Il Buono Premium è una soluzione ideale per chi desidera investire i propri risparmi a breve termine con la certezza di un rendimento sicuro. Questo strumento finanziario è dedicato esclusivamente ai titolari di Libretto Postale che apportano Nuova Liquidità. Con una durata di un anno, il Buono Premium garantisce un rendimento annuo lordo del 3,50% alla scadenza.

investire nel buono premium
Caratteristiche e vantaggi del Buono Premium (www.risparmioggi.it)

Investire nel Buono Premium: le caratteristiche principali

Andiamo a elencare le principali caratteristiche del Buono Premium.

  • Durata di 1 anno: il Buono Premium consente di investire nel breve periodo, offrendo rendimenti certi. È emesso esclusivamente in forma dematerializzata e acquistabile solo tramite Libretto di Risparmio Postale (Smart e Ordinario).
  • Zero costi: non ci sono costi di sottoscrizione e rimborso, fatta eccezione per gli oneri fiscali. La tassazione agevolata sugli interessi è del 12,50% e i Buoni sono esenti da imposta di successione.
  • Flessibilità di rimborso: puoi richiedere il rimborso del Buono in qualsiasi momento, recuperando il capitale investito. Gli interessi maturati sono corrisposti solo se si raggiunge la scadenza annuale.

Come sottoscrivere il Buono Premium

  • Online: se sei titolare di Libretto Smart abilitato ai servizi dispositivi online, puoi sottoscrivere i Buoni tramite il sito di Risparmio Postale o l’app BancoPosta.
  • In ufficio postale: puoi sottoscrivere il Buono Premium presso qualsiasi ufficio postale, portando con te un documento d’identità e il codice fiscale.

Importo di sottoscrizione

Puoi sottoscrivere i Buoni Premium per importi pari a 50 euro e multipli. La sottoscrizione è consentita solo per un importo non superiore alla Nuova Liquidità apportata sul Libretto Postale.

Cosa si intende per Nuova Liquidità

La Nuova Liquidità comprende le somme che incrementano il saldo del Libretto Postale a partire dal 17 maggio 2024 fino all’11 luglio 2024. Può essere apportata tramite bonifici bancari, versamento di assegni bancari e circolari, o accredito di stipendi e pensioni.

Per i Libretti Smart, la Nuova Liquidità può essere trasferita tramite girofondo da un conto corrente BancoPosta o altro Libretto di Risparmio Postale con la stessa intestazione. Per i Libretti Ordinari, la Nuova Liquidità deve essere versata direttamente.

Modalità di rimborso

Essendo emesso in forma dematerializzata, il rimborso anticipato del Buono Premium può avvenire per l’intero valore o parzialmente per importi pari a 50 euro e multipli, senza costi aggiuntivi. Il valore di rimborso prima della scadenza è pari al valore nominale sottoscritto, al netto degli oneri fiscali, senza interessi maturati. Alla scadenza, il rimborso include il capitale e gli interessi maturati.

Buono Premium: scadenza e prescrizione

I buoni fruttiferi postali diventano infruttiferi dal giorno successivo alla scadenza. I Buoni cartacei emessi fino al 13 aprile 2001 si prescrivono in favore del Ministero dell’Economia e delle Finanze dopo 10 anni. I Buoni dematerializzati non si prescrivono e vengono automaticamente accreditati sul conto di regolamento dell’intestatario alla scadenza.

Imposta di bollo

I Buoni fruttiferi postali con valore di rimborso complessivo non superiore a 5.000 euro sono esenti da imposta di bollo. In caso contrario, si applica l’imposta vigente. Per maggiori dettagli, si consiglia di consultare la Scheda di sintesi e il Foglio Informativo sulla pagina dedicata al Buono Premium, sul sito ufficiale di Poste Italiane.