Se sei titolare di un conto corrente puoi richiedere una carta di credito, che può essere inclusa nel canone del conto o con una quota da pagare a parte. Tuttavia, puoi essere titolare di carte di credito anche senza avere un conto corrente (preso la stessa banca): quali sono le migliori? Ce ne sono di gratuite e a pagamento e con requisiti richiesti differenti.

Come scegliere una carta di credito senza conto corrente

La scelta di una carta di credito senza conto corrente può dipendere da diversi fattori, tutti riguardanti le non solo le tue esigenze, ma anche il tuo profilo di rischio, o il tuo reddito personale o altri aspetti che ogni istituto può e intende considerare prima di averti tra i suoi clienti. Una procedura di selezione che a volte può sembrare rigida, ma che è del tutto normale e che è il riflesso diretto della serietà di un’azienda.

Per il resto, la scelta di una carta di credito può essere fatta in base ai costi della stessa (gratuita o a pagamento), ai servizi aggiuntivi (polizze, bonus, cashback, premi) o alla flessibilità consentita (modalità di rimborso).

Ecco alcune carte di credito senza conto corrente che possono interessarti.

Carte di credito gratuite senza conto

Iniziamo dalle carte di credito gratuite, che sicuramente faranno gola a molti, ma è importante sapere che per esserne titolari è necessario rispondere a requisiti di affidabilità.

Advanzia Carta You

carta you advanzia

La Carta You di Advanzia (leggi qui la recensione completa) è una carta di credito arrivata di recente nel nostro Paese e che ha avuto subito molto successo in termini di richieste. Appartiene al circuito Mastercard, prevede due modalità di rimborso (a saldo o a rate) e soprattutto è gratuita. Non ci sono costi di canone, né di commissioni, non si paga l’imposta di bollo e non sono previste sorprese, perché tutto è redatto in maniera limpida e trasparente sui documenti informativi. La spesa riguarda solo gli interessi, che ammontano all’1,75% sugli acquisti in caso di pagamento rateale e sui prelievi di contanti, con un tasso di interesse annuo effettivo del 21% dalla data di operazione.

Tra i benefici previsti riservati ai titolari di Carta You figurano una polizza viaggio completa e con copertura totale, la possibilità di pagamento differito fino a 7 settimane, l’opzione di pagamento frazionato relativamente al rimborso, il vantaggio di non aprire nessun altro conto corrente presso un’altra banca, ma di mantenere quello che hai già. A completare il profilo sintetico del conto spicca anche un servizio clienti attivo 24/7.

Cosa importante da sapere: visto che si tratta di una carta di credito gratuita che offre molti benefici, la procedura di selezione è molto rigida e severa. L’istituto accetta solo buoni pagatori, che non suscitino dubbi o perplessità sulla loro possibilità di rimborso.

Se sei interessato a diventare titolare di Carta You e hai un profilo in regola, puoi richiedere la Carta cliccando direttamente sul pulsante sottostante.

Carta Nova Findomestic

Una rigida procedura di selezione è alla base anche della Carta Nova Findomestic. Prima di diventare titolare di questa carta di credito gratuito, infatti, dovrai dimostrare che sei un buon pagatore e sottoporti a una valutazione del rischio. Se sei in regola e non hai mai avuto criticità nei rimborsi, allora potrai ottenere questa Carta. Gli unici due requisiti richiesti, oltre alla maggiore età ovviamente, riguardano la presenza di un reddito dimostrabile e la titolarità di un conto corrente (se non ne hai già uno, la scelta della banca è a tua discrezione).

La Carta Nova Findomestic è un ottimo mix tra carta di credito classica e carta revolving: potrai quindi scegliere se pagare a saldo (in un’unica soluzione) o a rate e in quest’ultimo caso dovrai pagare gli interessi a un TAN attorno al 15% e un TAEG sopra il 21%, ma potrai scegliere se e quanto pagare (entro l’annualità) per importi superiori a 100 euro.

