Investimenti più redditizi 2024: lista 7 più affidabili e analisi

Fare degli investimenti redditizi che possano generare una rendita nel lungo periodo non è certamente cosa semplice. Bisogna considerare tanti aspetti e, oltre a questo, è necessaria una grande esperienza per evitare di investire il proprio denaro in modo errato e ritrovarsi successivamente in perdita. Ma cosa vuol dire fare un investimento redditizio?

In che modo dobbiamo agire per far sì che la somma investita non venga persa e che, invece, cresca con il passare del tempo? Vediamo tutti questi aspetti in questa guida in cui vengono anche elencati gli investimenti più redditizi per il 2024 che riescono a garantire un livello di affidabilità almeno medio.

Investimenti più redditizi cosa significa

Esistono diversi tipi di investimento, ognuno con caratteristiche differenti. Quando parliamo di investimenti redditizi, però, dobbiamo considerare non soltanto la somma effettivamente investita ma anche il ritorno economico, che deve essere chiaramente maggiore. Questo può svilupparsi nel tempo o generare un guadagno sin da subito e una tantum. L’importante è avere chiaro sin da subito quali siano i passi da seguire per far sì che tale somma cresca con il tempo.

Esistono investimenti a lungo termine e a breve termine.

  • Investimenti a lungo termine: la somma investita ha bisogno di tempo, a volte anche di anni, per generare un guadagno importante. La maggior parte delle volte questa somma è molto elevata e in un primo momento si potrebbe addirittura andare in perdita; tuttavia, con il passare del tempo il guadagno ottenuto è altamente redditizio e può trasformarsi in una vera e propria rendita passiva.
  • Investimenti a breve termine: in questo caso le somme investite sono molto minori e allo stesso modo i guadagni non sono caratterizzati da cifre elevate. Tuttavia l’investimento risulta estremamente redditizio in quanto è possibile, dopo breve tempo, rientrare della somma investita e ottenerne nell’immediato un guadagno. Per i meno esperti sono gli investimenti che vanno per la maggiore.

Non esiste l’investimento perfetto poiché i fattori che ne determinano l’andamento sono davvero tanti. In generale, però, possiamo dire che un’ottima forma di investimento è quella dove la cifra messa all’inizio non è elevata e il ritorno economico invece risulta molto rilevante.

In molti staranno già pensando che un investimento che richiede un capitale basso potrebbe essere redditizio ma non sarà mai affidabile.

Tutto questo non è vero perchè oggi si può iniziare ad investire con un deposito minimo che oscilla tra 1 € e i 250 € e riuscire, con la giusta preparazione, ad avere rendimenti molto interessanti. Ciò è possibile grazie al meccanismo di frazionamento che riguarda sia le azioni che gli ETF. Ci sarebbe anche l’effetto leva per puntare a generare ritorni elevati con investimenti piccoli, tuttavia investimenti a leva come i CFD implicano rischi alti e quindi si abbassa il livello di affidabilità. Inoltre i CFD non portano all’acquisto di asset reali (azioni e ETF veri) e quindi non verranno presi in considerazione in questa guida.

Un broker che permette di comprare ETF e azioni reali con il meccanismo del frazionamento è Trade Republic. Grazie a questa piattaforma si può iniziare ad investire a partire da 1 € senza alcun costo d’ordine sulle negoziazioni. La proposta poi è molto vanta visto che in catalogo ci sono oltre 10.000 tra azioni e ETF.

>>COMPRA AZIONI E ETF CON TRADE REPUBLIC SPENDENDO SOLO 1€

Investimenti più redditizi 2024

Investimenti più redditizi 2023

Ma quali sono al giorno d’oggi, e in particolare per l’anno in corso, le forme di investimento più redditizie e al tempo stesso più affidabili?

Ecco le 6 asset class da considerare per mettere al lavoro i soldi nel lungo periodo.

  • 🥇 ETF
  • 🥈 Azioni
  • 🥉 PAC (piano di accumulo di capitale)
  • 🏅 Piani di risparmio
  • 🏅 IPO
  • 🏅 Fondi comuni di investimento
  • 🏅 Criptovalute

Qualcuno guardando l’elenco starà storcendo il naso visto che le criptovalute, investimento per natura più redditizio in assoluto sono collocate in fondo alla classifica. Non si tratta di un errore: come da titolo questa guida si focalizza si sugli investimenti più redditizi ma anche sulla loro affidabilità. E su questo punto le criptovalute sono molto deficitarie.

