importo massimo di 10 euro. Gli esercenti, prosegue il comunicato, “saranno anche dotati di un terminale Pos Android evoluto con fotocamera integrata e display touch in grado di connettersi via WiFi, alla rete 4G o tramite Bluetooth, e di gestire anche altre app gestionali degli esercenti”.

“L’azzeramento delle commissioni sulle micro-transazioni è coerente con le mutate abitudini degli italiani”, spiega Andrea Pozzi, Head of Banking and Payments di Banca Sella. Italiani che “nel 2021 hanno preferito utilizzare in particolare le carte contactless per i loro acquisti, anche di piccolo importo, in negozio”. Inoltre l’iniziativa “rappresenta un forte sostegno all’attività quotidiana degli esercenti”.

Come risparmiare sulle commissioni con i Pos

pos senza conto corrente

Tra i Pos attualmente disponibili in commercio, ricordiamo che anche Nexi Mobile Pos (qui il sito ufficiale) permette di risparmiare sulle commissioni azzerando quelle relative ai pagamenti tramite carta fino a un massimo di 10 euro. Chi invece non vuole pagare commissioni, può optare per un terminale Pos a canone: il più conveniente è Axerve Easy Pos (qui il sito ufficiale), che consente due modalità di pagamento (17 € e 22 €) in base al transato annuo.

Pos per risparmio commissioni

55555
  • Costi 17 € / 22 €
  • Doppia Connettività
  • Batteria lunga durata
  • Sicurezza
Leggi la Recensione oppure Vai al sito →
55555
  • Canone zero
  • Credito d'imposta -30%
  • Commissione 1,89%
  • Pagamenti su qualsiasi C/C
Leggi la Recensione oppure Vai al sito →