Saipem e la sua controllata Saipem Finance International hanno dato mandato a BNP Paribas, HSBC Continental Europe, Intesa Sanpaolo e UniCredit Bank, in qualità di Joint Bookrunner, di organizzare una serie di incontri con investitori fixed income. Questi incontri sono finalizzati a valutare il potenziale lancio da parte di Saipem Finance di un nuovo prestito obbligazionario non convertibile e unsubordinated.

Offerte di riacquisto di prestiti obbligazionari Saipem

bond Saipem
Annunciate anche offerte di riacquisto dei prestiti in scadenza nel 2025 e nel 2026 (www.risparmioggi.it)

Contestualmente, Saipem e Saipem Finance hanno annunciato l’avvio di due offerte di riacquisto di prestiti obbligazionari emessi da Saipem Finance per un ammontare massimo complessivo di 380 milioni di euro. Le offerte sono rivolte ai portatori dei seguenti prestiti obbligazionari:

  1. “2.625% EUR 500m Notes due 7 January 2025”
  2. “3.375% EUR 500m Notes due 15 July 2026”

Questi titoli sono quotati sull’EURO MTF della Borsa del Lussemburgo. Le offerte scadranno il 28 maggio 2024.

Dettagli delle offerte di riacquisto

  • Obbligazioni Saipem 2025: Tutte le obbligazioni saranno accettate per il riacquisto.
  • Obbligazioni Saipem 2026: È previsto un ammontare nominale massimo fino a 200 milioni di euro. Tuttavia, se saranno ricevute e accettate offerte valide per l’intero importo nominale aggregato di tutte le obbligazioni 2025, le obbligazioni 2026 non saranno accettate per l’acquisto, salvo decisione discrezionale dell’offerente di aumentare l’importo massimo aggregato delle offerte.

Obiettivo dell’operazione di riacquisto e emissione nuove obbligazioni

L’operazione è finalizzata all’ottimizzazione della struttura finanziaria di Saipem, con l’obiettivo di aumentare la durata media dell’indebitamento. Questo permette a Saipem di migliorare la gestione del proprio debito, allungando le scadenze e potenzialmente riducendo i costi di finanziamento nel lungo termine.

Tirando quindi le somme, Saipem sta intraprendendo una strategia di rifinanziamento che include sia l’emissione di nuovo debito obbligazionario sia il riacquisto di obbligazioni esistenti, con l’obiettivo di rafforzare la propria posizione finanziaria e migliorare la gestione del debito.

Leggi anche >>> Nuove obbligazioni convertibili Saipem: come funzionano e rischi presenti

Non solo obbligazioni per Saipem ma anche nuove commesse

Il dinamismo che Saipem sembra mostrare è confermato non solo dall’annuncio della prossima emissione obbligazionaria ma anche delle tre nuove commesse che la quotata si è aggiudicata in Angola. I contratti sono stati siglati con TotalEnergies Angola Block 20, una società controllata da TotalEnergies, per lo sviluppo dei giacimenti petroliferi Cameia e Golfinho situati a circa 100 km al largo delle coste dell’Angola. L’ammontare totale di questi contratti è di 3,7 miliardi di dollari.

Gli accordi rappresentano un’importante acquisizione per Saipem, consolidando la sua presenza in Angola e rafforzando la collaborazione con TotalEnergies. Il progetto Kaminho sarà fondamentale per lo sviluppo dei giacimenti Cameia e Golfinho, contribuendo significativamente alla produzione energetica dell’Angola e dimostra anche l’impegno di Saipem nel supportare la crescita sostenibile e la produzione efficiente di energia nel paese.

Ti interessano i bond? Resta aggiornato con news sulle emissioni e analisi esclusive Iscriviti al Canale Telegram