piantagione di Syngenta

Alla fine la notizia tanto attesa è finalmente arrivata: l’IPO di Syngenta ci sarà. Indicata come una delle operazioni più attese nella lista sulle migliori IPO 2023, la quotazione di Syngenta sembra essere destinata a passare addirittura nella storia. Indiscrezioni ma soprattutto la valutazione potenziale (vedremo dopo a quanto ammonta) sembrerebbero configurare l’Offerta Pubblica come l’IPO più grande del 2023 a livello globale.

Saranno i numeri finali a dire se questa aspettativa sarà confermata o meno, ma ad oggi resta il fatto che, in un contesto di mercato caratterizzato ancora da molte incertezze, sarà la quotazione di una società svizzera sul listino della borsa di Shanghai ad entrare negli annali. Un esempio concreto di multiculturalismo applicato al mondo delle IPO.

IPO Syngenta sul listino più importante di Shanghai

piantagione di Syngenta
IPO Syngenta sulla borsa di Shanghai – immagine dal sito www.syngenta.it

Non c’è assolutamente nulla di cui meravigliarsi se dell’IPO della società nata nel 2020 a seguito della fusione tra Novartis Agribusiness e Zeneca Agrochemicals, si parli già dall’anno scorso.

Se fino a gennaio di IPO in generale proprio non se ne poteva parlare a causa delle avverse condizioni del mercato, più recentemente, ossia a marzo, l’ipotesi IPO di Syngenta era ritornata in primo piano dopo che la società svizzera aveva avanzato una richiesta di quotazione sul market Star Board della borsa di Shangai, il mercato riservato alle imprese tecnologiche. Le autorità hanno però risposto picche e allora nuova attesa fino quando, proprio ieri, è arrivata la svolta: Syngenta sarà quotata sul listino principale della borsa di Shanghai (SHEX) come preteso dalle autorità.

Il via libera ufficiale all’IPO Syngenta è arrivato il 16 giugno 2023 quando Shanghai Stock Exchange ha dato il suo ok all’offerta pubblica iniziale.

Avendo ottenuto il via libera, l’IPO Syngenta presto sarà quindi ai nastri di partenza. L’Offerta Pubblica di Acquisto vale per 65 miliardi di yuan (al cambio attuale circa 9,1 miliardi di euro) e non c’è da meravigliarsi se, come detto in precedenza, per molti analisti si potrebbe configurare come la più grande IPO dell’anno in corso.

Nel comunicato che ufficializza l’operazione, si evidenzia che Syngenta intende usare l’operazione per il finanziamento delle sezioni di ricerca e sviluppo ma anche per aggiornare la sua piattaforma agricola, supportare acquisizioni globali e rimborsare i debiti a lungo termine. Questi sono i riferimento contenuti nel prospetto dell’IPO Syngenta.

Una cosa è certa: l’operazione dovrebbe stimolare l’appeal dei fondi esteri per il mercato azionario onshore cinese.

Quotazione Syngenta sul SHEX è momento di grande visibilità per le borse cinesi

La quotazione del gruppo svizzero sul più importante indice di Shanghai sarà motivo di vanto per i mercati azionari e le borse cinesi ha dichiarato Sandy Mehta, amministratore delegato e responsabile degli investimenti di Value Investment Principals. Grazie all’IPO l’importanza di Shanghai come centro finanziario mondiale e punto di riferimento della gestione patrimoniale aumenterà. E’ possibile che soprattutto i player più grandi che magari sono già attivi nei mercati di Cina e Hong Kong possano intensificare la loro azione con conseguente crescita dei volumi.

Secondo Ben Harburg, managing partner di Magic Stone Alternative Investment a Pechino, la decisione di spostare l’IPO di Syngenta sul SHEX permetterà l’accesso a un mercato più maturo e una base di liquidità più ampia.

Tradizionalmente le IPO sulle borse cinesi si sono rivolte soprattutto ad investitori domestici ed in questo modo il potenziale di appeal è stato limitato. Con l’IPO di Syngenta ci potrebbe ora essere il punto di svolta anche perchè Pechino vuole che più aziende globali possibile vengano quotate sulle borse cinesi.

Nuovo sul mercato? Ecco una guida per te >>> Come partecipare alle IPO: guida rapida per principianti

Previsioni sull’IPO di Syngenta

Nel lontano 2016 il mercato globale dei prodotti agrochimici valeva 215,18 miliardi di dollari. Ebbene stando ad alcune previsioni nel 2025 il valore dovrebbe salire a 308,92 miliardi con un ritmo di crescita medio annuo del 4,1%.

Syngenta è attualmente concentrata sulla produzione di prodotti agrochimici e sementi, ma nel suo core rientrano anche le biotecnologie e gli studi sul cambiamento del genoma oltre che produrre cibo OGM. Quindi se il mercato dei prodotti agrochimici cresce, Syngenta non può che trarne vantaggio.

Anche il mercato delle sementi è in forte espansione. Qui le previsioni dicono che si possa passare dai 59,30 miliardi di dollari del 2020 agli 80,90 miliardi di dollari del 2025 con un tasso di crescita del 6,4% medio annuo. E anche su questo settore Syngenta è ben presente.