1 – ETF

Grazie grazie agli ETF (Exchange-traded fund) è possibile investire replicando l’andamento di indici su specifici settori (per questa caratteristica sono detti a gestione passiva per distinguerli dai fondi comuni tradizionali che invece sono a gestione attiva). Warren buffet, uno dei più grandi trader della storia, considera gli ETF investimenti affidabili anche a chi è alle prime armi con il mondo della finanza.

La capacità degli ETF di generare rendita dipende dal settore in cui essi investono. Sicuramente gli ETF sono più affidabili delle singole azioni visto che diluiscono il profilo di rischio (per la serie si corrono più rischi ad investire in singole azioni).

Nella guida su quanto rendono gli ETF si possono trovare delle indicazioni concrete sui parametri da tenere in considerazione per effettuare una valutazione.

Le commissioni degli ETF sono più basse rispetto a quelle dei fondi comuni (su questi ultimi gravano anche i costi per il team di gestione). Inoltre ci sono broker come Freedom24 che non applicano commissioni per i primi 30 giorni di apertura del conto.

>>APRI UN CONTO FREEDOM24 E COMPRA ETF SENZA COMMISSIONI

Gli ETF possono essere comprati in banca oppure sui terminali web di broker come il citato Freedom24. La guida su dove comprare ETF approfondisce questo aspetto.

2 – Azioni

Su un gradino più basso degli ETF nella lista degli investimenti più redditizi con maggiore affidabilità troviamo le azioni. Il rendimento potenziale dei titoli azionari è molto alto. Il 2022 è stato un anno pesantissimo per l’azionariato e questo ha reso, almeno teoricamente, molto conveniente comprare a prezzi più bassi. Ad esempio per anni le azioni Amazon hanno rappresentato una forma di investimento altamente redditizia. Il ritracciamento avvenuto nel 2022 ha deprezzato i prezzi creando occasioni per entrare sul titolo in ottica investimento.

Le azioni si possono comprare in banca (attivando un conto deposito titoli) oppure sulle piattaforme dei broker. I costi alti rendono spesso inaccessibile l’investimento tuttavia ci sono strumenti per aggirare questo limite. C’è la leva finanziaria (che però implica un profilo di rischio alto e inoltre non si applica agli investimenti in azioni reali) e poi c’è il meccanismo del frazionamento azionario grazie al quale si può investire su questa asset class anche con 1 solo euro. Trade Republic è il broker che permette di comprare azioni frazionate senza ricorrere alla leva.

>>COMPRA AZIONI CON 1€ SU TRADE REPUBLIC

3- PAC

Alziamo l’asticella dell’investimento minimo e parliamo di PAC (Piani di Accumulo di Capitale). Più che uno strumento di investimento i PAC sono una metodologia per investire su alcune asset-class specifiche come gli ETF e i fondi comuni.

Grazie ai PAC l’investitore può accedere all’investimento mediante versamenti periodi di capitale. In questa guida parliamo di come funzionano i PAC.

C’è una differenza abissale tra i PAC e i primi due investimenti redditizi di cui abbiamo parlato ossia ETF e azioni. Il versamento minimo non è di pochi euro ma serve molto di più. Diciamo che per mettere al lavoro i soldi con i PAC servirebbero almeno 5000 € di investimento iniziale e poi versamenti di 100 € al mese . In Italia la migliore piattaforma per investire sui PAC è Moneyfarm.

>>SIMULA UNA PAC SU MONEYFARM REGISTRANDOTI ALLA PIATTAFORMA

Molti di voi avranno certamente sentito parlare di Moneyfarm visto che stiamo parlando del migliore gestore patrimoniale 2023 del nostro paese secondo il prestigioso istituto tedesco di qualità. Con Moneyfarm il Piano di Accumulo non ha alcuna commissione aggiuntiva.

Il vantaggio dei PAC Moneyfarm è che essi sono legati alla gestione patrimoniale. Come detto in precedenza i Piani di Accumulo possono riguardare i fondi comuni e i fondi a gestione passiva. In questa guida parliamo di come creare un PAC su ETF.

4 – Piani di risparmio

L’investimento minimo iniziale per creare un PAC tradizionale è troppo alto? Niente paura perchè ultimamente anche alcuni tra i migliori broker ETF hanno lanciato strumenti molti simili ai PAC ma senza la zavorra dell’alta soglia iniziale di investimento.

