Intesa Sanpaolo ha collocato nuove obbligazioni bancarie di tipo senior preferred. L’emissione riapre di fatto la stagione dei bond bancari dopo un silenzio durato oltre due mesi. I nuovi bond Intesa Sanpaolo che sono stati collocati oggi, infatti, sono i primi emessi da una banca dallo scoppio nell’emergenza coronavirus. Anche tra le banche, quindi, c’è voglia di tornare alla normalità e la nuova emissione dell’istituto guidato da Messina va appunto in questa direzione.

Nelle scorse settimane erano stati emessi nuovi bond Eni e altre obbligazioni corporate. Con il collocamento di oggi cade anche l’ultimo tabù e anche le banche tornano sul mercato del debito.

La decisione di Intesa Sanpaolo di emettere nuovi bond è una buona notizia per i risparmiatori che sono alla costante ricerca di occasioni per diversificare i propri risparmi e che, fino a poche settimane fa, avevano un ventaglio decisamente ristretto di possibilità di investimento a causa proprio dell’emergenza coronavirus.

Che anche lato risparmiatori ci sia tanta voglia di tornare alla normalità, lo si può dedurre anche dalla risposta del mercato alla nuova emissione benchmark di Intesa Sanpaolo. La domanda di sottoscrizione delle nuove obbligazioni senior preferred, infatti, è stata molto forte. Al termine del collocamento le richieste sono state pari a oltre 2,3 miliardi di euro contro un ammontare massimo emesso 1,15 miliardi di euro. Considerando il contesto, l’operazione è stata un successo.

Nuovi bond Intesa Sanpaolo 18 maggio 2020: scadenza e durata

obbligazioni zero coupon cosa sono

Le nuove obbligazioni emesse oggi 18 maggio da Intesa Sanpaolo hanno una durata pari a 5 anni e quindi presentano scadenza il 26 maggio 2025. L’emissione è stata curata da un pool di banche formato da Banca Imi, Natixis, UBS, Deutsche Bank, Credit Agricole, City, e Bank of America.

Una particolare che ai risparmiatori più attenti non sarà certamente passato inosservato. Durata e data di scadenza dei bond Intesa Sanpaolo senior preferred è la stessa del BTP Italia maggio 2025 lanciato oggi dal Tesoro.

La banca guidata da Messina, quindi, ha scelto di emettere nuove obbligazioni nello stesso giorno in cui è partito il collocamento del nuovo BTP Italia. Non solo ma la durata delle due obbligazioni è praticamente la stessa trattandosi di titoli a 5 anni.

Obbligazioni Intesa Sanpaolo 26 maggio 2025: rendimento

Al termine del collocamento, il rendimento del nuovo bond emesso da Banca Intesa è stato fissato al 2,15%. Le indicazioni di rendimento iniziali erano pari a 270 punti base sul tasso midswap. Già alla fine della mattinata, però, erano scese a 245 punti base. Considerando che il tasso in euro a 5 anni è pari al -0,3%, le obbligazioni Intesa Sanpaolo scadenza maggio 2025 profilano un rendimento in area 2,15% contro l’1,4% di minimo iniziale garantito del BTP Italia in collocamento da oggi.

E’ possibile che, con l’emissione sul mercato secondario, il prezzo delle obbligazioni Intesa Sanpaolo possa salire. In tal caso il rendimento dovrebbe calore all’1,9 per cento grazie alla forte qualità e alla solidità che da sempre caratterizzano la banca.