Tra i servizi aggiuntivi proposti da Carta Nova Findomestic figura il Cashback, che ti permette di riavere indietro lo 0,5% di spesa sui tuoi acquisti effettuati tramite Carta, con la possibilitĂ  di convertirli in buoni sconto da utilizzare presso gli esercizi commerciali convenzionati.

Carta Easy Compass

Anche la Carta Easy Compass abbina le funzioni di una carta di credito tradizionale con quelle di una carta revolving, con fido da 1.500 a 5.000 euro, a seconda del profilo economico del titolare. Questa carta appartiene al circuito Visa e prevede una modalitĂ  di rimborso a saldo o a rate, con TAN sopra il 21%.

Il rimborso rateale si applica anche sui prelievi, che quindi sono a pagamento (4% dell’importo prelevato, o 1% se l’operazione è effettuata presso gli sportelli di Banca Compass): il limite del prelievo ammonta a 250 euro al giorno, con rimborsi a partire da 50 euro al mese.

Per diventare titolare della Carta Easy Compass dovrai presentare delle garanzie: prima di tutto devi essere un lavoratore o un pensionato, quindi devi percepire un reddito. Inoltre, non devi avere avuto o avere in corso problemi di solvibilità. Infatti, nella procedura di richiesta dovrai presentare, oltre alla documentazione personale (documento d’identità e codice fiscale) anche la dimostrazione del reddito (busta paga, cedolino pensione, dichiarazione dei redditi) e l’ultima bolletta di un’utenza domestica.

Carte di credito senza conto corrente: il mondo American Express

verifica carta di credito
https://pixabay.com/it/photos/american-express-carte-credito-89024/

Oltre ai circuiti Visa e Mastercard, c’è anche il circuito American Express. Il catalogo di carte della società è piuttosto ampio e si adatta a diversi profili e a diverse esigenze.

Le carte American Express offrono molti vantaggi, soprattutto in termini di polizze ma non solo, ma per diventarne titolari sono richiesti requisiti di reddito abbastanza stringenti. Inoltre, per tutte le carte è previsto un canone, che in alcuni casi può essere azzerato se si supera una certa soglia di spesa annua.

Periodicamente, sulle Carte American Express sono disponibili delle promozioni molto interessanti, che offrono sconti sulle spese o sul canone, o agevolazioni sui vari pacchetti disponibili.

Per diventare titolare di una carta American Express puoi essere intestatario di un conto corrente presso qualsiasi altra banca. Attenzione: si parla di conto corrente. I titolari di una carta conto con Iban, ad esempio, non possono diventare titolari di queste carte.

Andiamo a schematizzare le principali Carte Amex disponibili, i vantaggi offerti, i requisiti richiesti e i costi (clicca sul nome della Carta per leggere la recensione).

Tipo di cartaAmerican Express BluAmerican Express VerdeAmerican Express OroAmerican Express Platino
Reddito minimo annuo lordo11.000 €11.000 €25.000 €45.000 €
VantaggiCashback 1%; Rimborso acquisti a reso (max. 1.000 €); Polizza viaggioIscrizione automatica e gratuita al programma Membership Reward; Polizza Viaggio; Amex Map per gli esercizi convenzionatiPriority Pass; The Hotel Collection; Convenzioni noleggio auto; Polizza World Travel Assist; 2×1 Card The Space Cinema; 2×1 offerte My E-vents; Prevendite concerti American Express Experiences; Voucher viaggi 50 €Priority Pass Prestige; Fine Hotels & Resorts; Convenzioni noleggio auto; Servizio viaggi dedicato; Ristoranti con sconto Global Dining; Prevendite concerti American Express Experiences; Servizio Concierge; Assicurazione Viaggio Globale
Canone1° anno: gratuito; Dal 2° anno: 35 €1° anno: gratuito; Dal 2° anno: 6,50 € al mese1° anno: gratuito; Dal 2° anno: 14 € al mese60 € al mese
Richiesta onlineBLUVERDEOROPLATINO
Si ricorda che l’emissione della Carta è a discrezione di American Express. Per maggiori informazioni sulle condizioni economiche e contrattuali, consultare il Regolamento Generale della Carta e i Fogli Informativi allegati sul sito americanexpress.it/terminiecondizioni.