Tra i più interessanti ci sono i piani di risparmio di Trade Republic grazie ai quali il risparmiatore può costruire il suo patrimonio nel lungo termine. I piani di risparmio Trade Republic sono del tutto gratuiti. Si può scegliere tra oltre 4000 piani e investire automaticamente in ETF, azioni e anche criptovalute.

>>APRI UN CONTO GRATIS CON TRADE REPUBLIC E CREA IL TUO PIANO DI RISPARMIO

5 – IPO

A causa delle condizioni sfavorevoli dei mercati, nel 2023 le IPO sono state pochissime tuttavia nel 2024 ci potrebbero essere nuove quotazioni di peso a Wall Street come quelle di Reddit o TikTok.

La partecipazione alle Offerte Pubbliche Iniziali è off-limits per gli investitori retail tuttavia, anche in Italia, da circa un anno sono attivi broker grazie al quale è possibile comprare azioni al prezzo IPO e quindi sfruttare fino in fondo i potenziali di rendimento delle nuove quotazioni in borsa.

Le IPO sono tra gli investimenti più redditizi visto che, al termine del periodo di lock-up si rileva un aumento medio del prezzo pari al 52.87%.

6 – Fondi comuni di investimento

Parlando di investimenti redditizi non si possono non citare i fondi comuni. Si tratta di strumenti di investimento che vengono gestiti da aziende che si occupano proprio di raccogliere le somme degli investitori e di farle fruttare attraverso la compravendita di azioni, obbligazioni e titoli di Stato. A differenza degli i fondi comuni sono a gestione attiva nel senso che la loro struttura è decisa dalla banca e non c’è alcuna replica di un indice.

Ciò si tradure sui rendimenti: le somme investite, infatti, danno un ritorno effettivamente minore rispetto ad investimenti fatti in proprio. Tuttavia (c’è il rovescio delle medaglia) il sottoscrittore non deve occuparsi in primo piano di seguire l’andamento delle somme investite. Sui fondi comuni gravano le commissioni che però possono essere contenute scegliendo ad esempio di comprare fondi online. Anche in Italia ci sono piattaforme specializzate in questo settore.

7 – Criptovalute

Al settimo posto nella classifica degli investimenti più redditizi 2023 ci sono le criptovalute. L’anno è iniziato molto bene per il Bitcoin & C che dopo la sofferenza del 2022, causata dal rialzo dei tassi delle banche centrali, ora sono tornati a crescere.

Le criptovalute hanno un forte potenziale di guadagno, tuttavia sono spesso in preda alla volatilità. Ciò significa che non possono essere ritenute un investimento affidabili.

Per comprare le criptovalute sui possono usare gli exchange se si è interessati al possesso fisico. Viceversa se l’obiettivo è la speculazione sui prezzi allora si possono usare anche broker come Trade Republic che permettono di acquistare più di 50 monete digitali, custodite e protette centralmente. Con il broker tedesco, le crypto sono custodite in cold wallet non collegati alla rete e quindi sicuri e protetti. Inoltre possono essere anche usate per la composizione dei piani di risparmio accanto a azioni e ETF.

>>INVESTI IN BITCOIN E ALTRE CRYPTO CON TRADE REPUBLIC A 1 SOLO €

Investimenti più redditizi 2024: il ruolo dei mega-trend

Per individuare gli investimenti redditizi è necessario, a monte, avere le idee ben chiare su quelle che sono le tendenze dell’anno altrimenti c’è il rischio di esser sfasati rispetto alla realtà e quindi di perdere le migliori occasioni per mettere al lavoro i soldi.

Una delle tendenza è ad esempio l’energia rinnovabile. In parte per l’avanzamento della ricerca, in parte per la situazione di emergenza che stiamo vivendo a causa della scarsità di materie prime, investire in fonti di energia rinnovabile rappresenta sicuramente un’operazione redditizia. Il mercato è in continua crescita ed evoluzione e, cosa più importante, le persone sono sempre più disposte ad acquistare tutto ciò che è alimentato da una fonte di energia diversa, green, ecosostenibile e rinnovabile. Non è un caso se, nell’ambito del risparmio gestito, gli ETF energie rinnovabili (a gestione passiva) e i fondi energie rinnovabili (gestione attiva) trovano sempre più spazio nei portafogli di investimento di molti risparmiatori o se sempre più emittenti collocano obbligazioni sostenibili legate al raggiungimento di determinati traguardi sull’impegno ambientale.

