Sempre più investitori italiani decidono di puntare su fondi comuni di investimento in modo da accrescere il proprio patrimonio nel lungo periodo. Può essere quindi che anche tu abbia deciso di utilizzare una parte dei tuoi risparmi per investirli in uno di questi fondi, come i fondi sostenibili, ma la scelta non è sempre facile ed è importante prima capire di cosa si tratta e in che mani stai mettendo i tuoi soldi.

Cosa è un fondo di investimento

Un fondo di investimento è uno strumento che consiste in un patrimonio suddiviso in quote, tali quote sono versate da ognuno dei partecipanti e il patrimonio totale viene gestito a monte in maniera unitaria dall’operatore che mette a disposizione il fondo e che viene chiamato Società di Gestione. Questa società raccoglie quindi le quote versate dagli investitori e le reinveste in azioni di altre aziende, obbligazioni o materie prime, mettendo poi a disposizione dei partecipanti al fondo i proventi mediante l’emissione di una o più quote.

Nel 2021 i fondi di investimento che vanno per la maggiore sono i cosiddetti ESG, ovvero i fondi sostenibili. L’acronimo sta per Enviroment, Social, Governance che si può tradurre come Ambiente, Società e Politiche di Governo.

In altri termini, i fondi sostenibili sono quelli che si occupano di investire le loro quote in aziende ritenute socialmente responsabili, ossia impegnate attivamente nella vita sociale e politica del Paese attraverso dinamiche di rispetto dell’ambiente, delle minoranze e della società. La crescente sensibilità sociale verso problemi importanti e gravi quali il riscaldamento globale e lo sfruttamento eccessivo delle risorse ha fatto sì che la domanda di investimento in fondi che potessero garantire ai risparmiatori di investire in aziende e materie prime ecosostenibili crescesse a dismisura.

Per trovare i migliori fondi sostenibili su cui investire oggi pensando all’ambiente e al futuro, può essere utile sfogliare il catalogo MorningStar presente sulla piattaforma Fundstore (leggi la recensione). Inserendo gli opportuni parametri è possibile accedere a una selezione di fondi etici e sostenibili.

SCOPRI TUTTI I FONDI DISPONIBILI SU FUNDSTORE>>>CLICCA QUI PER CONOSCERE IL CATALOGO COMPLETO CON MORNIGSTAR

Fondi etici e sostenibili: i criteri di inclusione

Qual è la politica che i gestori dei fondi attuano per fregiarsi del titolo di fondo sostenibile? La più diffusa e utilizzata è quella che possiamo definire “non negativa“, consiste nell’esclusione di titoli di aziende che operano in determinati settori considerati non socialmente responsabili, come ad esempio armi, tabacco e alcool.

Alcuni gestori cercano invece di applicare una politica di scelta basata su fattori positivi come l’impatto ambientale, l’impegno sociale su tematiche rilevati come la parità dei sessi e i diritti dei lavoratori o ancora il rispetto dei criteri di sicurezza sul lavoro e la vicinanza alle politiche di governance degli Stati in cui le aziende operano.

Tutti questi fattori vengono valutati su base annua attraverso relazioni stilate dalla società di gestione, che si tramutano in assemblee aventi lo scopo di mettere al voto il diritto di quell’azienda di continuare a far parte del portafoglio del fondo etico.

Inoltre le società che gestiscono i fondi spesso si affidano ad agenzie di rating etico che forniscono una dettagliata analisi dell’impegno sostenibile delle aziende e aiutano quindi la società a depennare dal portafoglio le aziende poco virtuose che non si impegnano abbastanza.

L’attenzione verso l’impegno etico è talmente affermata che piattaforme di fondi di investimento come ad esempio Fundstore (qui il sito ufficiale) hanno addirittura creato un Portafoglio Etico che investe in fondi che perseguono gli obiettivi tipici della gestione finanziaria tenendo in considerazione aspetti di natura ambientale, sociale e di governance.

Per ottenere la composizione dettagliata del Portafoglio Etico di Mornigstar basta essere registrati su Fundstore (link ufficiale). La registrazione è del tutto gratuita e da diritto a visionare i fondi che compongono il portafoglio, la sua performance, il rischio e la liquidità.

Al risparmiatore etico la scelta se realizzare il portafoglio sottoscrivendo i fondi che lo compongono.

Scopri i portafogli tematici Fundstore>>>clicca qui per registrarti gratis su Fundstore e conoscere la composizione del portafogli etici

I migliori fondi sostenibili

Una volta deciso di investire in quote di fondi sostenibili dovrai decidere a quale fondo rivolgerti per essere certo di mettere in buone mani il tuo denaro e di avere il giusto ritorno economico a lungo termine. Una ricerca condotta da MorningStar ha individuato i migliori fondi sostenibili 2021 categorizzandoli per rendimento a 1 e a 3 anni. Per dare un’idea dell’ascesa di questa categoria di investimenti, più della metà dei fondi comuni a più alto rendimento hanno il carattere di sostenibilità e reinvestono le loro somme su aziende virtuose dal punto di vista sociale o ambientale.

Tra i vari fondi ESG quelli che riscuotono il maggior successo sono i fondi Sostenibili A di Sella Gestioni, i fondi Robeco e i fondi Comgest. Vediamo nel dettaglio di che cosa si tratta:

  • Investimenti Sella Gestioni SGR (ISIN: IT0001316261): offrono un rendimento a 24 mesi pari a 5,65142% (aggiornamento giugno 2021); ultimo NAV è 8,02. Disponibili su Fundstore (sfoglia qui il Catalogo Fondi con Morningstar), questi fondi nvestono in strumenti finanziari azionari, obbligazionari e monetari, denominati in qualsiasi valuta, inclusi gli OICR specializzati in misura non superiore al 25% del valore delle proprie attività. Gli investimenti azionari, inclusi i derivati, sono consentiti fino ad un massimo del 30%. Nell’immagine in basso è indicato il MorningStar rating del fondo sostenibile Investimenti Sella Gestioni SGR.
  • Fondi ESG Robeco: offrono un rendimento a 1 anno superiore al 20% con punte al 30% per il fondo di punta, che si attesta al 17% sui 3 anni. Investono soprattutto su giganti delle IT e dei software quali Mastercard, Visa e Microsoft e remunerizzano ampiamente il rischio iniziale.
  • Fondi Comgest: il loro rendimento a 1 anno è intorno al 25% e ai 3 anni si attesta vicino al 15%, puntano sul settore farmaceutico e annoverano nel portfolio aziende come B&M European Value Retail, Straumann Holding e Amplifon.

Investire in fondi sostenibili, considerando la crescita costante del settore negli ultimi anni e la sempre maggior consapevolezza etica di imprese e Stati, sembra essere una scelta vincente per riuscire ad incrementare il tuo patrimonio a un rischio relativamente basso.

Inoltre la certezza di non finanziare attività illegali o dalla dubbia moralità è sicuramente un incentivo in più che potrebbe convincerti ad investire.