La realtà economica moderna spesso appare altalenante e complessa per il tuo bilancio familiare, spingendoti a dover scegliere delle soluzioni integrative che ti permettano negli anni di mettere da parte un capitale da investire in progetti futuri o semplicemente per avere maggiore tranquillità economica.

Risparmiare è importante e probabilmente ti sarai trovato innanzi a parole come fondo pensione, PAC o assicurazione postale. Quali sono le loro caratteristiche? In questa guida andremo ad analizzare i singoli aspetti al fine di offrirti dei parametri per scegliere il prodotto finanziario che si adatta alle tue esigenze.

Cos’è un piano di accumulo capitale, un fondo pensione e un’assicurazione postale

Fondo pensione, piano di accumulo e assicurazione postale sono tre diverse forme di strumenti finanziari creati per investire il tuo denaro, accumulando una somma specifica nel tempo al fine di ottenere in futuro una rendita. Ciò significa che effettuerai dei versamenti automatici oppure volontari in modo scadenzato e una percentuale dei tuoi soldi, momentaneamente non sarà più a tua disposizione, fino alla scadenza del prodotto, o per un tuo riscatto. In alcuni casi potrai avere dei vantaggi dal punto di vista della tassazione, in altri un rendimento in proporzione al capitale versato. Ma quali sono le caratteristiche principali di questi prodotti?

LEGGI ANCHE – Come far fruttare i risparmi

Come funziona un piano di accumulo, il fondo pensione e l’assicurazione postale

Il fondo pensione è una di quelle realtà integrative che puoi attivare al fine di migliorare il tuo piano contributivo pensionistico, creando in maniera continuativa una tua rendita da impiegare a fine attività lavorativa. Potrai considerarlo come uno strumento complementare, davvero indispensabile dato che è una forma di investimento valida per il futuro oltre darti una solidità economica maggiore collegata alla pensione.

Il piano di accumulo di capitale, definito anche con l’acronimo PAC, si caratterizza per il fatto che i soldi che metterai da parte non verranno recuperati solo nel momento in cui deciderai di andare in pensione, ma avrai l’opportunità di sfruttarli in qualunque situazione al fine di poter rispondere a determinate esigenze economiche. Ma come funziona un piano di accumulo? Sarai tu a scegliere la percentuale di capitale fissa da versare ogni mese, con la possibilità di eseguire anche versamenti successivi, per integrare l’importo stabilito. Il calcolo del capitale finale del piano di accumulo sarà dato dalla somma di tutti i versamenti eseguiti in modo automatico o saltuari con l’aggiunta degli interessi maturati.

Infine quando si parla di assicurazione postale, si fa riferimento a una serie di prodotti finanziari creati ad hoc da parte di Poste Italiane, che ti permettono di mettere da parte un capitale che viene investito, ma in contemporanea, poter avere un’assicurazione specifica in caso di eventi imprevisti. Infatti l’andamento del tuo capitale è strettamente connesso alle quotazioni delle assicurazioni postali che in base al prodotto che hai sottoscritto, possono portare un interesse maggiore o minore nel tempo.

LEGGI ANCHE – Come diversificare i propri risparmi

Il confronto tra fondo pensione, PAC e assicurazione postale

Se confronti i tre prodotti finanziari puoi trovare una serie di pro e di contro. Infatti, i PAC prevedono molta libertà sia per la tipologia di investimento, sia per poter recuperare i soldi versati in caso di necessità, con la possibilità di trasformare il capitale accumulato in rendita immediata. Invece nei fondi pensione si potrà richiedere un’anticipazione di quanto versato al fine di ottenere una liquidità, ma non un riscatto completo. Inoltre il calcolo della rendita del fondo pensione, avverrà solo dopo che sono stati maturati i requisiti previsti per la pensione integrativa.

Dall’altro lato invece i fondi pensione e le assicurazioni postali hanno il vantaggio di essere sottoposti a un regime fiscale più vantaggioso, dato che non ti faranno cumulo nella dichiarazione dei redditi a fine anno. In particolare per quanto riguarda il calcolo della tassazione in caso di riscatto anticipato del fondo pensione sarà soggetta a una tassazione separata pari al 15% con una riduzione di 0.3%, se sono superati i 15 anni.

LEGGI ANCHE – Investimenti postali più convenienti 2020: ecco quali sono

Scegliere tra fondo pensione, PAC e assicurazione postale

Valutare quale sia il prodotto finanziario più vantaggioso non è facile, dato che i parametri da considerare sono diversi. Per eseguire una giusta scelta sarà quindi importante considerare quali siano le tue esigenze. Infatti se necessiti di avere un’integrazione economica, con una maggiore sicurezza nel momento in cui avrai scelto di terminare la tua attività lavorativa, allora potrebbe essere utile un fondo pensione. Se invece vuoi investire in un tempo determinato, per esempio per avere dei soldi da parte per un programma di studi o per un investimento specifico, allora il piano di accumulo può essere l’idea più adatta. Infine se vuoi combinare un investimento sicuro con una polizza che possa coprire eventuali situazioni impreviste nella tua vita e alla tua famiglia, potrai optare per un’assicurazione postale.