Altra tendenza è il Fintech. Il modello di pagamento sempre più smart a cui la società sta andando incontro ha visto nascere negli ultimi anni diverse società fintech, che mettono a disposizione degli utenti non solo un metodo smart per effettuare i pagamenti, ma anche diverse altre funzioni. Questo settore, quindi, rappresenta certamente un’ottima opportunità di investimento. Resta inteso, però, che stiamo parlando di una forma di investimento a lungo termine.

LEGGI ANCHE >>> Megatrend 2024 migliori su cui investire: la lista definitiva

Gli investimenti più redditizi della storia (azioni)

Nel corso della storia finanziaria degli investimenti si sono succeduti diversi personaggi che, grazie alla loro lungimiranza, sono stati in grado di investire in azioni che in un primo momento sembravano sull’orlo del fallimento ma che in poco tempo hanno generato guadagni davvero rilevanti.

Fino al 2022, poi, abbiamo visto la crescita esponenziale di diverse aziende, soprattutto nel mercato americano e cinese, che hanno fatto guadagnare cifre elevate a chi ha creduto in loro quando erano agli inizi della loro storia. Tra queste, ad esempio, il colosso dello streaming Netflix o i grandi gruppi specializzati nell’e-commerce come Amazon e Alibaba.

Limitando la nostra analisi solo sull’azionario, le azioni più redditizie della storia negli ultimi 10 anni (fino al 2021) sono state:

AzioniRendimento in 10 anni
Netflix +4.252,40% ✔️
Dialog Semiconductor +3754,69% ✔️
Priceline Group +3.314,82% ✔️
Booker Group +2396,79% ✔️
Amazon+2.073,36% ✔️
Investimenti in azioni più redditizi della storia

Interessante notare che tra i 5 investimenti più redditizi in azioni degli ultimi 10 anni (fino al 2021) ci sono ben due quotate europee.

Ricordiamo che le performance passate non rappresentano garanzia di quelle future.

Fondi postali più redditizi 2024

I fondi postali rappresentano opportunità di investimento comode e sicure soprattutto per i risparmiatori comuni, i quali sanno che tali investimenti sono controllati dallo stato e, nonostante offrano interessi certamente non elevati, garantiscono un sicuro guadagno nel lungo periodo.

Tra i fondi postali più redditizi non possiamo non citare i buoni fruttiferi e i libretti di risparmio. I primi sono tra i più richiesti poiché rappresentano sicuramente la forma di investimento più sicura. È possibile anche emettere buoni fruttiferi postali per i minori in modo tale che si ritrovino alla maggiore età con un piccolo capitale da poter spendere. Per quanto riguarda i libretti di risparmio, invece, sono sicuramente forme di investimento molto apprezzate poiché consentono di tenere al sicuro i propri risparmi e di vederli fruttare nel tempo senza troppe spese di gestione.

Sempre più persone scelgono di affidarsi ai fondi postali poiché li reputano un tipo di investimento sicuro e decisamente facile da gestire; oltre a questo, le somme guadagnate, seppur non molto rilevanti, sono quasi sempre sicure al 100%.

Obbligazioni più redditizie 2024

Le obbligazioni rappresentano invece una forma di investimento con un rischio più elevato che però consente di avere un rendimento abbastanza alto nel tempo. Tra queste quelle più conosciute sono sicuramente le obbligazioni corporate, ossia i bond emessi da società private per finanziare il loro sviluppo.

Soprattutto nell’ultimo periodo e per le vicende legate alla pandemia, c’è stata una rivalutazione delle obbligazioni che negli anni passati non erano viste di buon occhio. Ad oggi sono molte le banche italiane che permettono di investire in obbligazioni, tra queste sicuramente ci sono gli enti di credito più famosi quali Unicredit e Intesa Sanpaolo.

Conclusioni

Prima di scegliere una qualsiasi forma di investimento, però, è bene non soltanto informarsi il più possibile ma anche cercare di capire che, soprattutto se si è all’inizio, non bisogna mai rischiare somme di denaro importanti ed eventualmente affidarsi a società che permettono di gestire i propri investimenti in maniera professionale.